Pagine

martedì 14 luglio 2015

SILVANO BORRUSO: HITLER E STALIN FURONO DELLE VITTIME DEL CONTROLLO MENTALE NELL'ISTITUTO TAVISTOK




In questa  interessante intervista condotta da ACCADEMIA DELLA LIBERTA 
viene intervistato Silvano Borruso uno scrittore,ricercatore autonomo e libero pensatore che nella sua carriera si è occupato di agronomia, filosofia ed economia. 

Ci raccontano in questa intervista inedita di come stalin e Hitler potrebebro essere stati delle vittime del controllo mentale conosciuto poi dagli scandali della CIA affluiti all'opinione pubblica negli anni 60 come mk ultra poi divenuta nell'era odierna progetto monarck, all'epoca centro di queste sperimentazioni per il controllo delle menti era l'istituto  TAVISTOK in Inghilterra.




  Silvano Borruso

In pratica negli anni in cui si persero le tracce storiche di Hitler  si presume che sia stato detenuto all'istituto Tavistok in Inghilterra,dove gli fu fatto il lavaggio del cervello per controllarlo mentalmente per poi insediarlo al potere in Germania dove fu messo a capo del partito nazionalsocialista tedesco,grazie agli infiniti finanziamenti che gli venivano erogati e dopo anche allo stesso partito,per creare un opposizione controllata in cui i vertici erano controllati direttamente dall'elite usuraia globalista.





Lo stesso discorso vale per Stalin che anni prima della rivoluzione comunista venne sottoposto alle tecniche di manipolalzione mentale dell'istituto Tavistok per poi essere messo a capo del partito comunista che ricordiamo fu finanziato anche esso dalla stessa elite mondialista per attuare la rivoluzione Russa in modo da appropriarsi degli enormi giacimenti petroliferi e energetici della Russia e che mise fine al potere degli Zar massacrando la famiglia Romanov.


LINK DIRETTO AL VIDEO: LA QUESTIONE DI HITLER - STALIN ED IL TAVISTOK - BORRUSO

6 commenti:

  1. Hitler era solo un pupazzo controllato dall'alto!Infatti aveva rapporti con le industrie americane

    RispondiElimina
  2. Gli aerei della Lutwaffe non avrebbero potuto decollare senza un addittivo venduto dagli Usa .Nella fase iniziale ci fu poi un regolamento di conti all’interno del nazismo , il grande captale andava rassicurato , furono tolti i cattolici conservatori , i vertici delle SA rivali delle SS , la sinistra del partito facente capo a Stracher .
    Tolto di mezzo Röhm, Himmler diede un maggior peso alla Staatpolizei o Gestapo, divenendo così uno degli uomini più potenti del nazismo secondo solo a Hitler le idee di Himmler in tema di razza, riti e di misticismo compenetrarono l‘intero fenomeno razzista, combinandosi in uno dei culti più pericolosi della storia Himmler cominciò a trasformare le SS in un ordine religioso pagano. Il quartier generale del culto era il castello medievale di Wewlsburg Nessuno poteva accedervi se non espressamente inviato da Himmler in persona, la Chiesa cattolica sosteneva la crociata anticomunista del Partito nazista, e gli inglesi in fondo, durante la guerra anglo-boera all’inizio del secolo avevano usato anche loro i campi di concentramento Himmler, d’alto canto, desiderava più di ogni altra cosa la distruzione non solo della Chiesa ma della religione cristiana.
    quando i nazisti bandirono le sette occultiste, fornirono involontariamente una nuova arma agli Alleati occidentali. La rete delle logge – con le sue frasi in codice, la sua simbologia segreta – si estendeva all’Europa intera e si prestava a essere sfruttata dai servizi segreti. i futuri romanzieri Dennis Wheatley e Ian Fleming si trastullarono con l’idea di servirsi ai danni del Terzo Reich, dei contatti di Aleister Crowley in Germania (oltre che nelle varie società segrete europee e americane). Chiuse le logge e messi sotto chiave massoni, teosofi, thelemiti, i vertici nazisti, erano ancora popolati di folli mistici. Va notato che il vecchio collega propagandista di Crowley, Viereck, lavorava per l’apparato nazista di New York. Himmler era ossessionato dall‘idea che dietro i servizi segreti britannici ci fosse l‘Ordine dei Rosacroce e il MI 5 reclutasse seguaci di dottrine occulte. Bisognava solo convincerli che The Link era abbastanza influente da poter rovesciare il governo di Churchill e rimpiazzarlo con uno più malleabile, che avrebbe felicemente negoziato una pace separata con Hitler. Ma quale dirigente nazista poteva essere così ingenuo da lasciarsi incastrare? Rudolf Hess era sempre stato anglofilo e da diverse fonti emerge un dato importante: Hess aspirava alla pace con l‘Inghilterra perché la Germania doveva concentrarsi contro il vero nemico: l‘Unione Sovietica. Tramite un astrologo svizzero amico di Fleming furono passate a Hess informazioni astrali (che transitarono anche attraverso il professor Karl Haushofer Molti in Germania sospettarono che Hess fosse attirato in Scozia dai servizi segreti britannici. quella sul rapporto tra guadagno economico e salvezza dello spirito. In altre parole la ricerca del consenso per servire allo stesso tempo Dio e mammona. Con la formulazione di questi principi, la divisione dl lavoro diviene uno strumento indispensabile, perché valorizza l‘imprendività, ma nel contempo legittima anche la diseguaglianza e lo sfruttamento dell‘uomo sull‘uomo, che vi sono insite. Questa concezione favorisce la frantumazione settaria e nella realtà distrugge ogni forma di solidarismo, spezza l‘etica della fratellanza universale, contrapponendovi un‘etica individualistica o di gruppi ristretti che, come ulteriore conseguenza, portano la lotta tra i vari gruppi ai limiti estremi

    RispondiElimina
  3. La competizione, la violenza, la repressione diventano, in quanto teologicamente giustificate, l‘unico motore della storia. È proprio tra il XVI e il XVIII secolo, in perfetta sincronicità con la nascente Massoneria, che nascono e si espandono le Borse Quando il 4 gennaio 1933 Hitler in persona fu invitato alla Banca Schroeder da un gruppo di industriali tedeschi che diedero a Hitler il denaro per superare la crisi economica e schiacciare il movimento operaio, due statunitensi furono presenti: John Foster Dulles e suo fratello Allen. L’anno successivo Allen entrò nel consiglio d’amministrazione della banca Schroeder, mentre suo fratello ne divenne consigliere legale. I due dirigenti erano diventati alti dirigenti di quella che sarebbe stato il braccio finanziario del nazismo. Un’altra implicita ammissione di colpa da parte dei nazisti proviene dal fatto che molti membri delle SS trasferirono la propria attività a livello clandestino quando fu evidente, la guerra era perduta: nasce ODESSA. Una volta fuori pericolo, gli ex prigionieri fedeli al Terzo Reich saranno nuovamente arruolati tra i loro camerati, che li attendono per nuove battaglie L’elemento di questa vicenda che ha dell’incredibile in questa vicenda è l’assistenza che i nazisti ricevettero da un’istituzione che da sempre ritenuta nemica: la Chiesa cattolica. Uomini che avevano imprigionato migliaia di sacerdoti cattolici (e pastori protestanti), dove erano giustiziati a sangue freddo? Chissà che cosa potrebbero pensare molti fedeli nel fatto che le loro elemosine domenicali, gli oboli e le varie donazioni caritatevoli andassero a finanziare la sopravvivenza dell’Ordine Nero di Himmler. Rauff si rifugiò in Cile. Allen Dulles, il capo dell’OSS in Europa, aveva cominciato un negoziato Karl Wolff un comandante delle SS. Questo negoziato fu chiamato Operazione Crossword-Sunrise.
    Bormann, secondo Farago, fece di meglio e arrivò a Buenos Aires come sacerdote cattolico, per la precisione gesuita. I sovietici non potevano dimenticare che Hess era andato in Gran Bretagna per concordare una pace separata che permettesse alla Germania di invadere impunemente l’Unione Sovietica. I leader ebraici, dal canto loro, volevano Hess a Spandau perché era uno dei firmatari delle infami leggi di Norimberga, che avevano spogliato gli ebrei dei loro diritti di cittadini e di esseri umani e aperto alle atrocità dei campi di concentramento. Quando Hess morì, il New York Times pubblicò uno speciale sulla sua vita e provò a chiarire perché gli inglesi non avessero sfruttato adeguatamente il suo volo segreto in Scozia. Gli americani però vollero però condurre dei loro accertamenti e a questo scopo mandarono in Germania il dottor Ewen Cameron, scozzese di nascita perché interrogasse Hess e tracciasse un profilo.

    RispondiElimina
  4. Cameron era nel 1943 diventato il dirigente dell’Allen Memorial Institute. Quest’istituto era stato fondato grazie alla Fondazione Rockefeller.
    La Fondazione Rockefeller negli anni ’20 finanziò i progetti tedeschi di genetica psichiatrica, vale a dire i progetti criminali denominati “purificazione della razza, igiene razziale o miglioramento della razza” . A Monaco, l’Istituto Kraeplin fu ribattezzato Istituto di Psichiatria Kaiser Wilhelm e da allora fu finanziato con i con i soldi della Fondazione Rockefeller e diretto da uomini della Fondazione. Fu creato l’Istituto di Antropologia Eugenetica ed Ereditarietà Umana Kaiser Wilhelm. A capo di entrambi fu posto lo psichiatra nazista svizzero Ernst Rudin Alla lista dei finanziatori si aggiunse la famiglia Harriman, la quale usava per i propri affari i fondi messi a disposizione da Sir Ernst Cassel, il banchiere personale della famiglia reale britannica. Nel 1925 la Fondazione Rockefeller stanziò a favore dell’istituto Psichiatrico di Monaco la somma iniziale di 2,5 milioni di dollari, nel 1928 stanziò altri 325.000 dollari per la costruzione di un nuovo edificio e continuò a finanziare l’Istituto e il suo direttore Rudin. Nella deposizione di Hess ci sono elementi che fanno sospettare che su di lui fu sperimentata una qualche forma di manipolazione psichica durante la detenzione nella Torre. Hess disse a Norimberga: “Alcuni dei miei compagni possono confermare che all’inizio del procedimento io predissi quanto segue:
    … che sarebbero comparsi testimoni che sotto giuramento avrebbero affermato cose non vere, nel contempo dando di sé un’immagine assolutamente affidabile e godendo della migliore reputazione possibile.
    … che alcuni accusati si sarebbero comportati stranamente: che avrebbero mentito impunemente sul Führer; che avrebbero incriminato la loro stessa gente; che si sarebbero la loro stessa gente; che si sarebbero accusati l’un altro e falsamente. Forse si sarebbero persino autoaccusati, e anche questo a torto… tutte queste predizioni si stanno avverando …Io le ho fatte, comunque, non solo qui all’inizio del processo, ma anche mesi prima del processo, in Inghilterra, al medico che stava con me, il dottor Johnston…”.] Niente di eccezionale quando Hess aggiunge: “Dal 1936 al 1938 in uno di questi paesi si tennero dei processi. Erano caratterizzati dal fatto si autoaccusavano in modo sconcertante. Per esempio per esempio, citavano numerosissimi crimini che avevano commesso o che sostenevano di avere commesso. Alla fine, quando venivano condannati applaudivano freneticamente in segno di approvazione lasciando il mondo senza parole.
    Qualche giornalista straniero però scrisse che si aveva l’impressione che questi imputati fossero stati sottoposti a qualche sconosciuta forma di condizionamento ne alterava lo stato mentale e che per questa ragione agivano così”
    . A questo punto abbandonò questa patetica linea di difesa, e la deposizione prese una piega tutta sua: “Ho detto prima che un certo fatto accaduto in Inghilterra mi ha fatto pensare a quanto si diceva di quei processi. Il motivo è che le persone che mi stavano intorno nel corso della prigionia si comportavano nei miei confronti in modo strano e incomprensibile, in un modo che mi portò a concludere che il loro stato mentale fosse alterato.Alcuni di loro – le persone attorno a me venivano sostituite di tanto in tanto. Alcuni dei nuovi che rimpiazzavano gli altri che erano stati mandati via avevano occhi strani. Erano lucidi, come fossero di vetro e trasognati…Non solo io me ne accorsi, ma anche il medico che mi seguiva, il dottor Johnston, uno scozzese che apparteneva all’esercito britannico. Nella primavera del 1942 venne da me un visitatore che cercava evidentemente di provocarmi e che agiva in modo strano.

    RispondiElimina
  5. Anche lui aveva quegli strani occhi. Più tardi il dottor Johnston mi chiese che cosa avessi pensato di quella persona. Me lo domandò – e io gli aveva risposto che per una ragione o per l’altra quell’uomo mi aveva dato l’impressione di non essere del tutto normale, dal punto di vista mentale, al che il dottore non negò e fu d’accordo con me e mi chiese se avessi notato gli occhi, occhi che sembravano presi in un sogno. Il dottor Johnston non sospettava di avere lo stesso sguardo quando venne da me.
    Il punto fondamentale è che in uno degli articoli della stampa dell’epoca, che deve essere conservato negli archivi su quei processi – questo uscì a Parigi, a proposito del processo di Mosca – si diceva che gli imputati avevano gli occhi strani. Occhi lucidi e trasognati”.
    Questo monologo accennava poi ai capi di concentramento britannici (lasciando intendere che i campi nazisti non erano peggio e che in generale e infine manifestava l’intenzione di avventurarsi in un accurato resoconto dei fatti occorsi nella primavera del 1942, cominciando con solenni giuramenti che chiamavano Dio a testimone della sua sincerità.
    “Nella primavera del 1942” esordisce, e poi viene zittito. Il presidente del Tribunale gli dice che ha esaurito i venti minuti a sua disposizione. Hess prova ad obiettare, poi accetta di concludere la sua la sua dichiarazione dicendo semplicemente: “Sono felice di sapere che ho fatto il mio dovere nei confronti del mio popolo, il mio dovere di tedesco, di nazionalsocialista, di seguace leale del Führer. Non mi pento di nulla. Se dovessi ricominciare daccapo agirei nello stesso modo, anche se sapessi che ad attendermi c‘è una crudele morte sul rogo“.Che relazione c‘è tra il misterioso medico scozzese, il dottor Johnston, e l‘esperto scozzese di controllo mentale, Cameron?
    Che sia stato una cavia da parte di specialisti del Tavistock? . L‘alleanza che strinsero in Bolivia il criminale di guerra nazista Klaus Barbie e il terrorista fascista italiano Stefano delle Chiaie è solo uno dei molti esempi possibili. I nazisti avevano capito che i sudamericani non erano tutti “subumani” molti erano figli di immigrati svizzeri, tedeschi, italiani, che erano approdati lì più si un secolo prima, mentre altri si dirigevano negli Stati Uniti. Se la tesi del dottor Hammond è sicuramente forzata, non vi è dubbio che i nazisti abbiano trovato riparo negli Stati Uniti e che abbiano portato con sé il culto del misticismo razziale e la venerazione della svastica. Ma Skorzeny e la sua struttura era anche dei campioni del doppio gioco. Egli fu agganciato dal Mossad, in cambio dell’immunità fece arrivare al servizio israeliano informazioni importantissime sull’attività degli scienziati tedeschi in Egitto Gli scienziati israeliani ebbero la certezza che l’arsenale nasseriano di armi distruzione di massa era un bluff. . Barbie, intuì come altri nazisti che con lo scoppio della cosiddetta guerra fredda il clima era mutato, i nazisti potevano tornare a essere utili nella battaglia mondiale contro il comunismo. Barbie, legandosi all’intrallazzatore Freddy Schwend e Stefano Delle Chiaie si trovò un impiego redditizio come tenente colonnello dell’intelligence boliviana Delle Chiaie collaborò assieme ad altri fascisti italiani con la polizia politica di Pinochet.

    RispondiElimina
  6. , la Chiesa di Satana fu fondata durante la celebrazione della Walpurgisnacht – cioè il 30 aprile – del 1966, in coincidenza con 21°anniversario del suicidio di Hitler e nove anni prima della caduta di Saigon dobbiamo però riconoscere a sostegno di La Vey, che costui non ha mai teorizzato il sacrificio umano né ha ritenuto che il Diavolo esistesse come creatura personale tanto per lui la messa nera valeva come un semplice psicodramma: “il Satanismo è una forma di egoismo controllato”, nella sua Bibbia rende omaggio a personaggi come Karl Haushofer ma I sentimenti di La Vey verso i partiti politici nazisti, sono ben esemplificati dal rifiuto con cui respinse la proposta di cooperazione ricevuta dal National Renaissance Party. Il matrimonio dell’ex sacerdote della Chiesa di Satana Michael Aquino con l’occultismo nazista poggia, invece, su solide basi. . I Pentagon Papers rivelarono che una barriera elettronica fu posta lungo la zona di confine dalla società JASON Il maggiore Aquino era uno specialista, come si diceva prima, della guerra psicologica in Vietnam, dove la sua unità era specializzata nella stimolazione via droghe, lavaggio del cervello, iniezioni di virus, impianti cerebrali, ipnosi, uso dei campi elettromagnetici ed onde radio a frequenza a frequenza estremamente bassa. Aquino visitò il castello delle SS in Germania nei primi anni ’80 e sicuramente restò colpito dalla fantasia occulta di Himmler, che per certi aspetti era ancora intatta e palpabile. Altri due membri del Tempio di Set erano Willie Browning e Dennis Mann, entrambi anche loro ufficiali dei servizi segreti militari. Non sorprende che lo stesso Hitler avesse intuito le potenzialità dei culti razzisti americani “indigeni” e che a un certo punto avesse destinato Kurt Lüdecke (uomo d’affari vicino a Hitler – a una missione speciale negli Stati Uniti perché facesse visita al mago imperiale dell’impero invisibile del Ku Klux Klan (e a incontrare Henry Ford) per stringere una sorta di alleanza tra il Klan e il Partito nazista.

    Mark

    RispondiElimina