Pagine

venerdì 4 marzo 2016

Giornalista francese arrestato perché ha collegato gli israeliani ai fatti del false flag di Parigi



di: Kevin Barrett

Di Hamza, il “crimine”: Egli ha rivelato l’origine israeliana dei famosi corpi macabri, nelle foto delle vittime, alcuni in posizioni apparentemente impossibili, sparsi in tutto il pavimento sporco di sangue della discoteca Bataclan. Quella foto, la cui autenticità è stata messa in discussione dai media alternativi, è la base del collage di David Dees ‘sulla copertina di un’altro False Flag francese? dal titolo Tracce insanguinate da Parigi a San Bernardino .
L’arresto di Hicham Hamza è esempio di come la grande tradizione francese di Liberté è stata accartocciata e gettata nella Senna, sulla scia del false flag del 11/13. Lo stato di emergenza che seguì all’attacco è stato ufficialmente prorogato fino Maggio, senza alcuna prova o ragione data, e la sua durata può divenire “a tempo indeterminato”, per tutti gli scopi pratici, permanenti .



Hicham Hamza è praticamente l’unico giornalista investigativo in Francia con il coraggio di mettere in discussione le storie ufficiali del Charlie Hebdo e gli attacchi del 11/13.  (…..)
Qui di seguito la traduzione dell’articolo di Hicham Hamza che descrive il suo arresto.







Kevin Barrett

Arrestato dalla polizia perché indagava sugli attacchi di Parigi Hicham Hamza.  
Panamza.com

Un giornalista e fondatore del sito di indagine indipendente Panamza , è stato messo in stato di detenzione per sette ore dalla polizia per un articolo in cui ha rivelato l’origine israeliana della fotografia sconvolgente del Bataclan.

“Lunedì, 22 febbraio mi sono recato di mia volontà alla stazione di polizia in risposta a una citazione per reati contro la persona alla caserma, che si trova nel 13° borgo di Parigi.
Il giorno prima, avevo ricevuto un messaggio vocale “urgente” da un funzionario della direzione della polizia giudiziaria che mi chiedeva di chiamarlo subito. Il motivo: il mio articolo del 15 dicembre intitolato “Bataclan Carnage: La foto è scioccante ed è stata diffusa da Gerusalemme”

Avevo familiarità con i locali della Polizia Giudiziaria, in quanto ero stato invitato altre due volte per rispondere a denunce per “diffamazione” contro di me da Caroline Fourest e Pierre Bergé.




 La foto pubblicata dal giornalista del Bataclan di Parigi


Sorpresa! Questa volta, all’arrivo sono stato “messo in custodia cautelare” a seguito di un’indagine preliminare da parte del procuratore di Parigi. L’ufficiale mi ha informato che ero sospettato di aver commesso – pubblicando il mio articolo – dei seguenti reati: “violazione del segreto di indagine”, “la pubblicazione di un’immagine che nuoce gravemente alla dignità umana” e “premeditata violenza volontaria senza ITT. “*
Sì, avete letto bene.


Allora cosa è successo dopo?

Sono stato condotto in cella per attendere l’arrivo del mio avvocato Isabelle Coutant-Peyre in modo che potesse essere presente, come la legge consente, durante il mio interrogatorio.
Dopo l’interrogatorio, mi hanno fatto leggere e firmare i verbali delle mie affermazioni. Sono stato poi reso alla detenzione in attesa della risposta della polizia. Cinque ore dopo ho lasciato la vecchia stanza che puzzava di muffa chiusa a doppia mandata per sapere che nessuna decisione era stata presa dal Procuratore della Repubblica.

Mi è stato finalmente consentito di raccogliere le mie cose e andarmene.  





I meriti del caso?
 

Pur seguendo il sentiero tortuoso della scioccante strage , con le foto anonime del Bataclan, non avevo fatto altro che il mio lavoro di giornalista investigativo. Il mio obiettivo era quello di documentare pienamente le mie fonti. Così nel mio articolo, ho inserito l’URL della prima pagina web contenente l’immagine non offuscata del Bataclan (che avevo scelto di mettere sul mio sito).
La fonte originale della foto si è rivelata, stranamente, essere un tweet pubblicato da un’organizzazione israeliana guidata dal neoconservatore statunitense Mark Gerson.


La mia pratica – che è sempre costosa e rischiosa – del giornalismo web ultra-aperta è la garanzia di affidabilità per i miei lettori: io do loro le mie fonti per controllare in modo che possano giudicare da sé la veridicità delle mie informazioni.
Oggi, il procuratore di Parigi – che riferisce direttamente al Ministero della Giustizia – ha sostenuto che avevo presumibilmente “violato la segretezza delle indagini” e impegnato in “violenza volontaria premeditata” nel “diffondere” le foto incluse in questo tweet.
Debitamente annotato.

Lo avevo già affermato nell’interrogatorio, e impugnato con grande forza la validità di tali accuse.

L’ufficio del procuratore di Parigi, diretto da François Molins, ha ora sei mesi di tempo per decidere se incriminarmi.  

Nel mirino

Tenete a mente che il 1° dicembre, il Governo Valls aveva annunciato – tramite il suo delegato interministeriale Gilles Clavreul – la sua ostilità contro di me, confessando goffamente che avrebbe cercato tutte le “scappatoie legali per perseguire (Hamza).”

Nel frattempo, l’arrivo di Jean-Jacques URVOAS a capo del Dipartimento di Giustizia è stato accompagnato, più discretamente, da un altro cambiamento poco noto. Thomas Andrieu, il direttore della libertà pubbliche e gli affari legali dell’Ufficio del Ministero dell’Interno (ex braccio destro di Manuel Valls) è nominato il 5 febbraio Capo di Gabinetto del nuovo Ministro della Giustizia.



Nella foto i primi due da destra verso sinistra, l'ebreo elitario Bernard Henry Levy e uno dei suoi camerieri Manuel Valls Primo Ministro francese.


Il 2 dicembre avevo pubblicato un articolo su questo stretto collaboratore della rete pro-Israele. L’architetto capo dello stato di emergenza, Thomas Andrieu era stato precedentemente accusato di aver promesso al governo ( mai mantenute) di dissolvere la Jewish Defense League. (Nota del redattore: Responsabile per decine se non centinaia di attacchi terroristici, e innumerevoli migliaia di minacce di violenza, la JDL è stata ufficialmente dichiarata organizzazione terroristica da parte dell’FBI,( ma solo una dichiarazione di facciata in effetti essa non può essere perseguita dall'FBI perchè gli ebrei diriggono la gran parte delle strutture governative americane NDR),  ma a causa del potere della lobby sionista rimane legale in Francia, Canada e altri paesi.)

Un dettaglio che la dice lunga: Nel mio articolo “Bataclan Carnage: La foto scioccante è stata diffusa da Gerusalemme,” Ho anche posto delle domande circa la JDL, sottolineando che questa milizia sionista e razzista, che viene tollerata in Francia (ma considerato un gruppo terroristico del Stati Uniti e Israele) avevano pubblicato direttamente la fotografia raccapricciante Bataclan sulla home page del suo sito web.


Noi ancora non conosciamo tutti i dettagli circa la provenienza e la catena di custodia della foto in questione, che è stata progettata per suscitare il terrore, e la cui autenticità è stata molto discussa dai media alternativi stranieri. Quello che sappiamo è che è apparso sul sito web di un webmaster con sede a Gerusalemme.

Non dovrebbe esserci nessuna sorpresa che la Jewish Defense League – un piccolo gruppo legato a reti simili di estrema destra israeliana – avrebbe potuto pubblicare la foto senza attirare l’ira di Bernard Cazeneuve, il Ministro degli Interni è estremamente compiacente con il movimento sionista e la sua base operativa in Francia: il Mossad.

Sorpresa, sorpresa: insieme al titolo esplicito “Bataclan foto delle vittime,” l’immagine scioccante, la cui pubblicazione da parte della JDL è stato poi esposto un mese più tardi da Panamza, da allora è stato sostituito da un fuori tema che illustra e mostra … i sedili della discoteca.

Qualcuno nelle alte sfere deve aver protetto la JDL da qualsiasi citazione di polizia, chiedendo loro di rimuovere la fotografia.

Quanto a me: per rivelare la fonte israeliana dell’immagine, che è stata manipolata attraverso i social media per instillare la paura e l’accettazione di misure di sicurezza draconiane, sono stato arrestato dalla polizia, su richiesta dei pubblici ministeri, per sette ore.
Ora sono sotto la minaccia di nuove sanzioni penali che possono portare, questa volta, a una pena detentiva.



Lo stato di polizia proclamato al seguito  dei presunti attacchi terroristici del 3/11/15 a Parigi, che colpisce però la libertà dei cittadini e non i terroristi; il tutto mente si continua a importare mercenari e jihadisti in Europa con la scusa di accogliere profughi.


Non mi faccio illusioni circa i grandi media tradizionali, con la loro completa indifferenza alla mia detenzione. Dopo otto anni che esercito le mie capacità di reporting di indagine su argomenti tabù, vale a dire il movimento sionista i false flag e il terrorismo, io rivendico la condizione di outsider rispetto alla professione, come giornalista – e prendo a prestito una frase di Glenn Greeenwald – ” non ho mai fatto parte del circo.”**

Non conto più sul sostegno pubblico di certe personalità e associazioni che sono generalmente impegnati nel contrastare la disinformazione o il regime di apartheid di Israele: la maggior parte hanno purtroppo accettato di diventare gli utili idioti del governo Valls, fino al punto di offrire la denuncia alla moda, degna dei vecchi regimi totalitari, dei “teorici della cospirazione”. Questa frode intellettuale è stata progettata per demonizzare chiunque sfida i pronunciamenti ufficiali.
 

Conto su voi, fedeli e benevoli lettori.
 

Il vostro sostegno è la mia roccaforte.
 



Note del traduttore:

* “Senza ITT” significa violenza che non ha provocato nessuno, anche se solo temporaneamente disattivata…

** Non credo Greenwald abbia usato la parola “harem” in questa citazione circa i presstitutes, ma non riesco a trovare l’originale, quindi se eventuali lettori possono dare una mano, per favore mi illumini nei commenti.
 





Fonte: Veteranstoday


Fonte articolo: controinformazione.info







articoli collegati:


analisi-dellattacco-terroristico-di.html 


lattacco-terroristico-parigi-lennesimo.html


attentato-in-franciala-solita-strategia.html 


madsen-ex-funzionario-della-nsa-gladio.html


attacco-parigi-e-strategia-della.html

15 commenti:

  1. Per sapere chi comanda basta farsi solo una domanda :" Chi non posso criticare?".

    RispondiElimina
  2. Mi scuso se cambio argomento. Segnalo questi ottimi articoli del grande Bibhu Dev Misra che confermano la verità della cosmologia dei Purana su cicli cosmici e ritrovati fossili.
    Ottimi anche gli articoli sull'antico egitto che confermano come ci sia una continuità fra India ed Egitto grazie alla comune civiltà atlanto mediterranea.

    https://grahamhancock.com/dmisrab6/
    Bibhu Dev Misra | See: http://bibhudev.blogspot.com/
    A Day and Night of Brahma: The Evidence from Fossil Records

    The Opet Festival of Ancient Egypt: Has it been derived from the Jagannatha Rathyatra of Puri, India?
    Evolution by Catastrophe: Does it indicate Intelligent Design?
    Petra, Jordan – Is it an ancient Shiva Temple complex?
    The journey of Jagannath from India to Egypt

    RispondiElimina
  3. WW di Trump cosa pensi? È un burattino tipo Obama oppure è veramente antisistema?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me è un altro bidone tipo grillo...

      Elimina
  4. Trump è veramente un personaggio particolare, pare che il potere sia contro di lui, questo non è una certezza, potrebbe essere un inganno, però c'è da dire che non ha bisogno dei loro finanziamenti per andare avanti, che sia un cane sciolto? Uno scontro tra plurimiliardari? Uno scontro tra diversi poteri? Perché attenzione che trump non è solo, dietro ci sono altri che lo portano avanti, e forse questi sono stufi del potere sionista in America? Potrebbe essere per adesso prima di dare giudizi aspettiamo delle verifiche concrete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @WW

      sinceramente non riesco ad immaginarmelo un miliardario che si mette contro quelli con la kippa...

      secondo te lui è diventato così ricco grazie a chi?
      alla sua bravura?

      io alle favole non ci credo nemmeno se mi pagano

      Elimina
  5. Infatti non credo proprio che trump si sia fatto da solo, queste sono favole per idioti, ma credo che ci sia uno scontro di poteri, e non a caso lo stesso ha proclamato più volte di avere stima di Putin, se questo serva per accalappiare una parte di americani che ormai stanno capendo il gioco non posso dirlo ancora, ma che ci sia uno scontro interno questo lo so per certo, ho avuto delle verifiche su questo punto, e molti esponenti militari e politici americani hanno capito che sono governati dalla cricca usuraia che di americano hanno solo il falso nome per cammufarsi. In questo contesto l'ascesa di Trump in politica è voluta da queste forze, che non è che sono buoni ma vedono un pericolo per loro stessi e l'America in un avanzamento dell'aggressione contro la Russia. In pratica in America si sta assistendo ad uno scontro silenzioso tra diverse forze, Trump ha parlato in alcune interviste dei fatti dell'11\9 e ha fatto notare che le cose sono poco chiare, li sta minacciando e gli sta mandando dei messaggi indirizzati a loro, non potrebbe farlo senza avere le spalle coperte, la mia analisi è che Trump sia parte di queste forze opposte, non dico che siano buone ne cattive, dico solo quello che mi risulta, per il resto staremo a vedere, non possiamo fare altro al momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. innanzitutto grazie per la risposta...
      per come la vedo io, quando i ricchi si fanno la guerra, muoiono i poveri...

      per questo donald è credibile come l'omonimo papero della disney

      Elimina
  6. Non sarei sicuro di questo, i potenti si ammazano sempre fra loro, è inevitabile, e se si uniscono è sempre e solo per interesse, interesse che dura il tempo necessario prima che si scontrino per avere la meglio, io mi preoccuperei seriamente se si unissero, ma questo non avverrà mai la loro natura inferiore non lo permette, le masse in una sua parte sono come i padroni per questo periscono nelle guerre dei potenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho un po di dubbi a riguardo, comunque chi vivrà vedrà XD

      Elimina
  7. Condivido in pieno (anche se so che mi sto ripetendo e rischio di non essere credibile, ma lo sono per me) la tua disamina WW....guardate che non sono mai stato un antisemita, nè un nazista, anzi, quando ero ancora un idiota votavo a sinistra. Ma poi, credo per tutti, perlomeno per quelli che non hanno interessi o non vogliono intendere, ho capito tante cose sugli ebrei, sui sionisti, sul giudaismo, l'islam ed il cristianesimo, su chi manovra questi baracconi o matrix...al punto da rivalutare anche personaggi molto scomodi!!! Un abbraccio Lucio Astarti

    RispondiElimina
  8. pubblichiamo un commento da parte di Luigi Pastorello per problemi tecnici.

    Luigi Pastorello:

    Scordatevi per favore Putin, Obama, la Merkel, Cameron, Castro ecc. Nessuno politico, ripeto nessun politico ad alto livello internazionale può attuare MINIMAMENTE, ripeto MINIMAMENTE politiche che siano NON IN LINEA ASSOLUTA, RIPETO ASSOLUTA con il volere dell'Elite dominante. Se qualche capo di Stato o Paese (ad es. Islanda) riesce con successo ad attuare politiche apparentemente in contrasto con i piani mondialisti-NWO e a giusto sostegno del popolo che lo ha eletto più o meno democraticamente (ad es. Orban in Ungheria, Putin in Russia che sta diminuendo il debito pubblico e contrasta efficacemente le politiche finanziarie usuraie internazionali) ebbene anche questo è 1) O tollerato dai Signori del mondo, in attesa di riportare al momento opportuno il tutto "nei ranghi" (ad es. l'ottavo presidente A. Jackson 1821 -28 subì ben 2 attentati, si salvo miracolosamente ed alla scadenza del 2° e ultimo mandato fu sconfitto dal suo avversario, che per ovvie ragioni, riprivatizzò la banca centrale Usa, oppure 2) Egli è favorito-permesso per creare antagonismo in funzione dividi et impera. Come si fa a non vedere un parallelismo tra l'azione di un Putin, che è amatissimo dal suo popolo, perchè gli ha aumentato il benessere economico e un Hitler che controllando la banca centrale e sfuggendo alla piaga del signoraggio usuraio, dette prosperità al suo popolo con una moneta sovrana esente da debito? E se un domani un false flag da una parte o dall'altra (non importa) innescherà una terza guerra mondiale, il popolo salvato prima dalla miseria e dallo sfruttamento straniero, con l'onestà del "giusto" capo di Stato, non lo seguirà sino all'inferno se richiamato alle armi? Sostituite un Hitler, Mussolini o Hirohito con Putin, il leader cinese Xi jinping o il leader nord coreano Kim Jong Un e abbiamo la fotocopia pari pari di un copione già visto nel '39 che ha funzionato e può funzionare ancora!!.O credete che se l'elite non volesse, non porterebbe a più miti consigli CHIUNQUE ripeto CHIUNQUE?!.

    RispondiElimina
  9. continua

    Persino la carica di Papa è stata "normalizzata" ben 2 volte solo negli ultimi 40 anni (Albino Luciani avvelenato nel 1978 e Ratzinger costretto a dimissioni!?! nel 2013). E che dire di Gheddafi, tollerato per più di 30 anni e "neutralizzato" in meno di una settimana. Saddam Hussein, Faysal nel '75 in Arabia Saudita, e -par condicio- Yitzhak Rabin nel '95, Kennedy, Lincoln ecc. Fateci caso che molti sono uccisi da pazzi o cani sciolti guarda un pò il destino! E gli esecutori killer sono anch'essi uccisi poco dopo. I Romanov in russia nel 1917 prima con Kerenskij (rivoluzione di marzo borghese) e poi con Lenin (rivoluzione d'ottobre bolscevica e proletaria ). Infatti i Romanov erano l'ultima dinastia reale europea che non aveva ancora privatizzato la banca centrale, che emetteva i "suoi" corrispondenti rubli reali controllando la riserva aurea nazionale), o in termini MOOOOLTO minori lo stesso Berlusconi nel 2011, e dopo Letta troppo debole per l'elite in Italia, Sankarà, Allende in Cile ecc. L'elenco non è lunghissimo ma è abbastanza corposo e se rispolveriamo la storia alla luce di ciò che sappiamo, non è difficile comprendere il tutto. Ecco perchè Hitler permise all'esercito inglese di salvarsi a Dunquerke. La wehrmacht lo poteva annientare nel 1940 e la guerra in europa era già quasi e bell'è finita, se il Regno Unito fosse stato sconfitto in quel frangente!! Schierarsi con uno o con quello è stupido (vedi Giulietto Chiesa che dice di stare con la Russia in funzione anti Nato, perchè lo "zar" Vladimir lui si che è buono e che combatte realmente l'ISIS, non come quei corrotti dei "cattivoni" americani guerrafondai e dell'inquilino burattino delle lobby nella casa bianca) SIGNORI TUTTO IL MONDO E'UNA LOBBY COSTITUITA COME SOCIETA' PER AZIONI. PUNTO!!Il resto è pia illusione o raccontarsi le favole o come dice Albanese alias Alex Drastico "Signori miei non confondiamo lu mummulu con la minchia!!". Scusate la brutale franchezza ed anche una certa apparente supponenza non voluta. Spero che la mia analisi possa rivelarsi limitata o fallace.....ma non credo!

    RispondiElimina
  10. l'analisi di LP non fa una piega
    chapeau

    RispondiElimina