Pagine

lunedì 18 agosto 2014

L’AMERICA E’ UNO STATO GOVERNATO DA UNA ELITE SEGRETA,QUESTA ELITE E' IL VERO GOVERNO









Una  forte denuncia contro l’elite di potere (ebraica n.d.r) che è di fatto padrona del governo di Washington.


Le persone che credono di possedere il governo degli Stati Uniti sono votate al Male. David Rothkopf, che lavorò con Henry Kissinger, nel 2008 scrisse “Superclass”, dove affermò che l’intero mondo è governato da 30 famiglie e dai loro 6.000 leccapiedi.


Nel 2007, uno studio svizzero dell’Istituto Federale di Tecnologia rivelò che 147 aziende controllavano il 40% della ricchezza mondiale, condividendo membri dei consigli d’amministrazione. Queste 147 aziende comprendevano le banche “troppo grosse da incarcerare” ( la Top 20 comprende: Barclays Bank, JPMorgan Chase & Co, nonchè il Goldman Sachs Group) , le maggiori compagnie assicurative, petrolifere, Monsanto, le ditte farmaceutiche, e militari. Esse gestivano anche il Bilderberg, il Council on Foreign Relations e il Royal Institute on International Affairs. Vedi “scoperta la rete capitalista che governa il mondo

Oggi voglio parlare di un po’ di malvagità compiute dal gruppo che crede di possedere il governo degli Stati Uniti solo perché ha ucciso il presidente Kennedy e l’ha fatta franca. Lo scopo è di far sapere alle persone in posizioni di autorità cosa voi, leccapiedi delle 30 famiglie, state facendo. E anche informarvi che ciò che state facendo distruggerà l’America e il mondo.

 
frame del filmato che riprese l'assasinio del presidente Kennedy





Il presidente Kennedy fu assassinato nel 53° anniversario del primo incontro mirato a stilare la legge che diventò il Federal Reserve Act. A quell’incontro, il 22 novembre 1910, avevano partecipato rappresentanti dei Rothschild e dei Rockfeller. Mordecai Vanunu, colui che allertò sul nucleare israeliano e passò 18 anni e mezzo nelle prigioni israeliane, disse che un’altra ragione per l’assassinio di Kennedy era che egli si opponeva al loro programma di armi nucleari.

Il 2 agosto 1964 ci fu un incidente che venne usato per giustificare la guerra del Vietnam. Gli USA avevano usato la marina sud-vietnamita e aerei del Laos, pilotati da mercenari tailandesi, per attaccare diverse località del Vietnam del Nord. La risposta dei nord-vietnamiti venne usata per giustificare la guerra, che uccise milioni di persone. Fu una grande vittoria per i banchieri, perché permise loro di promuovere la tossicodipendenza tra i giovani bianchi e la demoralizzazione del popolo americano.

Molti osservatori hanno visto nell’attrattiva dei profitti da migliaia di miliardi di dollari, derivanti dal traffico di droga, una delle ragioni dell’assassinio di Kennedy. Da parte mia, chiamo la guerra del Vietnam la “prima guerra americana dell’oppio”. L’Afghanistan è la sua seconda guerra dell’oppio.

 
soldati americani di guardia nelle piantagioni di oppio afghani




[...] L’11 settembre 1990 il presidente George W. Bush parlò di fronte al Congresso della crisi del Golfo Persico. Egli invocò un Nuovo Ordine Mondiale esattamente 11 anni prima dell’11 settembre. Come ho già scritto riguardo al simbolismo, nella cabala ci sono 10 livelli e 22 sentieri, il che spiega l’origine dei primi 32 gradi (10+22) della massoneria. Oltre il 10° livello c’è la “luce senza fine”, ovvero l’11° livello e il 33° grado della massoneria. Questo simbolismo riassume la blasfemia e l’egoismo di quelli che credono di possedere il vostro governo.

[...] Il 10 settembre 2001, Donald Rumsfeld annunciò che né lui né il suo verificatore del Pentagono, Rabbi Dov Zakheim, erano in grado di rintracciare 2.300 miliardi di dollari mancanti. Inoltre, quella notte sparì un miliardo di dollari in lingotti d’oro e argento dalla camera blindata del COMEX, nella torre 4. E’ una coincidenza che questi ladri di lingotti sapevano che il mattino dopo sarebbe successo l’11 settembre? O che le indagini sui 2.300 miliardi mancanti siano state ostacolate dalla morte dei revisori contabili, quella mattina? La spiegazione ufficiale è che il volo 77 si stava avvicinando al Pentagono nella zona degli uffici di Donald Rumsfield, per poi in qualche modo tuffarsi a 270 gradi, voltare e uccidere i revisori. Ed era pilotato da un uomo che non aveva passato l’esame per noleggiare un Cessna! (piccolo velivolo da turismo -ndt).

[...] Curiosamente, Rabbi Dov Zakheim era stato presidente di SPC International, la quale aveva un prodotto, chiamato Sistema Trasmittente di Comando, che permetteva ad un utente di telecomandare fino a 8 aeroplani.
 

[...] L’11 settembre, le persone che possedevano il governo decisero di sfoggiare il loro potere facendo saltare in aria gli americani chiusi dentro gli edifici. Queste persone sono psicotiche e sentono il bisogno di esibire il loro potere. Come si poteva credere che le difese aeree statunitensi avessero chiuso bottega per un’ora? Come si faceva a credere che la torre 7, di 47 piani, fosse venuta giù senza essere colpita da alcun aereo e senza alcun incendio?

La risposta è che nell’America moderna tutti devono credere ciò che viene loro detto di credere. Dovrei sottolineare che la mattina dell’11 settembre il dr. Richard Fuisz era al telefono con Susan Lindauer, e diceva che gli israeliani stavano fornendo alla CIA e ad altre agenzie governative video live degli aerei che colpivano le torri del WTC. Il che vi dà un’idea del perché il fortunato Larry Silverstein sapeva di dover stipulare un’assicurazione contro il terrorismo da 15 milioni di dollari, e di ricevere oltre 4 miliardi e mezzo di risarcimento.

Dopo l’11 settembre, al generale Wesley Clark venne detto che Donald Rumsfeld aveva dato all’esercito una lista di 7 nazioni da invadere. Su quella lista c’erano Iraq, Libia, Siria, Libano, Sudan, Somalia e Iran. Tutti questi paesi erano stati identificati come bersagli da Richard Perle in un documento redatto nel 1996 per Benyamin Netanyahu: “A Clean Break For Securing the Realm”. L’obiettivo era di mettere Israele in una posizione di potere tale che gli arabi non avrebbero potuto far nulla per costringere gli israeliani a trattare in buona fede con i palestinesi. Egli enfatizzava la necessità che Israele si scontrasse con il Libano, la Siria e l’Iran.


Nel 1997 Richard Perle contribuì alla fondazione del “Project For A New American Century (PNAC)” Nel 2000 pubblicarono un documento dal titolo “Ricostruire le difese americane: strategie, forze e risorse per un nuovo secolo”. Nella sezione V, ammettevano che non avrebbero potuto sperare di implementare i loro piani a meno che l’America sperimentasse “una nuova Pearl Harbor”. Da notare che Bush, l’estate prima dell’11 settembre, aveva comunicato ai suoi alleati l’intenzione di invadere l’Afghanistan.

Il presidente Obama cominciò ad attaccare la Libia a marzo 2011, quando venne imposto un divieto di sorvolo dell’ONU. Obama usò i mercenari di Al Qaeda e i soldati regolari del Qatar per distruggere la Libia, uno dei paesi sulla lista che gli israeliani ovviamente avevano consegnato all’amministrazione Bush. L’ambasciatore Stevens e altri 3 uomini vennero uccisi l’11 settembre 2011, durante il furto ai magazzini adiacenti la sua residenza. Portare così tante armi in un paese instabile devastato dalla guerra era il modo per farle arrivare nelle mani di Al Qaeda, affinché i mercenari di CIA e Mossad potessero attaccare la Siria.
La guerra civile siriana cominciò a marzo 2011, quasi nello stesso periodo del divieto di sorvolo imposto sulla Libia. Il gruppo ISIS venne formato da Al Qaeda, e ha recentemente invaso l’Iraq. I combattenti di Al Qaeda feriti in Siria sono stati curati negli ospedali israeliani. Tra i crimini di guerra da loro commessi, l’estrazione degli occhi di civili e la decapitazione di sacerdoti e altre persone. Nessuno di questi mercenari ha mai attaccato Israele. Sanno chi è il capo. Il leader di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha definito questi mercenari “sihadisti”, ovvero jihadisti sionisti.






 
I mercenari dell' ISIS,sono stati addestrati,finanziati e armati dalla CIA e dal MOSSAD,con il coinvolgimento sul territorio da parte delle dinastie feudatarie saudite.Sono mercenari sanguinari,bestie disumane,che usano il fanatismo islamico,per giustificare il terrore e le violenze che compiono contro le popolazioni siriana e degli altri territori presi di mira,ma guardacaso non osano attaccare israele,cosa strana per un movimento di chiara natura islamista, perche' sono i loro finanziatori,ed eseguono i loro comandi dettati dagli USA-SION.




 
stermini e violenze di ogni tipo,che questo movimento di criminali sta compiendo nell'indifferenza dei media,servi dei padroni sionisti.





Il presunto leader dell'ISIS al-Baghdadi,che dichiara di voler creare un nuovo califfato islamico e la jihad la guerra santa,contro i non musulmani.



lo stesso al-Baghdadi,prima di divenire leader dell'isis,è stato tenuto prigioniero nelle carceri iraquene dagli americani, i quali lo hanno sottoposto al trattamento mk ultra,da parte dei servizi segreti,dopo lo stesso viene fatto divenire leader di questo gruppo di fanatici e criminali,i quali devono fare il lavoro sporco al comando dei criminali sionisti,gli stessi che diriggono il governo degli USA.


 
Nella foto al-Baghdadi,insieme al senatore USA
John McCain, candidato alla presidenza degli Stati Uniti nel 2008.




Israele provò ad attaccare il Libano nel 2006, ma venne sconfitta da Hezbollah. Recentemente ha ucciso moltissimi civili disarmati a Gaza. Ha cominciato le ostilità il 7 luglio, con un attacco missilistico che ha ucciso 6 palestinesi. [...]

Il volo malese 17 era stato deviato 200km a nord della rotta abituale dalle torre di controllo di Kiev. La stampa malese ha concluso che il loro aereo è stato abbattuto da un jet SU-25 ucraino. Gli osservatori europei sul terreno avevano constatato danni provocati dal mitragliatore di un jet da combattimento. Gli USA e Kiev si sono rifiutati di rendere pubbliche le registrazioni del traffico aereo, le letture dei radar e i dati satellitari che porterebbero alla conclusione che è stata Kiev ad abbattere il volo 17. Forse per ottenere maggiori aiuti americani, e/o per fornire una distrazione dalle atrocità che Israele stava commettendo a Gaza.

E da tempo Washington stava cercando un pretesto per cominciare la terza guerra mondiale.
 
Il talmud dice che, non appena gli ebrei ottengono il controllo di un governo, è consentito derubare i “gentili”. Ciò spiegherebbe le banche “troppo grosse da incarcerare”. La Federal Reserve è governata da due ebrei, Janet Yelen e Stanley Fischer. Hanno recentemente affermato che i correntisti sono in realtà investitori non assicurati, che dovrebbero condividere le perdite della banca. Questo significa che vogliono saccheggiare il vostro conto corrente. [...].

Catherine Austin Fitts era socia direttiva alla Dillon Read (importante banca d’investimento poi fusa con altri enti finanziari -ndt) e fu commissaria del settore abitativo con il primo presidente Bush. La Fitts disse che i banchieri ci avevano rubato 40.000 miliardi di dollari, e ne avrebbero rubati ancora decine di migliaia di miliardi.  Vedi Anatomy of Financial Coup D’Etat

Il professore Steve Keen ha affermato che l’Occidente sta andando incontro alla peggiore crisi finanziaria degli ultimi 500 anni, perché abbiamo da cancellare più debito impagabile che mai prima. Più di 100 milioni di americani non avranno i mezzi per comprare da mangiare, quando il dollaro finirà. Tutti quei 40.000 miliardi rubati sono entrati nei vostri piani pensionistici come pezzi di carta straccia, e come risorse nelle banche offshore di qualche indegno banchiere. Vedi: The Next Economic Disaster

Siamo ad un punto della storia in cui tre gruppi di persone al potere hanno bisogno di trovare una via d’uscita sicura. I miliardari hanno costruito rifugi fortificati in Patagonia. Anche se avete lavorato per loro lealmente nell’esercito o nella polizia o nell’FBI o nella stampa coprendo tutte le loro menzogne, voi in Patagonia non siete invitati. Se siete sionisti e avete coperto le loro bugie sull’olocausto, l’11 settembre e gli assassinii di John Kennedy, Robert Kennedy e Martin L. King, non siete invitati al sicuro nei loro bunker. Potreste andare ad Israele, ma avete notato che i miliardari ebrei hanno lasciato la terra che dovrebbe essere chiamata Palestina?

I sionisti conoscono il sentimento di disgusto che uomini e donne di buona volontà provano per loro. Era un prezzo che dovevano pagare per ricevere il beneficio di essere sionisti. Il problema è che presto non ci sarà alcun beneficio ad essere sionisti. I leader ebrei hanno bisogno di una strategia d’uscita. Un’opzione è la terza guerra mondiale. Un’altra è: depressione mondiale, iper-inflazione e rivolte per il cibo ovunque, seguite da una serie di pestilenze.

 
il monumento Georgia Guidestones con le 10 leggi,tra cui la frase che recita:"mantieni l'umanità sotto la soglia dei 500 milioni".



Ma se davvero ridurranno la popolazione mondiale a 500 milioni, come suggerito dalle “Georgia Guidestones”, voi vorreste vivere in un mondo dove i leader possono decidere di uccidere 7 miliardi di persone solo perché ne hanno voglia?

Se siete in una posizione di potere e responsabilità, vi restano solo pochi mesi per decidere se volete o non volete aiutare ad uccidere qualche miliardo di persone. E a distruggere l’America.





Tratto da  Video Rebels Blog

Traduzione: Anacronista

fonte: controinformazione.info
 

27 commenti:

  1. Non solo il nuovo Adamo ma anche la nuova Eva ....

    La dea serpente
    ‘’ Nessuno mi ha mai minacciato , ma una volta mi è capitato un fatto , finchè parlavamo di ufo andava tutto bene , ma quando ci interessammo a Fatima …. , il finanziatore del giornale ci chiamo e ci chiese se eravamo impazziti , che non si sarebbe piu interessato al progetto , pressioni erano venute oltretevere ‘’
    Pablo Ayo ufologo

    Interessante,aggiungo un nuiome che nn è stato citato ovvero SEMIRAMIDE che in babilonese significava "Portatrice del ramo" ( vedi simbolo della Nestlè ) . Nel cattolicesimo la figura mariana è addirittura più importante di Gesù stesso !! Come si nota da molti documenti la M compare sulla bara dei papi e su molti capitelli delle zone più segrete del vaticano..

    Ho degli zii nel clero e mi hanno fato capire che la la razza umana è da sempre stata legata a questa figura divina. Ormai col passare dei millenni, alla Madonna sono stati attirbuiti infiniti significati nomi e legende ma in realtà l'aspetto che si ritrova in tuttte le culture ed in molte religioni è che centra con chi ha fertilizzato questo pianeta. Forse rappresenta la prima donna con la quale gli ET si sono mixati o da dove venivano ( infatti ISHTAR significa anche VENERE ) ma MARIA e gli altri nomi, nelle culture antiche, sono anche molto relati alla stella Rossa per eccellenza, SIRIO !! ed anche ad ORIONE.
    Insomma è davvero impossibile discernere il vero significato dell figura della Madonna.l'unica cosa certa è che è roba che scotta...

    Per quanto concerne le tue visioni della Dama Bianca, ti consiglierei di scaricare od eseguire il test online di Corrado Malanga per capire se sei stato o sei un addotto. Perchè spesso gli alieni quando rapiscono le persone fanno si che il loro subconscio filtri il conscio in maniera da non traumatizzare l'addotto che altrimenti potrebbe ricordare.
    Il subconscio è una difesa naturale della nostra mente, se qualcuo ha un esperienza altasmente traumatica, il subconscio prende il comando e filtra l'esperienza modificandola un pochino in maniera che tutto risulti più o meno normale. Nle caso di bambini addotti spesso si sente parlare del coniglietto che hanno nel letto che loi invita a giocare fuori dalla finestra, ma spesso in altri casi ( mjagari di persone adulte ) l'alieno viene percepito come una figura divina o un santo o talvolta dalla Madonna stessa... questo dipende dal subconscio del soggetto in questione.
    http://forum.nexusedizioni.it/l_a_d_a_m_a_b_i_a_n_c_a-t242.0.html;wap2=

    RispondiElimina
  2. Cristoforo Barbato :
    ‘’ Nel 2000 lavoravo a Roma in qualità di redattore della rivista “Stargate”, dove pubblicai una serie di articoli inerenti le mie ricerche sulle apparizioni di Fatima e il famoso Terzo Segreto, i vari misteri coinvolgenti il Vaticano nonché le possibili implicazioni aliene delle stesse apparizione portoghesi avvenute nel 1917. alle lettere, inviatemi da questo personaggio, emergeva che il Vaticano annoverava una struttura d’intelligence, chiamata dal mio interlocutore Servizio Informazioni del Vaticano (in breve SIV). Nelle mail erano contenute delle informazioni interessanti, ed in una di esse mi fu preannunciato che molto presto avrei ricevuto del materiale tra cui un video, fattomi recapitare in seguito per posta, inerente l’osservazione del presunto decimo pianeta in avvicinamento al sistema solare . In seguito e con una certa difficoltà riuscì ad avere un primo incontro fisico in un luogo pubblico della capitale, dove iniziò a rivelarmi alcune informazioni. L’incontro, avvenuto nel 2001, fu voluto fortemente da me, in quanto "conditio sine qua non" per il proseguimento dei nostri contatti, dato che fino ad allora il mio atteggiamento, nonostante il videotape, fu contraddistinto da un ovvio scetticismo e diffidenza nei suoi confronti. Fu in quella occasione che i miei dubbi si dissiparono, quando mi mostrò le sue credenziali, alcune delle quali corrispondevano in buona parte con quanto da me precedentemente appurato. Inoltre mi rivelò di usufruire di un’autorizzazione alla supervisione denominata ‘Secretum Omega’, che è la più alta categoria di classificazione di segretezza in Vaticano equivalente al 'Cosmic Top Secret' della Nato. Il dialogo si svolse sottoforma di continue domande e risposte, in quanto durante l’ultima comunicazione era stato concordato che avrei posto delle domande ben precise Dopo aver meditato molto sulle implicazioni che avrebbe potuto avere un rapporto esclusivamente militare con gli alieni, il Papa decise di istituire un servizio d’informazioni segreto con una denominazione sulla falsa riga del servizio d’informazioni militare fascista, il SIV appunto, che avrebbe dovuto raccogliere tutte le informazioni possibili sulle attività delle entità aliene e sulle informazioni che su di esse avrebbero raccolto gli americani. Era di fondamentale importanza tenere aperto il canale di comunicazione con il presidente Eisenhower. Gli eventi però presero una piega inaspettata in quanto lo stesso McIntyre ed altri esponenti del SIV iniziarono ad avere degli incontri diretti, in assenza e all’insaputa dei militari, con una razza aliena di tipo nordico, apparentemente positiva, proveniente dalle Pleiadi; questi alieni misero in guardia dagli esseri che erano stati incontrati in precedenza dagli americani nel deserto della California. Questi incontri con esponenti del SIV si verificarono più volte negli USA e due volte anche all’interno dei Giardini Vaticani presso la Pontificia Accademia delle Scienze, alla presenza dello stesso Papa Pio XII.

    RispondiElimina
  3. B] Allora, quello che asserì Padre Pio da Pietralcina sull’esistenza d’esseri viventi in altri mondi che non avevano peccato e che per tale motivo hanno raggiunto un grado evolutivo elevatissimo, è vero?

    [G] Certamente, ma questi esseri a cui adesso si riferisce vivono su un piano dimensionale, se così si può dire, diverso pur non essendo angeli nel vero senso della parola, mentre gli alieni nordici di cui ho parlato sono esseri in carne e ossa, che seppure molto evoluti da un punto di vista tecnologico e spirituale hanno la loro corporeità. Queste creature asserirono di aver scoperto nella Chiesa Cattolica, o più precisamente nel messaggio Cristico, la presenza autentica di Dio e si dichiararono disponibili alla collaborazione per il bene dell’umanità. Fu proprio questa affermazione da parte di questi esseri che convinse Pio XII a collaborare con loro, considerandoli addirittura autentici convertiti alla fede cristiana. Probabilmente il Pontefice pensò che la Chiesa Universale doveva cominciare ad estendere il suo messaggio anche ad esseri provenienti da altri mondi. Comunque sia, questi alieni negli anni a seguire furono d’aiuto determinante per la Chiesa di Roma nel portare avanti specifici compiti nel mondo. In particolare intervennero in determinate situazioni di carattere politico e sociale di portata mondiale (su questo punto invito a rileggere quanto scritto a suo tempo dal console Alberto Perego in alcuni dei suoi libri, NdA). In seguito anche Papa Giovanni XXIII beneficiò dell’appoggio di questi esseri che avevano sposato la causa Cristiana ma preferì rendere sempre comunque il merito a più vaghi “interventi angelici”. Papa Giovanni aveva ereditato, se così si può dire, un accordo di collaborazione tra la Santa Sede e gli alieni positivi di razza nordica stipulato con il predecessore. La cosa andò avanti per tutta la durata del pontificato di Roncalli il quale però aveva più volte espresso ai vertici del SIV il suo disappunto per l’estrema fiducia che si stava riponendo in quelle creature, tanto che oggi si è portati a pensare che uno dei motivi che diede il via al Concilio Ecumenico Vaticano II sia stata proprio la necessità di fare un primo e concreto passo verso il rinnovamento della Chiesa, anche in vista di un possibile ed imminente “contatto”. In quel tempo, Giovanni rispose a Gesù dicendo: "Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i démoni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri". Ma Gesù disse: "Non glielo proibite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. Chi non è contro di noi è per noi. Chiunque vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, vi dico in verità che non perderà la sua ricompensa".

    Il senso, in estrema sintesi, è che la presunta attività positiva di questi alieni, che avevano aderito al messaggio cristico, non doveva essere ostacolata, ma “benedetta”, doveva essere però un’attività disgiunta e parallela a quella della Chiesa. Gli alieni di conseguenza erano da considerarsi alla stregua dello straniero che guarì nel nome di Cristo, e questi non gli impedì di farlo. In tal senso andrebbe inserito il discorso che il neo Pontefice, insediatosi al defunto Pio XII, fece il 5 Aprile 1961 quando rivolgendosi alla folla riunitasi in Piazza San Pietro per l’udienza generale disse: “alcune voci che prima ci erano ignote. Ma si tratta sempre di voci che dal cielo scendono sulla Terra, voci che hanno il riflesso dell’onnipotenza del Padre Celeste”. L’umanità intera in questa attuale fase storica sta vivendo un periodo molto particolare e strettamente collegato ad alcuni eventi ‘chiave’ contenuti nel libro dell’Apocalisse. Il genere umano deve affidarsi completamente al messaggio di salvezza e di redenzione di Cristo, quello che San Paolo ha definito il Kerigma, quello che Giovanni Paolo II cerca di portare in tutte le nazioni del mondo.

    RispondiElimina
  4. ...." E' arrivato il momento di dire la verità sugli Alieni " A Parlare è Edgar Mitchel ( Il sesto astronauta su dodici, ad aver camminato sulla luna )
    Mitchel , pilota dell'aereonautica statunitense , astronauta , ingegnere aereonautico dichiara;< Sono molto ben informato sull'argomento alieni , uno dei motivi per cui il governo mantiene il silenzio e che c'è un enorme quantità di denaro in ballo in una eventuale industria che utilizzi tecnologia aliena per i viaggi spaziali >

    L'ottantasettenne ingegnere e famoso astronauta più volte decorato ,che ha avuto a che fare Come (Consulente) Con il caso Roswell , sembra che non tema di svelare Il fatto che gli Stati Uniti abbiano contatti con rappresentanti alieni
    Nei pressi di Città del Messico sorge Nuestra Señora de Guadalupe, il più importante santuario mariano del Nuovo Mondo, meta di milioni di pellegrini provenienti dagli angoli più sperduti di quello che una volta era l’Impero Spagnolo, perché la Vergine di Guadalupe è Patrona delle Americhe e delle Filippine, e da tutti i messicani è considerata con grande devozione “Reina de México y Emperadora de las Américas”.
    Il santuario è il più visitato del mondo dopo il Vaticano e contiene un’immagine della Madonna che apparve miracolosamente nel 1531, in un Messico ancora devastato dalla sanguinosa guerra di conquista degli spagnoli di Cortéz, che appena dieci anni prima avevano abbattuto violentemente la civiltà azteca.



    E’ significativo che la Vergine sia apparsa proprio ad un povero indio analfabeta di nome Quauhtlatoatzin (Aquila che parla), battezzato come Juan Diego dai missionari spagnoli, mentre stava attraversando l’altura di Tepeyac, luogo già sacro a Tonantzin, una delle rappresentazioni azteche della Dea Madre.
    Era l’alba di sabato 9 dicembre 1531 e Juan Diego si trovò improvvisamente in mezzo a stormi di uccelli tropicali che cantavano. Subito dopo ci fu silenzio e l’indio si sentì chiamare con affetto e dolcezza da una voce femminile che parlava nella sua lingua: “Juantzin, Juan Diegotzin”.
    Juan Diego descrisse poi l’apparizione come una giovane ragazza incinta, apparentemente meticcia, dalla veste splendente come il sole, con un mantello azzurro dal bordo dorato e adorno di stelle, tutta circondata di raggi di luce, che si era presentata come la Vergine Maria, chiedendo proprio a lui, “il più piccolo dei miei figli”, di andare dal Vescovo Zumàrraga a Tenochtitlàn (l’antico nome azteco dell’attuale Città del Messico) a riferire la sua volontà: “Desidero vivamente che mi si eriga qui un tempio in cui mostrare tutto il mio amore, la mia compassione e il mio aiuto per rimediare alle miserie, alle pene e ai dolori dei miei figli!”.
    Come era prevedibile, il vescovo spagnolo non credette neanche ad una parola, ed invano Juan Diego si recò ancora sul monte ad implorare la Vergine di incaricare qualcun altro che avesse maggiori probabilità di convincerlo: Maria aveva scelto definitivamente il suo ambasciatore e rinnovò la sua richiesta. Il secondo colloquio con il vescovo fu ancora inutile, ma questa volta il religioso pretese dall’indio una prova tangibile che la ragazza che gli era apparsa fosse effettivamente la Vergine Maria. Juan Diego era molto scoraggiato quando incontrò la Madonna per la terza volta, era stanco di essere preso in giro dai servi del vescovo e davvero non avrebbe voluto trovarsi in questa situazione, ma la visione lo rassicurò e gli garantì la prova richiesta per il giorno seguente.
    Il 12 dicembre sull’altura rocciosa e piena di cactus di Tepeyac faceva freddo, e certamente non era la situazione più adatta perché sbocciassero i fiori primaverili, ma Juan Diego trovò una gran quantità di rose castigliane di molti meravigliosi colori. Seguendo le indicazioni della Madonna, raccolse i fiori nella sua ruvida tilma, il tradizionale mantello azteco fatto di fibra di agave, e si recò ancora una volta dal vescovo.

    RispondiElimina
  5. Veniva così richiamato il mito azteco del Serpente Piumato, il dio Quetzalcoatl, che molte profezie avevano identificato con il conquistatore Cortéz, ma anche l’antica immagine europea della Vergine che schiaccia il serpente, rappresentazione di un antico ed eterno conflitto che intende rappresentare proprio la convergenza dei due simboli. Infatti, anche il serpente, riemergendo con tutta la sua vitalità dalle cavità della terra in cui si è rifugiato, è il simbolo della natura feconda e della più profonda energia femminile, di quel potere ctonio e lunare, identificato spesso come istinto, inconscio o creatività. Così la Dea Serpente, venerata nella preistoria, era la rappresentazione del principio creativo e la spirale era il suo emblema, in quanto “Energia che si manifesta”.
    L’Energia Femminile rappresenta lo Spirito fissato nel mondo fenomenico della materialità e l’archetipo stesso di Madre Natura; è la Shakti, il movimento e la forza che mantengono l’Universo nel suo divenire, secondo il Tantra Yoga.
    Interessarsi al mistero che si nasconde dietro a questi fenomeni può rappresentare una straordinaria occasione di crescita spirituale per i credenti, e un affascinante percorso di ricerca per tutti.
    www.convivioastrologico.it › collaboratori › g_pelosini › guadalupe
    vicenda che stiamo qui per raccontare potrebbe sembrare la trama di uno di quei romanzi “misteriosi” che oggi vanno tanto di moda: parleremo infatti del mitico sovrano di un regno leggendario, di un dio enigmatico, di una profezia apparentemente realizzatasi, di un’apparizione e di un segno miracoloso che ancora oggi si concede ai nostri occhi (e persino all’indagine dei microscopi) e di nomi che sembrerebbero già di per sé evocare presagi. L’unica differenza tra questa vicenda e quelle romanzate in tanti libri e che qui non siamo nel mezzo di una trama inventata, ma di una storia vera: una storia misteriosa fatta di segni e di simboli che sfidano la nostra intelligenza e anche, in quanto cristiani, la fede che affermiamo di confessare; una storia che, al tempo stesso, si sposa indissolubilmente (e in modo determinante) con la storia cosiddetta “ufficiale”, quella narrata sui libri di scuola e di cui gli studiosi credono spesso di conoscere così bene cause e dinamiche. Lo scenario della vicenda è quello della Conquista e dell’Evangelizzazione delle Americhe, e in particolar modo di quel centro culturale e spirituale del Nuovo Mondo che fu, per secoli, il Messico.
    - Un re divinizzato. Una profezia. Una data.
    La Conquista del Messico da parte degli spagnoli è uno di quegli eventi che ancora oggi suscitano opinioni violentemente discordi: da una parte, infatti, a iniziare da quella “Leggenda Nera” anticattolica nata nell’Inghilterra protestante [1] e ripresa dall’Illuminismo, si afferma che l’impresa sarebbe stata, essenzialmente, un infame massacro; dall’altra, una certa apologetica cattolica di stampo tradizionalista presenta questo evento come un’avventura gloriosa, una liberazione degli stessi indigeni dal giogo dell’idolatria e dalla pratica terrificante dei sacrifici umani, praticati su larghissima scala soprattutto dagli Aztechi (sottovalutando, però, i metodi tutt’altro che cristiani e le brutalità indubbiamente commesse dai conquistatori, le cui conseguenze hanno pesato fino ad oggi sullo sviluppo delle società latino-americane). Queste posizioni così unilaterali, tuttavia, oltre a non rendere giustizia alla verità storica, non sembrano poter cogliere, nel loro polemico orizzontalismo, quell’aspetto realmente “misterioso” (inteso nel senso originario di verità divina che si manifesta nella realtà) che pure la vicenda sembra possedere.

    RispondiElimina
  6. . La Conquista di quello che è oggi il Messico ha inizio nell’anno 1519 –nello stesso periodo in cui, dall’altra parte dell’oceano, un oscuro monaco tedesco di nome Luther stava gettando le basi per la più drammatica divisione che il mondo cristiano abbia mai conosciuto. I conquistadores, qualche centinaio di avventurieri partiti dalla Spagna e dalla vicina Cuba, erano guidati da un hidalgo di nome Hernan Cortez: uomo animato da un profondo spirito cavalleresco e da un coraggio contagioso, ma anche, all’occorrenza, cinico e privo di scrupoli.
    Nella mitologia azteca, Quetzalcoatl è una figura divina di importanza fondamentale: il suo nome, che può essere tradotto come Serpente Piumato[3], indica anche visivamente il concetto di unione fra cielo e terra, fra spirito e materia, fra umano e divino. Unica divinità del pantheon pre-ispanico a non richiedere sacrifici umani, era ricordato dagli indigeni per aver donato agli uomini il calendario e la coltivazione del mais. Una delle leggende sulla sua nascita, racconta di come la dea Coatlicue [4], personificazione della natura madre e dell’elemento femminile, abbia concepito verginalmente il dio, grazie ad un frammento di giada che l’avrebbe ingravidata. Il mito di Quetzalcoatl, peraltro, si confonde fino a sovrapporsi con quello di un personaggio semi-storico che porta lo stesso nome: il 10° re dei Toltechi [5], Ce Acatl Quetzalcoatl, che sarebbe vissuto verso il X secolo della nostra era (Ce Acatl, ossia “1 canna” era l’anno di nascita del re, secondo il calendario preispanico). L’antico sovrano era ricordato dagli Aztechi come il protagonista di una vera e propria età dell’oro: mecenate delle arti, benefattore del suo popolo, riformatore religioso (avrebbe abolito i sacrifici umani, sostituendoli con offerte di tortillas di mais), curiosamente descritto in alcune tradizioni come “chiaro di pelle”[6], Ce Acatl sarebbe caduto in disgrazia a causa della casta sacerdotale conservatrice (rappresentata nel mito dal dio infero Tezcatlipoca, Specchio Fumante), che lo avrebbe costretto ad abbandonare il trono. Accusato di aver sedotto una sacerdotessa, Quetzalcoatl sarebbe fuggito e, secondo alcune versioni della leggenda, si sarebbe imbarcato sulle sponde del Golfo del Messico vicino all’attuale Veracruz, promettendo però di tornare proprio nell’anno Ce Acatl corrispondente a quello della sua nascita
    Questa figura, conosciuta come la Madonna di Guadalupe, è ancora oggi una delle reliquie più affascinanti ed inspiegabili della cristianità, seconda solo alla Sindone per importanza e per gli studi scientifici a cui è stata sottoposta. Quest’immagine, infatti, continua ancor oggi a sbalordire fedeli, scienziati e semplici curiosi per la sua straordinaria conservazione (si tratta di un fragile telo di agave rimasto intatto dopo aver attraversato 500 anni, un attentato dinamitardo[12] e un incidente causato da caduta di acido nitrico[13]); l’assenza di pigmenti rilevabili e, soprattutto, la presenza inspiegabile di un gruppo di figure (il Vescovo Zumàrraga e i suoi uomini?) nella pupilla della Signora (immagini rilevate solo in tempi recenti con l’ausilio di microscopi e computer).
    - Il linguaggio misterioso del “Fiume Nascosto”.
    Se grande è lo sbalordimento che il manto di Guadalupe sa ancor oggi trasmettere agli studiosi come ai semplici fedeli, ben più grande, tuttavia, fu la vera “rivoluzione” che questo miracoloso segno suscitò nell’animo morente del popolo indio. Altri messaggi, infatti, altri “segni” erano contenuti in quel povero tessuto d’agave: segni che nessun microscopio può aiutare a decifrare –e che anche gli Spagnoli dell’epoca ignorarono- ma che si impressero a fuoco nell’anima dei figli degli sconfitti, trasformando il loro destino.

    RispondiElimina
  7. Sono segni, questi, che appartengono a l’altra storia, la storia nascosta e sotterranea che stiamo seguendo, ma che parlano un linguaggio fin troppo chiaro per chi, come gli Indios, era abituato a vivere in un universo di simboli. Innanzitutto il luogo dell’evento. La collina del Tepeyac, infatti, era sacra da tempo immemorabile alla dea Coatlicue, la madre terra generosa ma terribile che per i popoli del Mesoamerica rappresentava il femminino sacro in tutte le sue forme; la stessa dea da cui era nato verginalmente il dio Quetzalcoatl. Lo stesso nome “Madonna di Guadalupe”, che indicava un’immagine molto venerata nella Spagna medievale, fu forse scelto proprio per la sua assonanza con il nome indicante l’antica Madre Divina azteca. E’ sul mantello stesso, tuttavia, che il linguaggio simbolico assume un significato senza pari, precluso come abbiamo detto agli occupanti spagnoli, ma ben comprensibile da una civiltà geroglifica come quella degli Aztechi: un “linguaggio di segni” come quello che andiamo via via scoprendo dietro tutta questa vicenda. Sul manto della Signora, infatti, compare una complessa mappa di stelle che, secondo i più recenti studi, rappresenta proprio l’aspetto del cielo visibile dal Tepeyac durante il Solstizio d’inverno del 1531: ivi appare la costellazione della Vergine in primo piano proprio all’altezza delle mani della Vergine. Ma il concetto più alto e contemporaneamente più chiaro è espresso da un piccolo geroglifico, il Nahui Ollin, posto all’altezza del ventre: si tratta di un piccolo fiore a quattro petali, che nell’antica scrittura pittografica designava il Centro del Mondo o la Divinità più antica: il significato che un indio poteva dunque percepire era, inequivocabilmente, quello di una Madre che …sta per partorire la Divinità. Il Mantello di Guadalupe è dunque un perfetto esempio di profonda inculturazione spirituale, la foce di un lungo percorso sotterraneo che, leggendo i simboli, sembrerebbe attraversare come un fiume carsico il cuore di una cultura pur così diversa dalla nostra. Un’inculturazione non umana ma, se si crede all’evento del Tepeyac, direttamente divina, in un’epoca storica in cui era molto di là da venire la dichiarazione Nostra Aetate del Concilio Vaticano II, e troppo lontane nel passato le riflessioni patristiche sui “semi del Verbo”. Una storia nascosta eppure reale che forse, quale ultimo “segno”, anche il nome “Guadalupe” sembra voler suggellare: un nome di antica origine araba, come molti nella topografia della penisola iberica, ma dal significato molto evocativo …Fiume Nascosto
    http://www.libertaepersona.org/wordpress/2010/05/il-serpente-piumato-e-la-madre-di-dio-la-misteriosa-storia-dellevangelizzazione-del-messico-1818/
    Mark

    RispondiElimina
  8. Snowden: l’Alien Connection degli USA


    17 Gennaio 2014
    di Giancarlo Barbadoro

    La “FAR New”s, l’Agenzia di notizie iraniana, ha divulgato in questi giorni una notizia, ripresa poi anche dalle altre Agenzie internazionali, che per la credibilità potrebbe far seguito a quelle già da lei elargite circa varie teorie della cospirazione. Questa volta la notizia diramata era più circostanziata e riguardava un presunto “governo ombra” realizzato dagli USA in collaborazione con alieni giunti dallo spazio. Gli stessi che avrebbero favorito lo sviluppo del regime nazista negli anni ’30.
    Il governo ombra sarebbe nato nel ’45 con la partecipazione del futuro Presidente degli USA, Dwight D. Eisenhower, e continuerebbe ad operare ancora ai giorni nostri in una base nascosta in una montagna del Nevada con la partecipazione dell’attuale Presidente Barack Obama.
    Lo scopo di questo governo ombra sarebbe quello di creare un Ordine Mondiale su tutto il pianeta che interpreti i principi di libertà e di democrazia che hanno ispirato la carta degli intenti della Rivoluzione americana e di quella francese
    La notizia sarebbe scomparsa dalle redazioni senza destare alcun eco Edward Snowden è l’ex impiegato della CIA, la Central Intelligence Agency, e allo stesso tempo “contractor” della National Security Agency e del CSS, il Central Security Service Governo degli Stati Uniti di Obama ha definito Snowden un traditore e una spia contro gli interessi del suo Paese ed è stato considerato come il "l’uomo più ricercato sulla terra Tutto ha origine da un rapporto del FSB, Federal Security Services, l’ente della federazione Russa nato subito dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica. Esso cita un documento preso in esame tra i circa due milioni di altri documenti considerati top-secret recuperati da Edward Snowden dal DOD, il United States Department of Defense.
    Il FSB attesta che l’informazione del documento rappresenta “una prova assolutamente incontrovertibile” che porta alla certezza che una “organizzazione aliena di origine extraterrestre” stia guidando la politica interna e internazionale degli USA, sino dal 1945.
    Snowden ribadisce affermando: “attualmente negli USA ci sono due governi, uno che è stato eletto, e un altro, un regime segreto, che governa nell’ombra”.
    Gli esperti del FSB russo hanno detto che nei primi giorni del gennaio del 2014, Paul Helleyer, l’ex Ministro della difesa canadese, ha avuto occasione di esaminare il documento in oggetto e avrebbe confermato che i dati contenuti erano accurati e riportavano il vero.
    C’è da ricordare che questo stesso ministro quando era in carica in Canada denunciò più volte la connection del governo USA con gli alieni senza tuttavia mai ricevere risposta dagli interessati.
    Snowden, durante una sua apparizione sul sito di You Tube “SophieCo”, gestito da Russia Today, ha aggiunto altre rivelazioni ancora più sorprendenti asserendo che “gli alieni visitano il nostro pianeta da migliaia di anni” distinguendo varie tipologie di visitatori extraterrestri, inclusi quelli che in questo momento starebbero operando a fianco dell’US Air Force in Nevada, che egli descrive come umanoidi difficili da distinguere dagli umani, di fattezze “nordiche”, di pelle chiara come i caucasici e di statura superiore al normale.
    Nel corso del suo esame dei documenti della CIA trafugati da Snowden, l’ex Ministro della Difesa Canadese ebbe modo di affermare che secondo lui questi alieni alti e dalla pelle chiara erano della stessa tipologia di quelli che negli anni ’30 aiutarono la Germania Nazista a organizzarsi e a crescere politicamente.
    I documenti in possesso del FSB portano a credere che questi alieni dovettero aiutare i nazisti anche sul piano militare poiché questo spiegherebbe come il regime tedesco, che nel 1930 aveva solamente 57 sottomarini, abbia potuto giungere nel corso della Seconda Guerra Mondiale a possederne ben 1163, tutti con rilevante tecnologia avanzata.

    RispondiElimina
  9. I documenti di Snowden aggiungono ancora che nel 1945 questi alieni alti e di carnagione chiara si incontrarono più volte in segreto con Dwight D. Eisenhower e che in questi incontri venne organizzato il governo ombra che domina attualmente sugli Stati Uniti.
    Questi alieni sarebbero al lavoro, in accordo con Obama, per creare un sistema di sorveglianza elettronica globale. Una operazione destinata a nascondere la presenza degli alieni sulla Terra per giungere sino alla fase finale del loro piano, ovvero di instaurare un Ordine Mondiale su tutto il pianeta, che altrimenti avrebbe potuto essere contestato e boicottato da paesi fortemente ideologizzati e confessionali come i Paesi arabi, la Corea del Nord e altri similari
    . Un sistema di controllo, in parte conosciuto come Echelon, il cui accesso curiosamente è sempre stato rifiutato dagli USA ai Paesi non anglofoni.
    La situazione planetaria relativa all’azione degli USA, denunciata dai documenti prelevati da Snowden dagli archivi della CIA, potrebbe risultare anche un ennesimo azzardo dovuto alle varie teorie della cospirazione se non fosse che già in precedenza, e in due precise occasioni, Dimitri Medvedev, Primo Ministro della Federazione Russa, aveva anticipato il problema.
    La prima volta fu l’8 dicembre del 2012, quando in un fuori onda alla radio russa del telegiornale “Nedelja” si lasciò andare ad una dichiarazione in cui affermava che sulla Terra ci sono stabilmente degli alieni e che il Presidente della Confederazione russa nella valigetta personale, oltre ai codici degli armamenti nucleari, ha una cartella in cui viene relazionato dai servizi segreti sulla presenza degli extraterrestri sul territorio della Russia
    http://www.shan-newspaper.com/web/x-files/1010-snowden-lalien-connection-degli-usa.html
    Nonostante Hellyer non abbia parlato apertamente dei contenuti presenti in questi documenti ha però confermato che diverse razze aliene ci starebbero visitando da migliaia di anni e che una razza in particolare, quella dei “Bianchi Alti” starebbe ancora collaborando con l’Air Force statunitense. Snowden avrebbe inoltre confermato la presenza di questa potente razza (conosciuta anche come “i nordici”) nel famoso incontrò con il presidente americano Dwight Eisenhower, avvenuto segretamente nel 1954 in una base dell’Air Force.
    Ciò che desterebbe ancor più preoccupazione sarebbe però il controllo delle informazioni attraverso un sistema globale di sorveglianza elettronica e la progettazione di una “fase finale” che porterebbe alla sottomissione totale dell’umanità. A questo progetto si opporrebbe un’altra fazione (quella di Snowden?..ndr), legata apparentemente al governo democratico degli Stati Uniti, contraria ai “nordici” ed allineata ad un’altra razza aliena probabilmente benevola.
    Un piano tristemente già noto agli addetti ai lavori che si occupano di ricerca sul campo, ma che non ha sinora mai trovato conferma se non attraverso numerose rivelazioni fatte in questi anni da ex appartenenti all’intelligence e all’ambiente militare
    http://danilo1966.iobloggo.com/971/i-servizi-segreti-russi-confermano-la-cospirazione-aliena

    Mark

    RispondiElimina
  10. BUFALE di Internet Chronicle SU SNOWDEN E il caso McKINNON

    Capita a chi fa informazione attraverso la rete, che di tutti i mezzi di informazione è forse il più democratico, perché pluridirezionale: tra i produttori di contenuti e chi ne usufruisce non vi è un rapporto gerarchico, come per i mezzi di informazione di massa Ma se il web può essere foriero di fraintendimenti, difficilmente potrà raggiungere l’insipienza dei media main stream: basti pensare al cimitero di Tripoli scambiato nel 2011 per le ‘fosse comuni’ di Gheddafi o le immagini di manifestazioni in India che avrebbero dimostrato la gioia della piazza verde di Tripoli, festante all’arrivo degli invasori. Giusto per ricordare le innumerevoli e quotidiane mistificazioni mediatiche che, grazie alla rete, sono state smentite nell’arco di poco tempo Secondo questi rumors, non confermati, il trentenne statunitense avrebbe rivelato l’esistenza di un progetto nordamericano di irrorazione dei cieli attraverso le scie chimiche, per impedire la desertificazione negli USA e contrastare il riscaldamento globale. Una storia vecchia, in realtà, che nasconde una mezza verità, perché le scie chimiche sono osservabili da chiunque , a Washington sarebbero così cretini? A ciò si aggiungono ulteriori rivelazioni che Snowden avrebbe fatto, questa volta sulla presenza extraterrestre nel nostro pianeta: secondo l’ex agente della NSA, gli oggetti volanti non identificati che solcano sempre più spesso i nostri cieli sarebbero infatti velivoli di una razza ‘aliena’ che abiterebbe il mantello terrestre. Una razza ostile, che sarebbe consigliabile contrastare con delle detonazioni nucleari Il sito che le ha diffuse si chiama Internet Chronicle e, anche se a prima vista sembra un qualsiasi blog di informazione non convenzionale (o complottista, come direbbe qualcuno), in realtà basta leggerne gli articoli per capire che non è così. Tra i titoli possiamo scoprire che: Saddam Hussein ha fatto crollare il WTC7 (la terza torre crollata insieme alle Twin Towers), Snowden ha venduto informazioni all’URSS per dieci miliardi di dollari (URSS?), che Beyoncé si è suicidata all’età di 31 anni (?), che David Icke è un rettiliano, che il presidente Obama confessa di avere paura degli uomini con la barba. Cui prodest?

    Sul sito del Corriere, Flavio Vanetti commenta così la corsa cibernetica alle incredibili ‘rivelazioni’
    Il “bufalaro” è lui oppure sono i siti che hanno capito ciocca per brocca (più o meno in buona fede) e che hanno sparato la notizia?

    E alle due domande ne aggiunge una terza:

    se costui ha sparato una panzana, come può essere giudicato attendibile sul resto che ha dichiarato in queste settimane e che è stato preso per buono da tutti, ma proprio da tutti, tant’è che si è arrivati perfino a “bombardare” le relazioni diplomatiche tra Usa e Europa?

    RispondiElimina
  11. Anche al Corriere, quindi, non piace il ritardo assestato all’unificazione transatlantica dalle rivelazioni di Edward Snowden, che nient’altro sarebbe che un ‘bufalaro’ di turno. Mi viene spontaneo, allora, chiedere a Vanetti perché l’amministrazione Obama si mostri tanto irritata contro il suo concittadino, se veramente questi è così poco attendibile. E perché i governi di Francia, Regno Unito e Italia avrebbero creato un incidente diplomatico con la Bolivia per timore che questi fosse nascosto nell’aereo di Evo Morales?Secondo Greenwald, Snowden avrebbe distribuito i suoi documenti scottanti a molte persone nel mondo, che li renderebbero noti immediatamente nel caso succedesse qualcosa alla gola profonda della NSA. Non stupisce allora la caccia all’uomo che il governo di Washington sta conducendo da oltre un mese, al punto di costringere Snowden alla permanenza nell’aeroporto Sheremetyevo di MoscaLa vicenda di Snowden ricorda però anche quella di un altro spifferatore ricercato da Washington, sebbene la sua storia non sia stata oggetto di particolari attenzioni mediatiche. Si tratta dello scozzese Gary McKinnon, noto anche come “Solo” e ribattezzato l’hacker del Pentagono, perché tra il 1995 (quando aveva 29 anni, quasi gli stessi di Snowden) e il 2002 riuscì quasi a mettere in ginocchio la sicurezza informatica degli USA. Almeno, questa è l’accusa che gli è stata mossa dal governo di Washington per essere entrato illegalmente in 97 server governativi, violando i siti della NASA, della Marina, dell’Esercito, del Dipartimento della Difesa, dell’Aeronautica e del Johnson Space Center, sede del centro di controllo per le missioni con equipaggio umano della NASA e luogo di addestramento degli astronauti. Ed è proprio sul sito del Johnson Space Center che il giovane pirata informatico avrebbe fatto scoperte che fanno impallidire la fantasia dell’Internet Chronicle. McKinnon ha dichiarato infatti di aver scoperto l’esistenza di due cartelle diverse di foto scattate dallo spazio: la prima conterrebbe immagini che ritraggono città ed oggetti artificiali (indici di una civilizzazione, passata o presente) sulla Luna e su Marte, oltre che di oggetti volanti non identificati (OVNI, in inglese UFO) intorno all’orbita della Terra; la seconda conterrebbe le stesse immagini, ripulite per essere presentate all’opinione pubblica (ignara della manipolazione). La scoperta di Gary McKinnon confermava le dichiarazioni fatte da Donna Hare, un’impiegata della NASA che durante le audizioni del Disclosure Project presso il Washington National Press Club aveva testimoniato come tale manipolazione fosse la prassi per l’Ente spaziale statunitense. Erano state proprio le parole della Hare, infatti, ad incuriosire McKinnon, attratto sin da giovane dalle possibilità di vita intelligente extraterrestre; un interesse più che diffuso, che, unito a quello per la pirateria informatica, l’ha però messo in seri guai. Per intrufolarsi nei siti governativi, il giovane scozzese aveva utilizzato Remotely Anywhere, un software che permette di controllare in remoto altre macchine e scaricarne il contenuto sul proprio pc. Dalla sua, Solo ammette di non essere stato… il solo ad effettuare questo tipo di accesso:

    RispondiElimina
  12. “quando sei in rete, puoi impartire un ordine chiamato NetStat (Network Status) che elenca tutte le connessioni con quella macchina e c’erano hacker da Danimarca, Italia, Germania, Turchia e Thailandia”.

    Chissà se anche costoro hanno potuto fare le stesse scoperte di Gary che, tra le foto prive di manipolazione digitale, ha potuto osservare un velivolo simile ad un’enorme portaerei che orbitava in vicinanza dell’atmosfera terrestre, non diversa dai sigari volanti più volte avvistati nei cieli negli scorsi decenni. Una foto troppo grande, contenuta in un file troppo pesante, che gli avrebbe causato una brusca interruzione della connessione (56k), perdendo anche la preziosa prova:

    “in un certo qual modo assomigliava ad un satellite, ma era costruita secondo parametri che non avevo mai visto prima: non c’erano rivetti, né giunture, era come un blocco di materiale omogeneo. Aveva la forma di un sigaro e cupole geodetiche sopra, sotto, a destra, a sinistra e ad entrambe le estremità e, sebbene fosse un’immagine a bassa risoluzione, era assai ravvicinata”Di cosa si trattava? Non necessariamente un velivolo alieno, ma sicuramente non terrestre. Sarebbe questo infatti l’aggettivo usato per definire gli ufficiali dello US Space Command (Comando spaziale degli Stati Uniti), i cui nomi sarebbero iscritti in apposite liste che elencavano i trasferimenti di personale da una “nave” ad un’altra… navi non terrestri, perché dislocate al di fuori del nostro pianeta. Due i nomi dei velivoli che McKinnon ricorda con certezza, indicate nelle liste dei trasferimenti sottratte ai server del Pentagono: USSS Le May e USSS Hillenkoetter(dove USSS indicherebbe probabilmente United States Space Ships, cioè “navi spaziali degli Stati Uniti”, sulla falsariga delle navi della Marina, ossia United States Ships). Nomi significativi per due navi spaziali, perché richiamano i cognomi di due personaggi che con gli UFO qualcosa probabilmente ci avrebbero avuto a che fare, cioè il generale Curtis LeMay e l’ammiraglio Roscoe Hillenkoetter.



    Astronavi made in USA

    Hillenkoetter fu il primo direttore della CIA, nonché membro del NICAP, il Comitato nazionale USA per le indagini sui fenomeni aerei. Fu lui, nel 1960, a scrivere una lettera al Congresso, riportata all’epoca dal New York Times, in cui affermava che:

    “dietro le quinte, alti funzionari dell’Aeronautica sono seriamente preoccupati per gli UFO. Tuttavia, attraverso la segretezza ufficiale riservata a questi argomenti e la loro ridicolizzazione, molti cittadini sono portati a credere che gli oggetti volanti non identificati siano una sciocchezza”.

    Da allora, però, Hillenkoetter non si occupò più dell’argomento pubblicamente, ma entrò poi nel Majestic 12, il famoso gruppo di studio sugli UFO voluto dal governo USA.

    RispondiElimina
  13. Il generale Curtis LeMay, invece, fu probabilmente coinvolto nell’insabbiamento di Washington sull’atterraggio di alcune astronavi in territorio USA. A dichiararlo fu Barry Goldwater, generale Maggiore in riserva dell’Aviazione USA, ex senatore dell’Arizona e candidato presidenziale, che sosteneva l’esistenza di una stanza segreta, chiamatablue room, contenente velivoli extraterrestri nei pressi della base aerea diWright Patterson, in Ohio. In quella data Brian Parks, privato cittadino, è riuscito ad ottenere un’ammissione dell’esistenza della struttura, grazie al Freedom of Information Act (una legge USA che permette di avere informazioni riservate di pubblica utilità da parte di strutture pubbliche). Il documento fa riferimento esplicito al Progetto nr. 7307 e ad un numero identificativo dell’aviazione (23775), che indicherebbe precisamente proprio la blue room di Wright-Patterson. L’unico filmato a disposizione, però, citato nel documento, è un 35mm che sarebbe stato distrutto il 9 settembre 1965 (più o meno quando intercorse la telefonata tra Goldwater e LeMay). Insomma, abbastanza per dare credibilità a chi, come McKinnon, sostiene che il governo USA abbia potuto sviluppare tecnologie spaziali molto più avanzate di quanto ufficialmente dichiari, ma si guardi bene dal comunicarlo all’opinione pubblica.
    Rivelazioni come quelle di McKinnon prospettano un’Umanità non solo totalmente all’oscuro del reale operato dei propri governi, ma addirittura mantenuta in una bolla che la separa da quanto avviene intorno al proprio pianeta e dalle reali scoperte tecnologiche, in grado di rivoluzionare la vita di tutti i giorni. Una umanità che sembra quella del film The Village (USA, 2004), dove una comunità di persone vive come se il XIX secolo non fosse mai finito, circondata da un bosco che delimita il confine della loro vita: chi tenta di oltrepassarlo incontra creature mostruose che lo obbigano a retrocedere o gli procurano la morte…

    RispondiElimina
  14. Scoperto all’indomani dell’11 Settembre per un suo fatale e banale errore (avrebbe inserito il suo indirizzo di posta elettronica per scaricare un programma di condivisione a distanza da un sito amministrativo!), McKinnon è stato accusato dalla Corte federale del distretto orientale della Virginia di aver attentato alle infrastrutture critiche nazionali, danneggiando computer federali e mettendo così a rischio la sicurezza degli Stati Uniti. Meno male che non è successo durante il mandato del progressista Obama, dove oggi un’azione anche di impatto assai minore verrebbe considerata terroristica e comporterebbe la detenzione a Guantanamo o in altre strutture di prigionia simili o peggiori. La passione per gli UFO avrebbe potuto costare a McKinnon settant’anni di carcere (dieci per sette imputazioni diverse) se alla fine lo stato di diritto britannico non avesse prevalso
    Le autorità britanniche interrogarono più volte Gary McKinnon sin da subito, nel 2002, e nel 2005 stavano per consegnarlo nelle mani degli USA dopo l’approvazione dell’Extradiction Act (la legge sull’estradizione) che autorizzava alla consegna di cittadini britannici che avessero commesso reati ai danni di paesi stranieri. Oltre all’appoggio mai venutogli meno della madre e della fidanzata, intorno a McKinnon si è creata negli anni una vasta rete di persone che vedevano nella sua vicenda una minaccia ai diritti civili di ogni britannico; ma a nulla sono valse le rimostranze e gli appelli presentati alla Camera dei Lord, alla Corte europea per i Diritti Umani e all’Alta corte britannica, facendo leva sul fatto che l’Extradiction Act non fosse in vigore all’epoca dei fatti. Solo a gennaio del 2010, a causa dell’insorgere in Gary della sindrome di Asperger (una forma di autismo) e di una forte depressione, la richiesta di non estradizione è stata accolta perché in contrasto con la legislazione internazionale sui diritti umani sottoscritta da Londra. Ma quattro mesi dopo, alla Segreteria di Stato approda Theresa May, che in base alle valutazioni di esperti indipendenti incaricati di valutare il caso di McKinnon (che non l’hanno mai consultato o visitato), espresse la volontà di accontentare Washington. Solo all’ultimo momento si decise invece di salvarlo dal diventare l’ennesimo detenuto incappucciato e ammanettato di cui non si sarebbe più saputo nulla, come la maggior parte dei detenuti nelle prigioni segrete USA, incriminati per motivi molto più futili.
    Se il livello di informazioni possedute oggi da Edward Snowden è simile a quello scoperto undici anni fa da Gary McKinnon, si possono ben comprendere le affermazioni di Glenn Greenwald e i conseguenti timori di Washington. Ma per sua fortuna, Snowden gode di ciò che all’hacker del Pentagono è mancato: la visibilità mediatica di tutto il villaggio globale. E, forse, dell’appoggio di Russia, Cina e Sud America

    Articolo di Jacopo Castellini
    http://www.nexusedizioni.it/it/CT/le-bufale-su-snowden-e-le-verita-di-mckinnon-47

    Mark

    RispondiElimina
  15. Non so cosa pensare su Snowden , penso che sia positivo il suo ruolo , potrebbe far parte di una manovra geopolitica di settori che vogliono dire no all' avanzante Nwo , le parole di Medvedev sugli alieni sono un modo per mandare messaggi agli Usa , di che tipo non lo so , positivo era anche il ruolo di Assange prima che fosse zittito , le parole di chi dice che Assange e Snowden dovevano parlare di scie chimiche piuttosto che di 11 settembre mi sembrano piuttosto ingenue , c'è tutta una manovra di potere dietro , se sono sempre loro o esistono settori che vogliono divincolarsi dal Nwo e dallla dittatura transumanista , sapendo che ormai Orwell è una favola per bambini . Ricordo come il professor Haushofer la misteriosa figura che operava come eminenza grigia del regime di Hitler , aveva fondato mi pare una scuola di geopolitica , la scelta di Hitler di attaccare la Russia fu un errore fatale che a suo tempo aveva commesso già Napoleone . La domanda che resta sul tavolo ,è : i nazisti raggiunsero quella tecnologia con un aiuto extraumano ? qual è il loro ruolo attuale all'interno della Nasa ?
    Mark

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sinceramente la questione su Snowden e il contesto attuale in cui si è posizionata la russia di Putin,va analizzata bene,io a priori non mi fido,ma non posso dare una conferma alle mie supposizioni,per il momento mi limito solo ad osservare gli accadimenti.
      Detto questo che un ex agente segreto che rivela cose abbastanza precise e dettagliate,da fare tremare l'America stessa, e poi riesce a fuggire e ad arrivare in Russia,dove riceve asilo e protezzione,a me sembra la solita favola,che Snowden sia una operazione dei servizi dopo il fallimento di Assange?staremo a vedere,di certo se volevano lo facevano fuori,questo lo so,quindi lo hanno lasciato scappare,il perchè non mi è chiaro del tutto,sicuramente all'interno dei servizi segreti USA,e dei militari ci sono molti dissidenti,e molti cominciano a capire chi veramene dirigge l'america,cioe l'elite ebraica.
      Anche il ruolo della Russia non mi è del tutto chiaro,di certo neanche Putin è un santo,ne tantomeno un saggio illuminato,per arrivare a quei livelli di potere,devi essere compromesso,e anche se apparentemente sta rivestendo un ruolo di contrasto al NWO,sopratutto negli ambienti della controinformazione,posso affermare che ho molti dubbi,potremmo essere all'enesima scena teatrale su vasta scala.
      Voglio solo ricordare che quando hanno creato il false flag dell'11 settembre,facendo implodere le torri gemelle,oltre a tutto il resto,era anche una rappresentazione simbolica della distruzione delle colonne poste all'entrata dell'antica babilonia,questo rituale prevede quindi la distruzione di un impero per farne un altro,o la fine di un ciclo e poi iniziarne un altro.
      In pratica per L'America è gia programmato che verra distrutta,sia con un collasso economico,e forse in un conflitto atomico,non mi stupirei quindi se il NWO arrivasse dalla Cina e dalla Russia.

      Elimina
  16. Si , gli usa devono crollare e sulle ceneri edificare il nwo , a tale riguardo mi ricordo di come si discutesse su due domande : perché tanta galioffaggine nell' 11 settembre ? Perchè seminare cosi tante prove di questo auto attentato , della cui finzione ne parlarono in primis loro stessi , i media mainstream :Michael moore , giulietto chiesa , una puntata pure della trasmissione di giovanni minoli ,davvero non sapevano fare di meglio ? Che dire poi dell’ attore che ringiovanisce nei video di bin laden , della figuraccia di abu grahib , della morte di bin laden senza una foto……. Sulla Russia ricordo il caso Litvinenko , quello Politkoskaja , e sulla maglia di Nibali fresco vincitore del tour de france capeggiava il nome del suo sponsor : Astana , siccome il vincitore è italiano , anagrammando la parola della capitale del Kazhakistan , vedi caso Shalabayeva , si ottiene …. Il campione è siciliano , terra che si dice consacrata a Baal…….
    Mi ricordo che Assange venne silenziato nel 2011 quando stava dicendo di avere documenti sulle banche , poi rinunciò e di li a poco vennero ritirate le accuse mossegli in Svezia……
    Mark

    RispondiElimina
  17. Si , gli usa devono crollare e sulle ceneri edificare il nwo , a tale riguardo mi ricordo di come si discutesse su due domande : perché tanta galioffaggine nell' 11 settembre ? Perchè seminare cosi tante prove di questo auto attentato , della cui finzione ne parlarono in primis loro stessi , i media mainstream :Michael moore , giulietto chiesa , una puntata pure della trasmissione di giovanni minoli ,davvero non sapevano fare di meglio ? Che dire poi dell’ attore che ringiovanisce nei video di bin laden , della figuraccia di abu grahib , della morte di bin laden senza una foto……. Sulla Russia ricordo il caso Litvinenko , quello Politkoskaja , e sulla maglia di Nibali fresco vincitore del tour de france capeggiava il nome del suo sponsor : Astana , siccome il vincitore è italiano , anagrammando la parola della capitale del Kazhakistan , vedi caso Shalabayeva , si ottiene …. Il campione è siciliano , terra che si dice consacrata a Baal…….
    Mi ricordo che Assange venne silenziato nel 2011 quando stava dicendo di avere documenti sulle banche , poi rinunciò e di li a poco vennero ritirate le accuse mossegli in Svezia……
    Mark

    RispondiElimina
  18. Speriamo davvero che qualcosa si stia muovendo , non possono essersi tutti rimbecilliti nei servizi , negli organismi militari Usa , vero ? Anche se i vertici sono quelli che sono .
    Secondo te Astana che ruolo puo rivestire , futura capitale del come alcuni sospettano Nwo ? tra turchi , islamici , asiatici , li sono molto in fermento . La turchia dicono essere un territorio molto attivo per gli illuminati ( da kemal in poi difeso spada tratta dai massoni )
    Mark

    RispondiElimina
  19. The New Atlantis https://www.youtube.com/watch?v=3wzTDF9bJCk
    Mark

    RispondiElimina
  20. Le due torri simboleggiavano le colonne Joachim e boaz ?
    Mark

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si certamente fanno riferimento a questa simbologia,ma in senso negativo e in un rituale con un sacrificio di massa,quello e' stato uno spartiacqua,infatti le energie negative che hanno sprigionato sono ancora attive e lo vediamo chiaramente,ma allo stesso modo può essere la loro fine,anzi le energie che hanno rilasciato gli si ritorceranno contro,perche l'energia ritorna al punto di partenza.

      Elimina
    2. E stanno ancora continuando a usare questi rituali , mi pare , vedi sparizione volo malaysia e abbattimento di aereo con 300 vittime in ucraina , volo che si chiamava 777 uguale ad un volo dell' 11 settembre .
      Mark

      Elimina
  21. Cosa pensi della madonna di Guadalupe ? di Iside- Ishtar- dea serpente ?

    Mark

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sempre la dea iside,la Madonna nera fa riferimento alla dea iside,in quanto e' la costellazione della vergine,ma prima del solstizio d'inverno,dopo il solstizio invece diventa bianca quella normale,con il sole nuovo o horus in braccio,cioè ha partorito l'horus,il sole nuovo,quello che porterà poi alla primaverave all'estate,importante per i raccolti,e la fertilità della terra,ma anche simbolicamente il viaggio archetipale verso l'illuminazione,il sole spirituale.

      Elimina
    2. Astana capitale del Nwo ?

      Mark

      Elimina
    3. No non credo,e' solo una città costruita con architettura massonica,o sacra,di cui i khazari essendo ormai ebrei,stanno edificando con i soldi illeciti della droga,prostituzione e quant'altro,la capitale del NWO e' per adesso New York,perche c'è wall street,prima era Londra per via della city,dove ci sono le strutture della finanza li risiede Babilonia,nella loro simbologia malata,infatti tornando al discorso delle torri gemelle,il false flag simboleggia anche la caduta programmata del dollaro,con cui metteranno in crisi il mondo intero per poi decretare una nuova moneta mondiale,non a caso,la piramide con l'occhio onivegente sospesa,e' stata situata sulla banconota del dollaro,perche' era tutto programmato che con la finanza avrebbero dominato il mondo,e con la caduta del dollaro avrebbero mandato il mondo nel caos,per poi dare la loro soluzione,il NWO,ma che ci riusciranno e' altra storia.

      Elimina