Pagine

venerdì 12 settembre 2014

COME GLI EBREI OTTENNERO IL CONTROLLO DELLA GRAN BRETAGNA












Gli ebrei vogliono farci credere che la loro espulsione dall’Inghilterra da parte di Edoardo I (che regnò dal 1272-1307) sia dovuta alla loro attivitá di prestito di denaro. La vera ragione è dovuta al reato di omicidi rituali di sangue degli ebrei.

Lo storico cristiano ortodosso del V secolo, Socrate Scolastico, nella sua Storia Ecclesiastica, 7:16, racconta un episodio di ebrei che uccidono un bambino cristiano:
- “In un luogo vicino ad Antiochia in Siria, gli ebrei, in derisione della Croce e di coloro che ripongono la loro fede nel Crocifisso, sequestrarono un ragazzo cristiano, e, dopo averlo legato a una croce, cominciarono a ridere di lui. In poco tempo si lasciano trasportare dalla furia e flagellano il bambino fino alla sua morte per mano loro. “-


Ecco alcuni esempi che hanno portato alla cacciata inglese degli ebrei nel 1290 dC:
1144 dC Norwich: un bambino di dodici anni è stato crocifisso e il costato aperto per la Pasqua ebraica. Il suo corpo è stato trovato in un sacco nascosto in un albero. Un Ebreo convertito al cristianesimo, nominato Teobaldo di Cambridge ha informato le autorità che gli ebrei prendevano il sangue ogni anno da un bambino cristiano perché hanno pensato che solo così facendo avrebbero potuto mai tornare in Palestina. Il ragazzo è stato da allora conosciuto come San Guglielmo.

1160 dC Gloucester: Il corpo di un bambino di nome Harold è stato trovato nel fiume con le ferite della crocifissione.

1255 dC Lincoln: Un ragazzo di nome Hugh fu torturato e crocifisso dagli ebrei. La madre del ragazzo ha trovato il corpo in un pozzo nei locali di un Ebreo di nome Jopin. 18 ebrei sono stati impiccati per il reato da re Enrico III.

1290 dC Oxford: Il Rotolo di legge 18 di Edoardo I, 21 giugno 1290 contiene un ordine per la incarcerazione di un Ebreo di nome Isaac de Pulet per l’omicidio e il raccoglimento del sangue di un ragazzo cristiano. Solo un mese dopo questo, il re Edoardo I emanava il suo decreto di espulsione degli ebrei dall’Inghilterra.


OLIVER CROMWELL E LA DECAPITAZIONE DI RE CARLO I NEL 1649 FINANZIATI DAGLI EBREI

I Banchieri ebrei di Amsterdam guidati dal finanziere ebreo e imprenditore dell’esercito New Model Army di Cromwell, Fernandez Carvajal e assistiti dall’ambasciatore portoghese De Souza, un Marrano (Ebreo segreto), vide la possibilità di sfruttare i disordini civili guidati da Oliver Cromwell nel 1643.

Una società cristiana stabile di antiche tradizioni che legavano Monarchia, Chiesa, Stato, nobili e popolo in un legame solenne fu interrotta dalla rivolta protestante di Calvino. Gli ebrei di Amsterdam sfruttarono questa disordini civili e fecero la loro mossa. Contattarono Oliver Cromwell in una serie di lettere:

Cromwell a Ebenezer Pratt della Sinagoga Mulheim di Amsterdam, 16 giugno 1647: – “In cambio di sostegno finanziario si sosterrá l’ammissione degli ebrei in Inghilterra: questo é però impossibile, se Carlo é ancora in vita. Carlo non può essere gitiiao senza processo, per il quale non esistono attualmente motivi sufficienti. Pertanto consigliamo che Carlo sia assassinato, ma non avrà nulla a che fare con le modalità di approvvigionamento di un assassino, anche se siamo disposti ad aiutare la sua fuga. “-

A Oliver Cromwell da Ebenezer Pratt, 12 luglio 1647: – “erogheremo un contributo finanziario non appena Carlo sará rimosso e gli ebrei ammessi. L’assassinio troppo pericoloso. A Carlo viene data la possibilità di fuggire: la sua riconquista farà processo e l’esecuzione sará possibile. Il supporto sarà libero, ma é inutile discutere i termini fino a che il processo non ha inizio. “-

Cromwell aveva eseguito gli ordini dei finanzieri ebrei e decapitó il re Carlo I, il 30 gennaio 1649.

A partire dal 1655, Cromwell, attraverso la sua alleanza con i banchieri ebrei di Amsterdam e in particolare con Manasseh Ben Israel e suo cognato, David Abravanel Dormido, ha avviato il reinsediamento degli ebrei in Inghilterra.


GLI EBREI OTTENGONO LA LORO BANCA CENTRALE

Guglielmo Stadholder, un carrierista dell’esercito olandese, era un bell’uomo con problemi di soldi. Gli ebrei videro un’altra opportunità e attraverso la loro influenza organizzarono l’elevazione di William a capitano generale delle forze olandesi. Il prossimo passo su per la scala per Guglielmo era la sua elevazione da parte degli ebrei al titolo nobiliare di Guglielmo, il principe d’Orange.

Gli ebrei quindi organizzarono un incontro tra Guglielmo e Maria, la figlia maggiore del duca di York. Il duca era stato rimosso solo per un posto dal diventare re d’Inghilterra. Nel 1677 la principessa Maria d’Inghilterra sposò Guglielmo principe d’Orange.
Per posizionare Guglielmo sul trono d’Inghilterra fu necessario sbarazzarsi di entrambi Carlo II e il Duca di York che era destinato a diventare Giacomo II Stuart. É importante notare che nessuno degli Stuart avrebbe concesso carta bianca per una banca nazionale inglese. Ecco perché l’omicidio, la guerra civile, e conflitti religiosi afflissero i loro regni per mano dei banchieri ebrei.
(la stesssa tecnica di infiltrazione rivoluzione e ribaltamento del potere costituito,si vide poi all'opera in Francia,dove la nobilta venne spodestata e presero il potere i fantocci dell'elite internazionalista,da li in poi si vide la stessa mano nascosta agire contro chi non si piegaa all loro potere,ndr).

 
Guglielmo III


Il nuovo re Guglielmo III appena ottenuta l’Inghilterra la coinvolse in costose guerre contro la Francia cattolica, che mise l’Inghilterra in un profondo debito. Qui è stata occasione di banchieri ebrei “per riscuotere”. Così il re Guglielmo, sotto gli ordini dei Savi di Sion ad Amsterdam, persuase il Tesoro britannico a prendere in prestito 1.250.000 sterline dai banchieri ebrei che lo avevano aiutato a salire al trono.

Dal momento che i debiti dello Stato erano aumentati drammaticamente, il governo non aveva altra scelta che accettare. Ma c’erano condizioni allegate: i nomi degli istituti di credito dovevano essere tenuti segreti e una Carta doveva essere concessa per stabilire una Banca Centrale d’Inghilterra. Il Parlamento ha accettato e i banchieri ebrei hanno affondato i loro tentacoli in Gran Bretagna.



ENTRANO I ROTHSCHILD

Mayer Amschel Bauer aprì una società di prestito in Judenstrasse (Strada ebraica) a Francoforte in Germania nel 1750 e cambiò il suo nome in Rothschild. Mayer Rothschild aveva cinque figli.

Il più intelligente dei suoi figli, Nathan, fu inviato a Londra per istituire una banca nel 1806. Gran parte del finanziamento iniziale per la nuova banca fu sfruttato dalla Compagnia Britannica delle Indie Orientali di cui Mayer Rothschild ne aveva un controllo significativo. Mayer Rothschild piazzò i suoi altri quattro figli a Francoforte, Parigi, Napoli e Vienna.
Nel 1814, Natanael Rothschild intravide una buona occasione nella battaglia di Waterloo. All’inizio della battaglia, Napoleone sembrava uscirne vincitore e infatti il primo rapporto militare a Londra comunicò ciò. Ma la marea cambiò successivamente a favore di Wellington.

 
Mayer Amschel Rothschild




Un corriere di Nathan Rothschild gli portò la notizia positiva a Londra il 20 giugno. Questo avvenne 24 ore prima che il corriere di Wellington arrivò a Londra con la stessa notizia della vittoria di Wellington. Venuto a conoscenza di questo evento fortuito, Nathan Rothschild iniziò a diffonde la notizia che la Gran Bretagna era invece stata sconfitta.
Dato che tutti avevano creduto che Wellington era stato sconfitto, Nathan Rothschild iniziò a vendere tutte le sue azioni sul mercato azionario inglese. Tutti andarono nel panico e iniziarono a vendere anche le loro azioni causando una forte precipitazione del prezzo delle scorte fino ad azzerarlo praticamente. All’ultimo minuto Nathan Rothschild iniziò a comprare i titoli a prezzi stracciati.

Ciò diede alla famiglia Rothschild il completo controllo dell’economia britannica – che ora è il centro finanziario del mondo e che ha costretto l’Inghilterra ad istituire una Banca rinnovata d’Inghilterra con Nathan Rothschild al suo controllo.







TUTTO SUL VATICANO EBRAICO

Esiste oggi in Inghilterra una società finanziaria privata conosciuta come “The City” (“La Città”). Nota anche come’ Il Vaticano ebraico ‘, la City è situata nel cuore di Londra.
Una commissione di 12 uomini governa il Vaticano ebraico. Sono noti anche come “The Crown” (“La Corona”). La City e i suoi governanti, The Crown, non sono soggetti al Parlamento. Si tratta di uno stato sovrano all’interno di un altro Stato.
La City è il centro finanziario del mondo. È qui che i Rothschild hanno la loro base operativa e la loro centralità di controllo:


* La Banca Centrale d’Inghilterra (controllata dai Rothschild) si trova nella City.

* Tutte le principali banche inglesi hanno i loro principali uffici nella City.

* 385 banche estere si trovano nella City.

* 70 banche degli Stati Uniti si trovano nella City. *

* La Borsa di Londra si trova nella City.

* Lloyd di Londra si trova nella City.

* Il Baltic Exchange (contratti di trasporto) si trova nella City.

* Fleet Street (giornali ed editoria) si trova nella City.

* Il London Metal Exchange si trova nella City.

* Il London Commodity Exchange (commercio di gomma, lana, zucchero, caffè) si trova nella City.

Ogni anno viene eletto un sindaco come monarca della City. Il Parlamento britannico non fa una mossa senza consultare il sindaco della City. Perché è qui, nel cuore di Londra, il luogo dove sono raggruppate le istituzioni finanziarie della Gran Bretagna dominate dalla Banca centrale che è controllata dai Rothschild d’Inghilterra.

I Rothschild hanno tradizionalmente scelto il sindaco della City dal 1820. Chi è oggi sindaco della City? Solo i Rothschild  lo sanno per certo …




Sources:

Sources #1: Ariel Toaff, Bloody Passover-Jews of Europe and Ritual Homicide, 2007 ; J. C. Cox, 

Norfolk Churches; Victoria County History of Norfolk, 1906; Arnold Leese, Jewish Ritual Murder In England; Henry III, Close Roll 16; Joseph Haydn, Dictionary of Dates.

Sources #2: Isaac Disraeli, Life of Charles I, 1851; Hugh Ross Williamson, Charles and Cromwell; 

AHM Ramsey, The Nameless War; Lord Alfred Douglas, Plain English, 1921; Geoffrey H. Smith, 

The Settlement Of Jews In England

Sources #3: John Harold Wood, History of Central Banking in Great Britain; Gustaaf Johannes 

Renier, William of Orange

Sources #4: Frederick Morton, The Rothschilds; Benjamin Disraeli, Coningsby

Sources #5: E.C. Knuth, The Empire of The City; Des Griffin, Descent Into Slavery



di:Realjewsnews


FONTE 

2 commenti:

  1. Anche papa Odescalchi ,a quanto dicono coniugi Monaldi e sorti , con il libro Imprimatur , al centro di un caso di censura in italia, ha finanziato William , cio svelerebbe oscure trame vaticane dato che con Guglielmo detto il bastardo i cattolici furono banditi dal potere , com'è formalmente ancora oggi . Allora aveva ragione Gardner gli Stuart furono spodestati , si spiegherebbe forse col fatto che gli Stuart erano templari , ma dopo l'interregno degli Orange arriva re Giorgio I di Brunswick del casato degli Hannover , i Coburgo Gotha o no ?

    Mark

    RispondiElimina
  2. Ti consiglio di leggere alcuni scritti di E. Michael Jones com la "Conquista Ebraica dell'Inghilterra"

    RispondiElimina