Pagine

mercoledì 18 dicembre 2019

La Francia in rivolta , è solo l'inizio



di: Luciano Lago

Dalla Francia arriva un segnale che scuote l’Europa prostrata ai dogmi del capitalismo finanziario e delle oligarchie di Bruxelles.
Contrariamente a quello che può sembrare, le motivazioni della rivolta di massa della popolazione francese, scesa in piazza contro il governo e che sta bloccando il paese con uno sciopero generale che, da oltre una settimana, sta paralizzando la Francia, non sono così banali come i commentatori dei media del sistema vorrebbero far apparire.



Non si tratta soltanto della protesta contro la “riforma” del sistema pensionistico (in realtà uno smantellamento) , che segue le direttive della stessa UE di contenere la spesa pubblica tagliando prima di tutto le spese sociali. Quello che anima la rabbia della gente di tutti i ceti quando scende in piazza urlando la sua collera contro Macron, il suo governo di banchieri, è qualche cosa di più complesso che non la semplice protesta per il taglio delle pensioni.





Inutile seguire le analisi dei media e degli opinionisti al servizio dei potentati finanziari che gli assicurano lauti stipendi e privilegi, sono quasi tutte analisi fuorvianti che ripetono ancora a pappagallo tutta la propaganda neoliberista che le loro centrali diffondono da anni per convincere che i ceti popolari hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità.







 








Il problema di fondo che è in questione in Francia, come in altri paesi europei, è il degrado della vita: non solo le pensioni ma anche le condizioni generali di lavoro, l’arricchimento delle grandi fortune dei finanzieri, la spudoratezza dei media al loro servizio, lo smantellamento del settore pubblico, l’indignazione per i conflitto di interesse di chi predica la riforma e lavora per i fondi di investimento privati, la precarietà diffusa del lavoro, oltre allo stress generalizzato sul luogo di lavoro determinato dai tagli, dallo sfruttamento e dalla digitalizzazione, dal degrado del servizio postale, delle ferrovie, del sistema sanitario, del sistema educativo repubblicano.

Tutto questo proviene da una storia di trent’anni addietro. Non dipende solo da Macron, il figlioccio dei Rothshild, e non riguarda solo la Francia, ma tutti coloro che ancora si ostinano a difendere le misure neoliberiste che hanno fatto crescere un sistema ed una architettura di potere capitalista che sfrutta le persone e ha creato una oligarchia di finanzieri arricchiti . Lo stesso Macron è un neoliberista aggressivo e obsoleto che arriva al potere nello stesso momento in cui si verifica il collasso di questo sistema neoliberista. Un regime che oggi cerca di conservarsi con la repressione più dura della polizia francese per difendere i privilegi di una elite plutocratica. 




I vari macron sono solo gli ultimi esecutori della volontà delle elite finanziarie per sottomettere e depredare i popoli europei
 

Quello che accade in Francia mette in evidenza il profondo scontento delle popolazioni nei confronti del sistema economico che ha creato enormi diseguaglianze e che approfitta dell’ondata migratoria per ottenere mano d’opera a basso costo con livellamento verso il basso dei salari. Non è un caso che sono le stesse centrali di potere di Bruxelles quelle che favoriscono queste migrazioni dall’Africa verso l’Europa.
 
Quello che accade in Francia dimostra che il tentativo di smantellamento dei diritti sociali da parte delle elite dominanti può essere contrastato da una presa di coscienza popolare diffusa.
Il bilancio delle proteste che, considerando anche quella dei gilet gialli, dura da oltre un anno, ha prodotto 6.400 arrestati 2.600 feriti, 27 persone mutilate e, in parallelo, l’assenza di un movimento politico che riesca a incanalare la protesta verso un concreto sbocco politico.


La Francia disponeva del miglior sistema pensionistico e di welfare del continente, ottenuto nei decenni passati grazie alle lotte e rivendicazioni sociali. Questo spiega perchè la popolazione francese non abbia voglia di arrendersi come è accaduto in altri paesi. Sembra che stia arrivando la goccia che fa traboccare il vaso. Ma non si tratta di una contestazione dei sindacati, ma della rabbia delle persone, qualcosa di molto più serio per l’establishment.



I soliti trucchi dei servizi di infiltrare nelle manifestazioni i black block (agenti dei servizi o della polizia) per poi dirottare la protesta, questa volta non avranno nessun effetto, perchè la rabbia aumenterà verso i governi criminali al servizio della finanza usuraia.

Come è facilmente dimostrabile, in Francia l’azione popolare diretta ha una legittimità storica che proviene dalla sua storia sociale, dal ceto operaio francese che si è sempre dimostrato il più combattivo in tutto il continente. Quanto accade in Francia potrà avere riflesso in tutta la UE e il pericolo di un “contagio francese” preoccupa l’establishment di Bruxelles e delle centrali finanziarie dominanti. Se questo avviene sarebbe un fattore che potrebbe far vacillare tutta l’architettura della UE, visto che la logica imposta in Francia dal Governo Macron è la stessa che prevale a Bruxelles, quella della del dominio della finanza e delle lobby economiche.

Il disegno di queste centrali è quello di smantellare la sovranità degli Stati nazionali ed imporre un sistema di ordinamento unico, una “società aperta” dove le decisioni economiche e le strutture sociali siano determinate da organismi transnazionali che rispondono alla elite finanziaria. 


La rivolta sociale in Francia potrebbe essere il primo segnale che l’elite ha sbagliato i suoi calcoli, che il popolo vuole difendere i suoi diritti e non si accontenta delle “brioches” che le oligarchie dominanti vogliono offrirgli.





Fonte articolo 

50 commenti:

  1. Le manifestazioni e le forme di guerriglia NON servono a niente se non a perdere tempo, sprecare energia, prendersi qualche manganellata. Sono delle innoquie valvole di sfogo. Per questo vengono tollerate e fatto in modo che la gente ci creda ancora

    999Vril

    RispondiElimina
  2. Vivo in Francia (Parigi da 10 anni) ed in questo momento sono più solidale con i piccoli imprenditori e commercianti oltre che i liberi professionisti che hanno avuto una grave perdita economica (ora irreparabile) a causa dello sciopero nei trasporti pubblici mentre non sono solidale con chi appunto blocca i trasporti pubblici per un mese, perchè si possono fare, pensare, organizzare altri tipi di proteste che non danneggino fortemente un settore già precario di per sé...se i movimenti sociali non sono solidali con tutti i settori della società, a partire dai più deboli, allora sono destinati a spegnersi...a indebolirsi...e i potenti vinceranno. Quindi no, non credo che sia l'inizio ma credo sia la fine di una rivolta inutile. La riforma delle pensioni si farà...per combattere un potente nemico qual'è il capitalismo europeo non si puo' nutrire un movimento sociale che con la sua azione distrugge la piccola sussitenza e la precaria economia dei più deboli...spesso esclusi da qualsiasi forma di aiuto o sostegno statale, in parole povere c'è chi sciopera e chi chiude la propria attività sotto Natale. C'è chi sciopera con la tredicesima in tasca e con le casse di aiuti dei sindacati e chi si ritrova disoccupato, senza lavoro o costretto a dichiarare fallimento. Bel risultato la rivolta francese...ops...forse bisognorebbe chiamarla : la rivolta borghese (che fa anche rima).


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei riuscito ad affondare i tacchi nella tua terra nativa ed entri nel suolo Francese in punta di piedi in cerca di Fortuna? sei un asservito al sistema ovunque andrai non sarai mai libero... mettiti da parte e taci e comincia ad avere rispetto in primis verso te stesso.
      Per Vril 666 che significa perdere tempo? Pensi che il tempo sia denaro? cosa hai scoperto nel frattempo l'energia Vrill? che bravo, come pensi di usarla senza che, a tuo dire, si spreghi energie? vibri ad energia monetaria...? metti da parte nella banca del seme e taci pure te.... che disonore!!!!!!

      Elimina
    2. Inutile pensare che durante la fase di proteste e tumulti di non avere disagi o di non andarci a rimettere, e a pagare sono sempre le fasce più deboli quelle che avrebbero anche più motivi per protestare ma per varie ragioni sono impossibilitati a farlo. Detto questo si sa che è una serie di scioperi da parte di categorie che fino ad ora erano garantite e protette, e che ora verranno annichilite dal nuovo ordine che andranno a creare, sono il ceto medio attaccato al grande apparato statale, naturale che provocasse una rivolta barricadera come è già nella tradizione della Francia, bisogna vedere se sono gli ultimi rantoli di un umanità schiava e piegata o l'inizio di qualcosa, per il potere si tratta di gestirla e vediamo che le forze ceh stanno dietro Macron sono le stesse che hanno dato una fisionomia a questi. Non dimentichiamoci che erano il bacino di voti della sinistra questi qua o comunque di quelli che avevano portato le forze a che di sinistra a governare.

      Mark

      Elimina
    3. @Acqua terra e fuoco, sono d'accordo con te. Quei 4 mentecati e sfigati non hanno ancora capito che le manifestazioni di piazza, gli atti di guerriglia servono solo come valvola di sfogo. In Italia come va a finire??? Andrà a finire che dopo tante manganellate dalla cenere si ritrovereranno solamente a fare dei presudi nelle piazze con volantini, pane e salamella, birra, e rutto libero!
      Gilet gialli, forconi, sardine, gay pride, pinguini..... Insomma basta con queste stronzate!

      Elimina
  3. Concordo con unknown e con acqua terra e fuoco. A quest'ultimo dico che è sempre stato così, gli ultimi e quelli che lavorano coi propri soldi sono sempre stati infilzati dalla sinistra che è creazione catto giudaica, creatori di retini, stellati, pesciolini vari e prima ancora dei katanga ecc.
    È palese che sta saltando quel "contratto sociale" di Rousseau a favore di un altro impianto di diritti che cancellerà questo che è abilmente prodotto dal nwo totalmente diverso dall'attuale e ancora poco compreso ma che avrà una portata devastante alla quale non avremo per decenni capacità di opposizione proprio per la totale differenza di paradigma. Basta pensare a politically correct a neo lingua pensiero unico per farci solo una vaga idea, il peggio deve ancora arrivare, già pronto attende solo il momento propizio dopo l'avvento di uno stato di polizia causato dai disordini di cui sopra. Non dimentichiamoci che i gilet giallo nonostante le giuste richieste di perequazione sono organizzati e proposti dal sionismo internazionale esattamente come Macron, divide et impera sempre. In Italia le sardine combattono per portare i campi da tennis nelle periferie !!! Non dico altro. Chi lo ha letto (magari come me non condividendolo) sa che Steiner parlava del "tutti contro tutti" ed è esattamente dove siamo. Tutti i valori di riferimento sono sabotati o tolti a viva forza. La fase successiva sarà l'aumento di follia e terremoti prodotti dallo psichismo umano in sofferenza, anche questa già prevista da Steiner e poi il collasso del sistema avrà inizio, il nwo ha perso ma i danni che farà saranno immensi.

    Come diceva Voltaire: coltivate il vostro orto.
    Senza partecipare a nulla che non sia etico e per la sopravvivenza.

    jj

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale Avo parla in te JJ quello di Montezuma? dobbiamo lasciarli fare e che sia il fato gesuita a decidere? come se fossi un secondino che controlla la merce primaria... Perché è questo che ci reputi, merce mista messa sul bancone. Scelgo io il mio destino in maniera sensata e consapevole. Quanto a l'illumista Voltaire :Non sono d’accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu lo possa dire... Dunque Voltaire darebbe la vita purché il popolo dicesse la sua pur non condividendolo...? non sono sue parole queste? Fa paura quando un popolo si unisce vero? sono solo un povero itaGliano che da sempre si sente calpeste e deriso perché non siam popolo perché siam divisi.... il divide et impera vale per i patriarchi ma non per ...per i figli della terra che si guadagnano il pane col sudore della fronte!!!!...non c'è complotto non c'è mistero perché nell' era patriarcale il popolo non sarà mai contento di essere etichettato come proletario cioè tradotto, colui che come propietà ha solo i figli...non basta ! Le divisioni di classi sociali dove chi non ha niente non vale niente non lo ha inventato il popolo dunque protestare a duro muso, oltre a essere un diritto diviene un dovere!!!

      Elimina
  4. Ma cazzo dite, vigliacchi!
    italiani partigiani....
    Le rivolte vanno rispettate così come un popolo che le muove...siete annichiliti nello spirito. Buon natale vili cristiani "gentili"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tempi sono cambiati. Non siamo nel '33. E anche nel' 33 non hanno cambiato sistema con le manifestazioni.

      Elimina
  5. Una vera rivolta arrivera' quando al popolo non gli sara' rimasto nulla, ma davvero il nulla totale. Finche' rimane una distrazione a cui aggrapparsi, la rivolta ve la sognate. Un disoccupato puo' anche essere tale, ma se c'e' la partita di calcio o un orifizio vaginale su cui masturbarsi sullo smartphone, e la felicita' chi gliela toglie piu'? Prendiamo le stesse partite di calcio, tutta la rabbia degli ultras potrebbe essere incanalata nel verso giusto, ma lo faranno ? Gli stessi ultras rappresentano il simbolo della divisione nazionale, anzi, non solo tra le varie citta' o regioni, ma anche tra provincie, c'e' rivalita', odio, mazzate, e un ipotetica rivoluzione unitaria e compatta potra' mai arrivare da certi mentecatti ? Se ci si esalta in squallide faide e lotte tra una squallida partita di serie D della Frazionese contro il Real Quartiere, la rivoluzione rimane un miraggio. Ovviamente non e' solo il calcio, c'e' anche altro per poi arrivare alla ninnananna dello showman di piazza San Pietro, a cui non manchera' mai di dire che ogni sintomo di reazione e violenza e' male, pregate, state immobili e pregate per la pace, pure se state sul cesso pregate, anche se aggrediscono voi o la vostra donna pregate per la pace e non fate nulla altrimenti arriva la madonna e si mette a piangere sangue e vi da le to' to' eh ? Parola di papa Bercoito, e di lui vi potete fidare.

    Il Baronetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In ItaGlia una vera rivolta non ci sarà mai e questo è sicuro, questo grazie anche a Merdoglio... Ma la dove nel mondo ci sono non vanno criticate ma sostenute e rispettate. Quanto a l'oppio dei popoli, il calcio, sono di quelli che te lo danno in bocca... No club,no abbonamenti ne SKIff ne biglietto e manco il prezzo di un biglietto di un gioco da anni falsato nella misura in cui solo gli stolti godono di una falsa emozione a ragion di vita. La causa è ciò che conta.... da uomini liberi si può scegliere, da schiavi si parla pe si scrive per fare po-litica e opinionismo chatt-oso socialradical schik frustrato.

      Saluti dalla Francia, terra dei fuochi.

      Elimina
    2. Tecnicamente ti do ragione, ma la cruda verita' e che in questa vita non si e' mai realmente liberi. Gia' quando nasci, altre persone decidono per te il tuo nome e cognome, decidono per te cosa fare e cosa no, decidono per te come vestirti, cosa apprendere cosa obbedire e cosa no, gia' nelle stesse famiglie la vera liberta' non c'e'. Che pensi, andando a sfasciare vetrine e rovesciare macchine dara' la liberta' ? Liberando la propria ribellione nelle strade dara' la liberta' quando poi una volta tornati a casa, subito si rientra nel compromesso con la propria moglie/partner/figli/genitori/parenti/amici/clan e cosi via. La vera liberta' non e' sociale, ma personale. Facciamoci una ragione senza cincischiare, si nasce ingabbiati e si muore ingabbiati. Solo la morte fisica restuitura' la liberta' allo spirito e all'anima

      Il Baronetto

      Elimina
  6. ma ve la ricordate la rivoluzione giacobina?ahahahah e' sempre la solita merda cazara pianificata sul campo dalle logge.poi a noi della francia che cazzo ce ne fotte?mettetevelo in testa noi non siamo neanche popolo purtroppo,quindi dobbiamo cristallizzarci ancora e continuiamo a pensare alle nazioni vicine o ad ipotetici alleati,questa e' la barzelletta delle barzellette perche' dalla notte dei tempi le tribu' protoitaliche hanno solo nemici.noi abbiamo solo un grande dovere e cioe' liberare il nostro ariale.poi delle conseguenze non mi preoccupo.siamo l'unico paese al mondo che puo' praticare l'autarchia veramente e come dicono quei due mezz'uomini incappucciati di mameli e trovato, dall'alpi alla sicilia dovunque e' legnano,quindi non staremo fermi a guardare.i due amanti del grembiulino hanno scritto un inno che sembra un manuale d'istruzioni per chi ci affronta.l'inno e' bello e suggestivo ma e' giacobino quindi non mi appartiene ,come non mi appartiene la bandiera anch'essa di origine massonica.

    Schwarze Sonne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E però pare non nasca niente di spontaneo,se l'unità e l'inno sono opera di incappucciati e tutto fatto a tavolino, (anche se non butterei tutto basti pensare alla Blavatasky che partecipò con Garibaldi)
      se questi un un battibaleno ti portano migliaia di ebeti in massa, ma hai visto quelli delle Sardine? Cioè neanche a creare uno straccio di programma politico no proprio zero il nulla, eppure migliaia di ebeti vanno in piazza, è questo l'italiano? Quello che in nome del perbenismo di facciata e del politicamente corretto va in piazza senza nessuna richiesta ma solo per andare contro e canta la canzoncina d'ordinanza bella ciao come bimbi al primo anno di asilo, questi si ribellerano? Questi non sanno nulla neanche come si chiamano e cosa hanno fatto l'altro ieri. Oppure lo faranno i nordisti che vogliono le autonomie per andare sotto Acquisgrana? Possiamo solo guardare a cosa avviene in Francia mentre noi siamo in stato catatonico e surreale in quello che sembra un teatro dell'assurdo o un grottesco Horror Picture Show dove sono gli stessi che dal '92 hanno spolpato l' Italia gli stessi nomi che girano seguono chiari manuali di gestione, il popolo è annebbiato è stato opportunamente in stato avanzato di ipnosi e controllo mentale ricercate queste cause magari capirete il senso di declino e il brivido di nichilismo che ammorba l'aria.

      Mark

      Elimina
    2. Il fascismo non fu tenuto in balia da una dottrina lavorata, in precedenza a tavolino: nacque da un bisogno di azione e fu AZIONE. Parola di Benito Mussolini. Tuttavia il Duce, una volta al potere, non pote' che tenere a bada questi figli di puttana di circoncisi in grembiulino. Tra aborti in sottana, savoiardi, pertini vari e cianoraroli mercenari con una folla isterica per lo più cristiana, e tra il coraggio di pochi non mancò la fortuna ma la consapevolezza di molti!
      Sole piatti

      Elimina
    3. L'errore clamoroso di Mussolini fu quello di allearsi con la Germania, nel quale l'entrata in guerra porto' solo guai agli italiani. Se non ci fosse stata quell'alleanza, e se l'Italia si fosse stata per i fatti suoi a quest'ora parleremmo non di ventennio ma di molti ma molti piu' anni di governo. Ho sempre trovato curioso l'amore degli estimatori di Mussolini per Hitler, quando proprio costui e' stato l'inizio della fine del duce... mah.

      Il Baronetto

      Elimina
    4. Beh siamo entrati in un secondo momento, Mussolini fu anche usato, il carteggio con Churchill e altro quei documenti che non sapremo mai e che avrebbero dovuto essere la polizza sulla vita, forse avrebbe dovuto dire che fu spinto in guerra da coloro che lo avrebbero poi condannato? Vedi il fatto che poi siamo stai un fianco debole per la Germania e poi pure il ponte per l'entrata degli alleati, un colabrodo utile. Troppi traditori, troppi poteri interni (Vaticano, Savoia, Esercito etc...), la nostra debolezza intrinseca era cosa nota agli Inglesi.

      Mark

      Elimina
    5. L'Italia doveva entrare in guerra era inevitabile,gli inglesi da tempo attaccavano le navi italiane e cercavano pretesti contro l'Italia,dall'altra parte c'era l'unione sovietica che stava attaccando la Germania e quindi l'Italia,anche se non entrava in guerra l'unione sovietica avrebbe comunque attaccato l'Italia questo molti lo dimenticano,la guerra è stata decisa a tavolino per eliminare il sistema sociale che avevano creato Hitler e Mussolini, contro l'usura Internazionale,inutile ragionare con i se o con i ma, se l'Italia non entrava in guerra veniva invasa comunque e questo lo sapevano tutti. L Inghilterra dall'unità d'Italia in poi ha le sue spire sul nostro territorio,l'errore vero di Mussolini fu non fucilare tutti i traditori e criminali che agevolarono l'invasione alleata, cosa che se e quando ci riprenderemo la nostra nazione risolveremo con estrema crudeltà,finanche i figli dei traditori pagheranno.

      Elimina
    6. A Mark posso solo dire che e' maestro di confusione.la blavantsky della golden dawn ?o il mercenario cialtrone di garibaldi servetto dell'inghilterra? E poi fai le pulci a Serrano per l'inchino alla regina cazara(dimentichi che un lupo mannaro e' pronto anche a vestirsi da rabbino).quello che non hai capito tu e' la capacita'di anticipare i bisogni e le volonta' dei popoli da parte delle societa' segrete creando una spinta fittizia per poi praticare una manipolazione dall'interno.forse faresti bene a praticare un sano combattimento mentale in solitudine in montagna e forse capirai veramente Patanjali.cioe' un individualismo asettico per liberasi dal samsara.poi dal 70% degli Italiani non ti aspettare niente di buono,perche' purtroppo sono vittime inconsapevoli di attacchi psicotronici,tecnotronici e cybertronici o semplicemente consapevoli spade vendute.Mark il confusionario te li ricordi i takion di cui parlava Serrano? Comunque la differenza la faranno come sempre gli kshatriya con il biglietto di sola andata per il Valhalla non di certo le sardine o i movimenti dal basso,questi sono solo degli utili idioti funzionali al sionismo e ai suoi mostri tentacolari.

      A white wolf dico solo che ci riprenderemo la nazione solo quando con estrema crudelta'impiccheremo il vicario di jahve' nel suo stato teocratico abusivo che sara' riannesso alla nazione Italiana e quando le 113 basi abusive della nato presenti sul territorio verranno incendiate con tutto il loro personale militare ed amministrativo.poi i protagonisti del fascismo e del nazionalsocialismo germanico potrebbero essere tutti dei venduti o manipolati ma le loro ricette anti ingerenze sono perfette.

      Schwarze Sonne

      Elimina
    7. La Blavatasky pensi che sia associabile alla teosofia che si racconta? Le citi anche tu le società segrete no? Besant e Leadbeter arrivarono dopo, la società teosofica cambiò dopo, la Blavatasky non ebbe modo mai di incontrare personalmente Steiner, si parla di Tibet e di Grande fratellanza bianca. Riguardo a Serrano la mia non era un voler andare contro,ma costruttiva, anche i grandi possono sbagliare se tu sai meglio la logica delle amicizie di Serrano ben venga, ma non era solo quella la critica, non tanto quella ma era l'implicazione di Serrano con una società segreta 'rosacrociana ' sudamericana che mascherava un prelievo nel suo ultimo grado del demiurgo/jhave, con tanto di nome di chi era questo ' maestro segreto' che citava nei suoi libri Serrano senza dire il nome. Serrano alla fine opportunamente si allontanò da costui.

      'Rosacrociana' quindi ovvio questa cosa va vista anche con la Blavatasky, ma le canalizzazioni successive dei tanti channeler della fratel.bianca sono disinformazione successiva, anche se inviterei ad approfondire su questa figura di St. Germain che viene citata in queste canalizzazioni.
      La Golden D. con la Blavatasky? Non mi risulta.

      Se mi dici qualcosina in più su questi attacchi psicotronici mi fai un favore, magari la mia confusione può essere frutto di tali attacchi chissà visto che un a così ampia fetta ne soffrirebbe e dato che quanto ad attacchi non ho molto da invidiare ad altri ma lasciamo stare.

      Riguardo alle basi, facciamo parte della Nato quindi non sono basi propriamente americane non è corretto, pensare che siano solo gli americani è una visione delle cose superficiale e sa molto da antimperialisno anni ' 70, in realtà innanzitutto a fine guerra come è scritto nei libri di Cereghino e Fasanella siamo stati assegnati all' Inghilterra, poi ci sono altri poteri Europei in questo momento una specie di Ordine Feudale che vede la sua punta evidente in cose come il recente trattato di Acquisgrana nessuno nota la località simbolica, queste famiglie che sono alla base della nascita della Unione europea. La Francia non ha basi perche é sede della Massoneria e parte integrante di questo potere, non ti devo io dire come ho avuto modo di scrivere in passati post che gli zar e i nobili russi venivano a scuola in Francia, che (basti pensare a Lafayette, statua della live a etc...) hanno avuto un ruolo determinante nel far nascere gli Usa, che tutto partì da lì con la rivoluzione francese...

      Mark

      Elimina
    8. @White Wolf Mussolini è diventato solo un impiccio per l'espansione della grande Germania. Unico e vero nemico del criminale sistema giudaico massonico. Tra l'altro... L'Italietta che lui difendeva è la produzione di un massone e ladro ebreo. Il Nord Italia torni all'Austria e l'Austria torni alka Germania!!!

      Elimina
    9. Anonimo4 la Blavatasky apparteneva alla Vrill Geselschaft insieme a Maria Orsich

      Elimina
    10. Bravo un conto è Hitler un conto è Mussolini, l'Italia forse fu usata è triste dirlo ma è così, lo dice poi la guerra che cosa abbiamo combinato, il ruolo della marina, le mazzate che abbiamo preso in Grecia, e i tedeschi ogni volta dovevano venire a tirarci fuori dai guai, questo anche per i tanti sabotaggi interni che abbiamo subito, l 'esercito che era in mano al re e poi il peggio del peggio la sfiducia del Gran Consiglio, il salvataggio di Mussolini da parte dei tedeschi, la fuga del re a Bari, la guerra civile....
      Se non entravamo in guerra potevamo essere lo stesso in guerra ma su altri piani e fare una resa dei conti interna indispensabile, e essere più utili sul piano di inteliggence, invece Mussolini se la prende con la Massoneria e poi si va a impelagare con i Gesuiti, Tacchi Venturi, il Vaticano...

      Non si capisce la guerra in realtà se non si ci sforza in capire in realtà che questa era solo la manifestazione visibile e esterna di un guerra occulta retrostante. Quindi si associa la Golden Dawn alla Blavatasky ma come fa la signora che venne dalla Russia che aveva visto una guerra occulta consumarsi che portò all'assassinio degli Zar a centrare con la Golden D.? Leggere la Battaglia Magica di Inghilterra di Dion Fortune per capire che si lottava anche su altri piani.

      Mark

      Elimina
    11. Mark allora non hai capito che non sarebbero mai esistitevese condizionate, accordi, ecc. I nazionalismi europei dovevano essere tutti distrutti. Anche per mettere le loro sporche basi militarindi merda e attaccare l'oriente. Il giudaismo internazionale ha usato il governo americano e russo per conquistare il mondo.

      Elimina
    12. Mark scrivi solo tante mavtante STRONZATE! Fiumi e fiumi di parole senza senso. Racconti solo menzogne. Puoi anche scrivere il romanzo dei primessi sposi ma le tue rimangono chiacchere, menzogne. Vergogna! Il tuo tricolore a breve ti ci pulirai il culo.

      Il Nord della penisola tornerà sotto l'Austria, sua patria originaria.

      Elimina
    13. Mark vedo che hai capito cosa volevo dire con la frase"la Blavatsky della golden dawn" bene.oltre al fatto che c'era un personaggio della golden dawn tale W.B. Yeats che arrivo' in breve tempo ai vertici iniziatici, che era la testa di ponte tra la societa' teosofica e la golden d.certo,le battaglie si svolgono su altri piani astrali e poi il riflesso di queste battaglie si manifesta qui in terza densita'cioe' sulla terra.riguardo agli attacchi psicotronici sono convinto che puoi trovare da solo info,sono certo che hai capacita' per farlo.e che dire dell'anonimo che segnala che scrivi solo stronzate?il legaiolo ancora non ha capito che questo blog e' sfacciatamente nazionalista e i nazionalisti veri desiderano riannettere la valle delle meraviglie e tutti i territori panitalianisti come il ticino,malta,dalmazia e istria.inoltre l'anonimo ignorante farebbe bene a studiare perche' il settentrione d'Italia e' l'areale delle tribu'protoitaliche e no di quelle germaniche,in piu' l'austria e' prussiana quindi puzza di moldovalacco e di mongolico ahahah.comunque che ci riprovassero di nuovo gli austrobaffoni e' sempre un piacere spennare la loro aquila a colpi di armi da botta.

      Schwarze Sonne

      Elimina
  7. Non conosci la storia Barone e non credo tu capisca di economia o di siGnoraggio bancario! Lassa perde fatte servi, senza perché e senza mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon per te che sai tutte queste cose professo'., buon per te !

      Elimina
    2. I professori risiedono nelle istituzioni scolastiche di oggi giorno, nei gabinetti, nei parlamenti dei politicamente corretti; atti a professare lo scientifico della menzogna perpetua.  Buon per me che ho avuto un nonno che ha militato nelle file dei giovani SS Italiane quindi, tramandato più corretto.
      Gran parte è stato detto e ripetuto in vero dalle rispose "di cui sopra" aggiungo solo un piccolo aspetto importante, la guerra ci è stata dichiarata da mister churchille e compagni in grembiulino dei vertici alti.... non potevano permettere che l'Italia nazionalizzasse la propria moneta o, peggio ancora, che nel giugno del 1939 la Germania con la legge sulla Reichsbank avesse avuto l'ardire di andare contro la cricca dei speculatori finanziari. Infatti, il 3 Settembre 1939 Inghilterra e Francia dichiareranno guerra alla Germania! Erano trascorsi solo 3 mesi! L’usura finanaziaria e bancaria internazionale aveva fretta! una "infezione" simile NON poteva attecchire in tutta l' E U R O P A....In Germania, per la prima volta da quando nel 1695 si era imposto il siGnoraggio, un governo aveva avuto il coraggio e la forza di nazionalizzare la banca di emissione, riacquistando così, la proprietà della moneta. Guardate oggi il gioco degli Inglesi con un piede dentro e un piede fuori e ci si renda conto per un favore, non tanto a voi stessi, ma ai vostri figli ai quali è già stato rubato il loro futuro....posso esse un po' incazzato per questo?
      Sole piatti

      Elimina
  8. Anonimo 23 quello che deve tacere sei solo tu e quei parassiti che ti hanno messo al mondo. Prima di parlare pulisciti quella bocca piena di merda.

    Sei solo un handicappato cone tanti che crede alle manifestazioni, alle guerrigle, ai gilet gialli, alke sardine, punguini, pantete rose, rettiliani,Topolino, Harry Potter, ed altre stronzate simili. Quello che deve tacere sei proprio tu. VERGOGNATI di esistere.

    RispondiElimina
  9. Gilet gialli, Sardine, Forconi, movimento 5 pecore, Topo Higio, Rettiliani, Elohim, Pantete Rosa, Befane,..... TUTTE STRONZATE ORGANIZZATE DAL SISTEMA SIONISTA per dare una valvola di sfogo a 4 sfigati e ritardati mentali che credono do cambiare il mondo con le manifestazioni e la guerriglia. Questinmentecati perdono solo tempo e fanno perdere tempo ad altre persone.

    GILET GIALLI E SARDINE PERDITA DI TEMPI E PRESA PER IL CULO.

    Mandateli a cagare.

    RispondiElimina
  10. Mark hai detto una cagata colossale. La grande Blavatsky che era parte della Vril Gesellschaft e altre associazioni segrete per la salvaguardia del popolo germanico ovvero nordico-europeo... ovvero ariano... non aveva niente a che vedere con il sionista Garibaldi. Ma proprio niente. Anzi era in totale contrasto sia a livello spirituale che ideologico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco un altro che pensa di fare lo svelto, strappati le orecchie se non capisci, se non capisci quello che dico è un problema tuo, ho scritto per caso che la. Blavatsky era in combutta con Garibaldi? Ahu? Il mio tono era tutto in riflessivo - interrogativo di chi sa di non sapere, voi invece dimostrate solo arroganza e presunzione sparate sentenze senza argomentarle ma chi siete che vi si debba credere sulla parola.
      Blavatasky e Vril devi argomentare invece di sparare sentenze e scappare capisci una discussione come funziona?

      Ahu Garibaldi ha rischiato la vita sul campo di battaglia tu si può sapere che cavolo hai fatto nella vita? Non dirmi che ti sei fatto superare in coraggio dalle Sardine loro almeno quelli alzano il culo.
      aribaldi li mando'affanculo capito professore?
      Mica Garibaldi ha governato ma il Savoiardo, hai aperto un libro di storia sai cos'è la Repubblica Romana? L'unità di Italia ti fa schifo volevi stare sotto il Papa? Mussolini non ti garba? Se sei tedesco perché stai qua vattene dai crucchi fatti dare un passaggio dalla Rackete magari, si da il caso che io sono italiano capisci? Ne ho abbastanza di questi maestrini da libri cuore, io mi rivolgo a chi è in grado di capire, capisci?

      Questo passaggio calza proprio a pennello per voi :
      '' È concepibile che Blavatsky abbia preferito seminare confusione piuttosto che rispondere alle domande di persone che non avevano la capacità di capire.''

      '' Della propria audacia ed eroico desiderio di combattere contro la tirannia H.P.B. non faceva mistero: indossava spesso la camicia rossa a ricordo della sua impresa e più di una volta aveva mostrato le proprie ferite sul braccio a chi metteva in dubbio la sua impresa “garibaldina”.(..) Il 3 novembre 1867 è a Mentana Ci si potrebbe chiedere che cosa faccia Madame Blavatsky a Mentana Nell’Ottocento e nel Novecento, in India, in ambiente induista e soprattutto brahaminico, l’azione di Garibaldi era interpretata come azione della Grande Loggia Bianca, ispirazione anche per il “Risorgimento” dell’Indostan (territorio tra il Gange e l’Himalaya).
      È Surendranath Banerjea, di famiglia brahaminica e seguace di Râmmohan Ray, che presenta in questa ottica durante una conferenza ad Utterpara le figure di Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi, nel 1876. (..) Nel 1897 Lâlâ Lajpat Râi, pubblica a Lahore, in lingua urdu, una biografia di Garibaldi, parte di una trilogia che comprende quella del Shivajî della Gîtâ e di Giuseppe Mazzini. In Lâlâ Lajpat Râi i due avatar manifestano su piano fisico il binomio ideale, archetipico, pensiero – azione, secondo il rapporto che lega il Santo Râmdâs nell’atto di conferire la dîksâ, l’iniziazione, al guerriero Shivajî. Ma mentre la biografia del Mazzini termina con la Repubblica Romana, quella del Generale Giuseppe Garibaldi finisce con l’esaltazione della sua volontà testamentaria d’essere incenerito “al modo dell’ultimo rito degli Arî”.

      Qui occorre notare  notare come il rituale chiesto da Giuseppe Garibaldi nei suoi testamenti fosse, sostanzialmente, quello poi eseguito per il corpo del Colonnello H. S. Olcott nel 1907: non un forno crematorio ma la pira antica, all’aria aperta, ed il dono delle ceneri agli elementi, almeno per la gran parte.
      Nel 1907, sul settimanale “Kesarî”, cioè Il Leone, ad opera di Bâl Gangâdhar Tilak il generale Giuseppe Garibaldi viene descritto, come Vibhûti, al pari del Shivajî della Gîtâ, cioè come manifestazione di poteri creativi di natura divina, attivi in lui come Desabhakta, il devoto della nazione, porsi sul piano sociale del Devabhakta, il devoto a Dio. Lei stessa racconta di essere stata ferita (per difendere Garibaldi) e gettata in un fossa comune in quanto creduta morta, ma di esserne stata estratta e portata in salvo nonché curata dai maestri proprio a Mentana

      Elimina
    2. (dove l’esercito francese giunto in aiuto del papa aveva sbaragliato i garibaldini, munito come era del fucile chassepot modello 1866, a retrocarica, con un otturatore e caricato a cartuccia che permetteva di caricare sino a 12 colpi al minuto).''

      '' Nel 1856 fu di nuovo in Europa ove per il tramite di Mazzini e Garibaldi, dei quali era amica, fu messa in relazione con John Yarcker, Gran Maestro Generale del Rito di Swedenborg e dell’Ordine Orientale antico e primitivo di Memphis-Misraim dal quale ricevette poi l’aiuto per la fondazione della Società Teosofica. In questo periodo (1856) si iscrisse a “La Giovine Europa” ed indossò la camicia rossa seguendo Garibaldi nel Trentino e a Mentana, ove fu ferita così gravemente da essere dimenticata come morta sul terreno. Ritornò in America ed in seguito in India ove si preparò alla grande opera. Nel 1858 ritornò in Russia presso i suoi. Qui conobbe il conte Witte, suo cugino, le cui relazioni sulla vita della Blavatsky sono le più attendibili e le più fedeli.''


      https://www.theosophical.org/publications/quest-magazine/3617-blavatsky-and-the-battle-of-mentana

      Mark

      Elimina
    3. C'è poco dacargomentare. E quello che faccio io sono cazxi miei. Garibaldi rimane solo un massone ebreo di merda. Un maledetto da Dio che ha unito ethnie e culture compketamente diverse su ordine della stessa massoneria. La repubblicavdelle banane è merdabe presto non esisterà più.

      Elimina
    4. La Blavatsky apparteneva alla Vrill Gesellschaft con ruoli ben particolari. Non solo come trammite e canalizzatore verso altri mondi, reami.

      E non ha nienteba che vedere con il tuo ebreuccio merdoso di Garibaldi

      Elimina
    5. Le sardine hanno alzato il culo???!!! LOL AHAHAHAHAH ma cosa hanno alzato quei quatro cerebrolesi???!!!! Ahahahahah. Na chi sono LE SARDINE????!!! Ma svegliati invece di parlare di quegli handicappati che giocano e perdono solo tempo. Assurdo! Sardine, forconi, hilet gialli, gay pride, pinguini, ma chi kazzo sono???!!! LOL ahahahahahaha

      Elimina
    6. Mark smettila di fare il professore che dici solo stronzate

      Elimina
    7. la Blavatsky gioca le stessa partita del criminale mercenario garibaldi sempre e comunque.sono servi scelti di quello che oggi noi chiamiamo sionismo ma che ha radici millenarie,con la solita formula di doppio,triplo e quadruplo giochisti.nel momento in cui si e' iniziati in loggia incomincia un matrimonio con la morte alchemica,dove si e' promesse spose del demiurgo.rimane ignoranza pura quella di alcuni che non vogliono vedere sullo stesso campo di battaglia la blatvasky e il garibaldi,vogliosi di imporsi sui papisti.i giusti cioe' i veri kshatriya non vogliono altro che impiccare i bramini cioe' tutto cio' che e' casta sacerdotale.ma in quel caso era una lotta come spesso accade tra bramini e i piu' bramini finalizzata al genocidio rituale.

      Schwarze Sonne

      Elimina
    8. Non è sicuro che conoscesse Garibaldi e Mazzini, lei non ne parlò e all'epoca nessuno ne scrisse perché era una giovinetta che nessuno conosceva, forse decise di prendersi cura dei feriti... Chissà.
      La Teosofia che conosciamo venne dopo la Blavatsky, le forti inclinazioni cristiane, così come gli insegnamenti di Leadbeater / Besant / Hodson e Bailey erano chiamate pseudo - teosofia dalla stessa Blavatasky di Pseudo-Teosofia .La missione e il lavoro della Blavatsky fin dall'inizio erano ispirati dall'Oriente, la parte più importante della sua formazione, l'istruzione, e la preparazione per la sua missione mondiale era in Oriente, in parte in India, ma in particolare in Tibet e nelle regioni trans-himalayane già prima che la Società Teosofica fosse fondata i suoi Adepti Guardiani si erano identificati come ai Buddisti e sia prima che durante il tempo della scrittura di "Iside Svelata" lei stessa ha descritto agli amici, anche in una lettera esistente ad American Platonist Dr. Alexander Wilder, come "una buddista tibetana" del tipo esoterico. I suoi maestri orientali e istruttori erano personalmente visti e conosciuti da Olcott, Judge, e altri, fin dai primi giorni della società, e mai nessuno ebbe modo di dubitare che ci fosse un influenza rosacrociana - occidentale alla Steiner per intenderci.

      Mark

      Elimina
  11. White Wolf, l'ItaGlia è destinata a scomparire dalla faccia della terra. Ed è giusto cosi. Non è mai stata una nazione. È nata su ordine della massoneria sionista includendo ethine geneticamente e culturalmrnte opposte.

    RispondiElimina
  12. Errata corrige ho scritto di fretta volevo dire stappati le orecchie, (c'è il correttore automatico). Mi scuso.

    Mark

    RispondiElimina
  13. @Schwarzsonne,
    Mark non vuole capire che il suo amato Garibaldi era solo un criminale e massone che ha combattuto solo per soddisfare un progetto della massoneria. Costruire una falsa nazione, un fantoccio. L'Italia. Un insieme di ethnie e culture completamente diverse tra loro.

    ItaGlia = produzione massonica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'Italia esiste al di la' di ogni concetto di nazione,perche' la gran parte dei cittadini Italiane hanno nelle vene sangue delle tribu' protoitaliche che erano presenti in tutto il territorio Italiano dal neolitico.chi no afferra questo concetto probabilmente si sente celtico,etrusco,antico romano (albanesi brachicefali)paleoveneto e protobulgaro,greco,shardanas etc etc.quelli che si sentono ligues o come li chiamava l'antropologo Pende liguroidi sono veramente Italiani.rimane poco o nulla dei liguroidi perche' a loro non interessava affatto scrivere.l'Ialia attuale e' sicuramente di matrice massonica e' evidente ma cambia poco perche' prima del manovrare franco-piemontese era comunque alla merce' di innumerevoli potenze straniere nonche' logge che insegnavano ai popolani simpatiche filastrocche come "con la francia e con la spagna importante e' che si magna".finiva sempre con la regola del bastone e della carota.proprio come hanno fatto le logge per il boom economico italiano o come i mitici anni 80,ma sempre poi con abbondanti dosi di bastonate.pensateci bene quando accettate le caramelle dagli sconosciuti.

      Schwarze Sonne

      Elimina
  14. Mark ma tu sei ubriaco!!! MA COME FAI A DIRE CHE LA BLAVATSKY PARTECIPÒ CON GARIBALDI???!!!!! MA A COSA????! CHE L'AVREBBE FUCILATO QUEL MONGOLOIDE. La Blavatasky NON centra niente con Garibaldi.

    Mark ma che fumi???????!!!!

    Ma ti rendi conto delle stronzate che dici???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che se c'è uno che si fa i cannoni e poi vine a scrivere quello sei tu... La prossima volta ti conviene far decantare un po' di ore e poi a mente più lucida vieni a scrivere magari capirai anche gli altri cosa hanno scritto. Tu parli senza argomentare e pretendi che ti si creda ma sei lucido? Io mi sforzo un minimo di argomentare ma non ho nessuna pretesa di dare lezioni, tu invece la Vril da dove la prendi? Se il primo a parlarne fu il Mattino dei Maghi, mi sa che a non avere niente in mano quello sei te.
      Rimpiangi l'Italia pre-unitaria e anzi la consideri un entità geografica come Metternich, Garibaldi non ha governato lui né Mazzini capisci che è sciocco prendersela con loro invece che con i Savoiardi? Sei patetico non dirmi che a sessant'anni ti sei scoperto tedesco.... Se lo avessero saputo quelli della Thule ti riderbbero in faccia, magari sei anche biondo e alto uno e novanta, sarà una fissa dell'italiano medio credersi tedesco chissà.... Ahahhah

      Mark

      Elimina
    2. È il senso di appartenenza che gli viene meno proprio non avete capito chi è questo "Sole nero " scritto in tedesco? Tempo fa diceva di essere in america e si sentiva un nostalgico faZista ultra cattolico poi, sfaculato da tutti, sparisce. Si ripresenta con mentite spoglie ogni ad ogni colpo di:da da da da'! tratto dal film troppo forte con Alberto Sordi(grande Albertone nostro). Oggi si sente un tedesco e domani chissà!!!! Da da da da' che stavamo dicendo?

      Elimina
    3. Ci avevo pensato per un momento , il nostro ahahahh

      Mark

      Elimina
  15. Madame Helena Blatavsky (Eléna Petróvna von Hahn, Еле́на Петро́вна Ган coniugata Blaváckij; anglicizzata in "Helena Madame Blavatsky")
    è stata una filosofa, occultista e medium di nazionalità russa, con discendenze tedesche, fù membro attivo all'interno della Vrill Gesellschaft, "Die Herren vom Schwarzen Stein Gesellschaft" insieme a Maria Orsitsch. Società pangermaniste contrarie a qualsiasi forma di mix razziale e culturale, quindi latinizzazione .... quindi unità d'Italia o altre ca*ate simili.

    RispondiElimina