Pagine

venerdì 5 febbraio 2016

La jihad dello stupro: Dark Days for Europe




di: Lasha Darkmoon

Tratto da Rape Jihad: Dark Days for Europe

Il futuro per l’Europa appare desolante. È cambiato oltre ogni riconoscimento negli ultimi anni. Cosa ne sarà tra vent’anni è meglio lasciarlo alla fantasia di uno scrittore horror.
Nell’epicentro pulsante dell’Europa, il cancelliere tedesco Angela Merkel assume il ruolo del Pifferaio di Hamelin, che porta il suo popolo e il resto d’Europa alla perdizione. Il Papa e i suoi cardinali, allo stesso modo, ben ammortizzati in Vaticano dalla dura realtà dell’esistenza, consigliano di prendere ancora più “rifugiati”, altrettanto indifferenti alla scomparsa imminente dell’Europa e la distruzione dei suoi popoli indigeni.


Allo stesso tempo, in Svezia, capitale dello stupro in Occidente, il bovino governo svedese ha messo a punto la brillante idea di offrire “una formazione da cecchino” per i migranti musulmani, chiamandola eufemisticamente “tiro al bersaglio”. Lascio indovinare a voi chi saranno gli obiettivi più probabili.





Solo di recente una giovane operatrice di soccorso svedese, Alexandra Mezher, 22 anni, è stata accoltellata a morte in un centro profughi per minori di Göteborg da un richiedente asilo somalo completamente adulto che fingeva di essere un bambino orfano indifeso. 
Molti dei “bambini rifugiati” musulmani in Svezia sono in realtà adulti che esibiscono folte barbe. A Stoccolma, nel 2015, un gruppo di presunti “bambini rifugiati” provenienti dal Nord Africa ha brutalmente violentata una ragazza svedese per diverse ore. Dubitate del racconto, se lo preferite, ma riflettete: ci sono troppe storie come questa perché tutte siano false. Non c’è fumo senza fuoco.

Proprio mentre scrivo, si parla del trasferimento nel Regno Unito di un contingente di 3000 profughi “bambini”. Quanti di questi avranno la barba è ancora da indovinare.
Parlando di barbe, ascoltare questo. Ancora una volta un veloce sguardo alla perfida Albione, paese di nebbia e malinconia e oggi, ahimè, di cappellai matti. Un passo avanti verso il Vescovo di Londra, il reverendo Richard Chartres, numero tre nella gerarchia della Chiesa d’Inghilterra. Egli ci dice che ha appena scoperto un modo brillante per conquistare i cuori e le menti dei nostri fratelli musulmani. “Recuperate la tradizione irsuta di epoche precedenti”. Il buon vescovo ricorda solennemente al suo clero. “Entrate in contatto con i musulmani facendovi crescere la barba”.



  Nella foto Alexandra Mezher


Questo consiglio episcopale per gli ecclesiastici viene interpretato dagli intellettualmente ritardati come un consiglio a tutti gli uomini in generale: fatevi crescere la barba, se volete che i Musulmani vi trattino con rispetto.

Il mondo diventa più pazzo di minuto in minuto.

C’è un vecchio proverbio che dice: “Quelli che gli dei vogliono distruggere prima li fanno impazzire”. Se lo preferite in latino, Quos Deus vult perdere, dementat prius.
Emergendo dalla melma verde, ecco Bill Maher, conduttore televisivo ebreo, comico e commentatore politico, che guarda nella sua sfera di cristallo e si fa una bella risata alla fine imminente della razza Bianca:

“Tra qualche tempo in un lontano futuro, la gente marrone probabilmente si sarà – e lo dico senza giudicare – riprodotta fino ad arrivare al potere sia in Europa che in America. Le popolazioni arabe stanno crescendo in paesi come la Francia e l’Olanda, e credo che tutti noi vediamo dove sta andando questa faccenda messicana in America.
È giusto, dato che scopano di più, le persone dalla pelle scura arriveranno a governare il mondo! E i bianchi, per la propria autoconservazione, dovrebbero iniziare a essere gentili con loro! Gentili!”



 Bill Maher


Non c’è alcun dubbio su questo. Il genocidio bianco nelle patrie europee è attualmente in corso. Sta avvenendo in questo momento, anche mentre leggete queste righe. E questo ha ricevuto il pieno sostegno della comunità ebraica organizzata in Europa e negli Stati Uniti. Ma già abbiamo citato anche alcuni ebrei individuali: Barbara Spectre, il generale Wesley Clark, Bill Maher, e il subdolo teorico anti-bianco Noel Ignatiev è a bordo anche lui. Lasciamo l’ultima parola allo scrittore israeliano Yigal Ben-Nun:

“La migrazione araba è stata la cosa migliore che è accaduta in Europa negli ultimi 50 anni. Gli Arabi in Europa sono un dato di fatto. È il momento che iniziamo ad accettare che non c’è modo di bloccare la migrazione di Cinesi, Pakistani e Arabi verso l’Europa. È vero, l’Europa non sarà quella di un tempo, ma questa è una buona cosa. Più arrivano migranti provenienti da Africa e Asia, meglio sarà l’Europa. Prima o poi, i loro figli e nipoti si sposeranno in antiche famiglie europee e cambieranno la demografia dei loro paesi. L’Europa sarà diversa.” 



La jihad dello stupro che vediamo in suppurazione in Europa come un pus nero è sintomatica di una malattia mortale. I risultati finali diabolici del multiculturalismo e dell’immigrazione di massa possono essere evidenziati e riassunti in due parole: GENOCIDIO BIANCO. Il genocidio bianco è infatti il destino che attende l’Europa, e quindi l’America e le altre terre dei popoli europei, a meno che questa malattia mortale non venga portata rapidamente sotto controllo.

Concluderei questo scritto con la pubblicazione di un breve video che dice più in cinque minuti di quanto ho potuto dire io in 5000 parole. Questo video dolorosamente triste, anche se con tono trionfale e con aria di sfida ottimista dice che cosa è in gioco se perdiamo l’Europa – la nostra preziosa Madre Europa, fonte della nostra linfa vitale e di tutti i valori che ci stanno a cuore.













articoli collegati:



























9 commenti:

  1. WW secondo te la velocità di " sveglia" è abbastanza alta!? Cioè prima che succeda ciò lo potremo bloccare!?

    RispondiElimina
  2. Credo fortemente che sarà così, sono le leggi cosmiche a dirlo, ogni causa ha un effetto,e sta arrivando la grande sveglia, certamente le ripercussioni per loro saranno crudeli.

    RispondiElimina
  3. ci sono due cose interessanti che ho notato negli ultimi tempi nei vari commentatori che seguo, la prima è che la percentuale di gente che si è messa sulla starda del risveglio è circa il 30%, questo ha parzialmente modificato per forza di cose gli sforzi dell'elite, invece che puntare sulla repressione del risveglio pare abbiano mollato l'osso per dedicarsi a mantenere chiusi i canali di percezione di quelli che ancora non sono sulla strada. il concetto che ne consegue è la POLARIZZAZIONE della società, troll e debunker sono sempre più raffinati propinando sempre più spesso le mele avvelenate a biancaneve. Questo cosa produce ? produce quando le notizie farlocche fanno presa nelle anime che stanno lavorando coscientemente un disorientamento mentre nelle altre creano altre ancore per renderle più sicure del loro sonno. un aneddoto per spiegare la situazione: qualche mese fà con un ora EX amico ebbi una discussione sulle scie chimiche, mi lasciò parlare per una buona mezzora e man mano che andavo avanti comprendevo come non capisse asolutamente nulla di come gli spiegavo il fenomeno, a seguire quando decisi che era inutile insistere ebbe una reazione di rabbia e aggressività fuori ogni misura, questo mi fece comprendere definitivamente come chi non vuole svegliarsi non lo farà mai (il mio ex amico chiacchierava sempre di valori positivi meditazione ecc però poi appena aveva le vene vuote doveva correre in piazza, ed è triste vedere in condizioni del genere uno che ha già varcato la soglia dei 50 e che se ne era tirato fuori da più di un ventennio).
    Chi si sta svegliando o è già sveglio, finora si è confuso nella massa per sopravvivere, ora invece a breve si creeranno due velocità evolutive e una parte della società resterà indietro. La quantità di cose che dovranno fare quelli che si stanno svegliando sarà a dir poco immensa, dopo il periodo inevitabile di caos si ripartirà da zero ma con maggior consapevolezza e le idee ben chiare, sorgerà una nuova casta di controllo che potrebbe essere politico sacerdotale (secondo le vecchie concezioni) ma sarà qualcosa di assolutamente nuovo.

    la sveglia non ci sarà solo per i cattivi verremo tutti messi davanti a noi stessi, come dice brizzi verremo tutti portati vicino al punto di rottura, in qualsiasi modo dovremo "vegliare". come dicono in molti c'è poco tempo.

    jj

    RispondiElimina
  4. Parlare di spiritualità è una cosa mettere in pratica è molto ma molto difficile,ma questo vale per tutti non solo per il tuo amico,comunque il tempo semmai è un problema per loro, noi nn abbiamo questi limiti, perché le cose peggioreranno è sarà il caos totale, un caos che non possono gestire come pensano, i loro servi saranno i primi a pagare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caos di breve durata spero...io ho sempre sognato una vita tranquilla in campagna...non voglio un caos alla film in cui si uccide per niente!

      Elimina
    2. quello che succedera non lo si può prevedere in anticipo, lascia stare i film sono solo propaganda, il caos di cui noi parliamo riguarda il loro sistema, in nessun caso ci può essere una situazione di tutti contro tutti,sono solo cazzate da film che servono a installare nella mente dei deboli che devono accetare lo stato di polizia, qui si parla di collasso del sistema, per essere chiari siamo gia in questa fase, poi certamente nelle grandi città se la vedranno brutta in ogni caso questo assodato.

      Elimina
    3. Grazie mi hai rassicurato! Quindi il disastro sarà solo per "loro?"

      Elimina
  5. ....io ho sempre sognato una vita tranquilla in campagna...

    è arrivato il momento di fare quella scelta, la miccia è accesa e non ne è restata molta. la vita in campagna può essere dura ma mai così devastante come nelle città. prima e seconda in città qui ha voluto dire fame, un fazzoletto di terra e un buco per gli animali la sopravvivenza. il caos pesante tende a durare poco perchè necessita di energia quindi il caos pesante è sempre fatto apposta e non frutto di dinamiche che si scontrano come dicono i ciarlatani della sociologia. E' ora che tiri i dadi ... adesso.

    jj

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi durerà qualche mese?

      Elimina