Pagine

venerdì 13 giugno 2014

Gli USA stanno progettando di colpire la Russia con armi nucleari









Washington pensa che in una guerra nucleare ci possa essere chi vince. E sta progettando un primo attacco alla Russia, o forse alla Cina, per evitare qualsiasi sfida alla sua egemonia sul mondo. Il piano è molto avanzato, avverte Paul Craig Roberts, citando “La letalità delle armi nucleari” di Steven Starr: «Basterebbe l’1% degli arsenali nucleari degli Usa o della Russia per provocare una “piccola guerra nucleare” che porterebbe a un disfacimento catastrofico del clima globale e alla distruzione massiccia dello strato di ozono, con conseguenti danni, tanto gravi per l’agricultura del mondo, che due miliardi di persone potrebbero morire di fame». La brutta notizia è che la dottrina strategica degli Stati Uniti è cambiata: con Obama, «il ruolo dei missili nucleari è stato portato da strumento di reazione ad arma offensiva, da usare al primo colpo». Per questo sono stati piazzati i missili anti-balistici Abm nelle basi americane in Polonia, e altri missili verranno dislocati nell’Est Europa. «Una volta completato il lavoro, la Russia sarà circondata da basi missilistiche americane».





Paul Craig Roberts
I missili anti-balistici, noti come “star wars”, sono armi progettate per intercettare e distruggere missili balistici intercontinentali, spiega Craig Roberts, già viceministro del Tesoro con Reagan e “associated editor” del “Wall Street Journal”. Secondo la nuova strategia di guerra di Washington, continua Roberts in un post ripreso da “Come Don Chisciotte”, gli Stati Uniti dovrebbero colpire la Russia per primi. Qualunque sia la capacità di risposta russa, l’artiglieria missilistica di Mosca non riuscirebbe più a raggiungere il territorio statunitense, perché i missili russi verrebbero intercettati dallo scudo degli Abm dislocati in Europa orientale. Il pretesto agitato da Washington è quello della minaccia terroristica: come se i terroristi fossero una nazione che disponga di un esercito minaccioso. Ufficialmente, i missili Abm sono in Polonia come “scudo” contro i missili intercontinentali iraniani: ma Washington, «come ogni altro governo europeo, sa bene che l’Iran non ha nessun Icnm e che l’Iran non ha mai detto di aver intenzione di attaccare l’Europa».





Nessun governo crede nelle ragioni di Washington, continua Craig Roberts. Qualsiasi governo, invece, capisce che le motivazioni dell’America sono «deboli tentativi di nascondere il fatto che sta posizionando le sue basi per poter vincere una guerra nucleare». Il governo russo, naturalmente, è consapevole che questo cambio di strategia di guerra degli Stati Uniti e le basi Abm americane poste ai suoi confini siano orientate contro la Russia. «Sono segnali evidenti che Washington intende essere pronta per un primo attacco con armi nucleari contro la Russia». Anche la Cina, aggiunge l’analista statunitense, ha perfettamente capito che Washington ha le stesse intenzioni contro Pechino. Proprio in risposta alla minaccia di Washington, «la Cina ha attirato l’attenzione del mondo sulla sua capacità di distruggere gli Stati Uniti, nel caso che Washington dovesse intraprendere un conflitto di questo genere». Il peggio è che Obama «crede di poter vincere una guerra nucleare con pochi o senza danni per gli Stati Uniti: ed è questa convinzione che rende probabile una guerra nucleare».


Secondo Steven Starr, questa convinzione è basata sull’ignoranza: una guerra nucleare non avrà nessun vincitore. «Anche se le città degli Stati Uniti fossero salvate dallo scudo contro gli Abm, le radiazioni e gli effetti prodotti dall’inverno nucleare delle armi che avranno colpito la Russia o la Cina distruggerebbero gli Stati Uniti allo stesso modo». Prosegue Craig Roberts: «I media, opportunamente concentrati in poche mani durante il corrotto regime di Clinton, sono complici perché stanno ignorando il problema. Anche i governi degli stati vassalli di Washington in Europa occidentale e orientale, del Canada, dell’Australia e del Giappone sono complici, perché accettano il piano di Washington e mettono a disposizione le basi militari per la sua attuazione. Un governo polacco demente, probabilmente, ha già firmato la condanna a morte per l’umanità». E’ corresponsabile anche il Congresso degli Stati Uniti, «perché non è stata presentata nessuna audizione contro il progetto esecutivo per l’avvio di una guerra nucleare». Per Roberts, Washington ha creato una situazione pericolosa: «Dato che Russia e Cina sono state chiaramente minacciate di un primo lancio nucleare, anche loro potrebbero decidere di colpire per prime: perché Russia e Cina dovrebbero restare sedute ad attendere l’inevitabile, mentre l’avversario sta creando i presupposti per proteggersi, sviluppando il suo scudo Abm?».






Una volta che Washington abbia terminato lo scudo, Russia e Cina possono essere certe che «saranno attaccate, a meno che non si arrendano prima». Il network “Russia Today” spiega che il piano segreto di Washington per colpire la Russia per prima non è affatto un segreto: il reportage chiarisce anche che Washington è pronta a eliminare qualsiasi leader europeo che non si allineerà con gli Usa. Che fare, dunque?  Innanzitutto, «non ascoltare il Ministero della Propaganda spegnendo Fox News, Cnn, Bbc , Abc, Nbc e Cbs, smettendo di leggere il “New York Times”, il “Washington Post”, il “Los Angeles Times”»,(la stessa cosa vale per i media di regime italiani n.d.r ), scrive Craig Roberts. «Basta uscire dal circuito dell’informazione dei media ufficiali. Non credere una parola di quello che dice il governo. Non votare. Rendersi conto che il male è concentrato a Washington. Nel 21° secolo Washington ha distrutto in tutto o in parte sette paesi.Ha ucciso milioni di persone, li ha mutilati, li ha fatti fuggire dalle loro case e Washington non ha mai dato segni di rimorso. E nemmeno le chiese “cristiane”. Tutta la devastazione che Washington ha provocato nel mondo è raccontata come se fosse stato un grande successo: ha vinto Washington». Gli Usa sono determinati a vincere, conclude Craig Roberts. «Ma è lo stesso male, che Washington rappresenta, che sta portando il mondo verso la sua distruzione».



FONTE

32 commenti:

  1. Auguriamoci che non lo facciano, anche se una parte di me sa che l'idea se la sono fissata purtroppo,. Non e' Washington a volerla, ma le stesse entita' maligne che ci stanno rompendo i coglioni da millenni, la gente lo capisse, secondo me anche putin sotto sotto sa di questo e fa finta di essere la vittima o no ? Possibile che queste entita' operino solo con i governi occidentali ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è li che vogliono arrivare,sono dei pazzi psicopatici,gli serve per chiudere con il nWo,e sterminare milioni di persone, cosi da controllate meglio i sopravvissuti,useranno virus letali,stermini di massa e armi nucleari,più armi segrete tipo haarp e altro,quale migliore occasione di una guerra mondiale? i dementi messi negli attuali governi europei servono proprio a dare supporto a questi esseri degradati che usano gli USA come fantoccio militare .Questo gli serve anche per fermare l'evoluzione spirituale in atto,era tutto progettato,e ancora i coglioni non credono.Comunque questo è quello che vogliono fare ma che ci riusciranno è altra storia,non dovete avere paura o provare un senso di frustrazione,la verità serve a raggiungere la consapevolezza,e la consapevolezza serve a sapere come agire,non riusciranno nella loro impresa,non gli sarà permesso,al primo lancio di armi atomiche i fratelli di agarti interverranno,questo conflitto non riguardava solo noi,ma ha anche delle conseguenzenelle altre dimensioni.Questa storia finisce qui per loro e i loro luridi servi.Si dietro ci sono entità demoniache,su Putin potrebbe fatte il loro gioco,non mi stupirei di questo.Comunque speriamo che non accada,le conseguenze saranno devastanti,ma l'assalto dell'Ucraina serve proprio questo obbiettivo.Questa volta però pagheranno a caro prezzo tutto,a cominciare dai loro luridi servi nei governi e nei media.

      Elimina
    2. Gli Stati uniti sono gia falliti de facto ricordate quando hanno bloccato tutto perché hanno sforato il tetto del debito ? Perche si sono addebitati all’infinito per le spese dei veri padroni del governo usa Perche obama non è altro che il paravento del vero governo degli usa le corporation e unna di queste è quella militare cioe il pentagono , nel mondo globalizzato soi sono scelti il nemico ideale : al quaeda , cio prevede debitocrazia negli stati che si controlla direttamente : ue e usa . perche gli usa sono un impero e guerra in tutti gli altri ,, perché guerra vuol dire business : distruzione , ricostruzione , prestiti dell’ fmi ,aiuti umanitari , attentati , golpe , dittature solo per loro i padroni del mondo cioe coloro che posseggono tutto il business delle banche e delle multinazionali , fino a che non sii ricomincia con il prossimo giro di valzer . in una trappola di terrore e instabilità infinita .

      Elimina
    3. Capisco, quindi in caso di lancio di atomiche verrebbero fermati da forze superiori, ma se non lo faranno, cioe' se non lanceranno niente come ce ne libereremo ? Che se ne vadano di loro spontanea volonta' mi sembra impossibile

      Elimina
    4. Ricordate cosa dice freixedo gli spiriti superiori ci hanno sempre ingannato e manipolato , hanno creato le religioni , le guerre , le ideologie , basta vedere con chi avevano a che fare condottieri , fondatori di religioni , profeti, o chi erano i fondatori degli usa come Benjamin franklin che apparteneva all' hellfire club . Ci hanno sempre preso per i fondelli vedi le balle colossali che dicono tra canalizzazioni , medium e apparizioni , e che dire dei patti stipulati descritti nel faust di Goethe ? Sono cambiali a lunga scadenza , io penso che sia inutile sperare nell'intervento di chicchessia , questo mondo è fondato sulla menzogna come canta pelù in diablo : '' tutta la storia è una grossa menzogna ''.

      Elimina
    5. Per capire come mai la rana ucraina- un paese senza arte, parte e identità sul cui suolo passano dei gasodotti- venga gonfiata fino all’inverosimile dai principali media del mondo e perché gli Stati Uniti premano tanto sulla U.Ecome la geopolitica tedesca, da Bismarck in poi, non abbia mai cambiato direzione se non durante la parentesi della costruzione europea post 1945. Esistono forti correnti economiche e di pensiero che pensano di cambiare registro e gli USA si preoccupano di eventuali scelte geopolitiche indipendenti tedescheUna strategia geopolitica indipendente della Germania significherebbe una nuova guerra mondiale a breve. L’Ucraina è l’offerta che gli USA fanno alla Germania per allontanare ( per dieci anni ?) il fantasma di Otto von Bismarck e del rapporto stretto con la Russia. Gli USA non possono tollerare una uscita della Germania dalla zona euro E’ intuitivo anche che non possono lasciar crescere l’ euro perché il suo successo suonerebbe come campana a morto per il dollaro USA e la fine del ruolo degli Stati Uniti come detentore del quasi monopolio della valuta degli scambi internazionali.Di qui l’urgenza assoluta per il governo Obama della conclusione del trattato TAFT che La Germania, diventata un impero nel 1870 dopo la sconfitta della Francia, ebbe una economia inizialmente equilibrata – tra la Prussia agricola e la Renania industrializzata la bilancia dei pagamenti era in equilibrio – si lanciò in una politica di espansione anche per recuperare i due secoli di ritardo nello sfruttamento delle colonieDopo la rovinosa sconfitta del 1945 la Germania non ha più avuto intenzioni di definire una geopolitica indipendente e si è a mano a mano integrata nei dispositivi predisposti dai vincitori La nascita dell’Euro e della Banca Centrale Europea la apodittica convinzione teologica che alle crisi economiche si deve reagire con l’austerità (non suffragata da alcun elemento scientifico) sta lavorando il fegato dei paesi mediterranei Una rottura tra la Germania e i partner europei – sia politica o sia economica – costringerebbe la Cancelliera Merkel ad una situazione da paria – come oggi il turco Erdoghan ed un aumento della immigrazione che a questi livelli sarebbe suicidaria per l’identità tedesca.per la Germania, le sue tecnologie i suoi capitali, i suoi contatti politici, un rapporto organico con la Russia avrebbe un solo significato: relegare gli USA tra le potenze di seconda schiera e togliergli il dominio del mondo.
      Logico che l’idea non piaccia agli americani, logico che vogliano opporsi in ogni modo, logico che offrano ai tedeschi l’Ucraina – in tutto o in parte – col suo serbatoio di mano d’opera, terreni agricoli e risorse boschive di grande importanza Se la Merkel non si schiera con l’occidente e non litiga con Putin, sarà segno, per gli analisti americani, che vuole fare il Bismarck in gonnella.
      Quanto a noi, nella prima guerra mondiale restammo neutrali per dieci mesi. Nella seconda restammo neutrali ( “non belligeranti”) per altri dieci mesi. Sappiamo come è andata. Sarebbe ora di seguire i consigli di neutralità che all’epoca diedero Giolitti e Benedetto Croce e non di seguire quelli di un D’Annunzio lubrificato ( come Mussolini) dall’oro francese.
      antonio de martini http://corrieredellacollera.com/2014/05/08/si-scrive-ucraina-ma-si-legge-germania-la-rft-e-la-sua-ostpolitik-bismarckiana-sono-una-alternativa-alla-u-e-e-alleurozona-obama-non-vuole-di-antonio-de-martini/

      Elimina
    6. Per noi è d’importanza vitale», sottolineava il vicepresidente della commissione parlamentare per l’energia, Kuiu-mgiev. E il presidente della Camera dei costruttori, Glossov, dichiarava che «il South Stream è una boccata d’ossigeno per le imprese bulgare».
      Il momento decisivo è quando, domenica scorsa a Sofia, il senatore Usa John McCain, accompagnato da Chris Murphy e Ron John-son, incontra il premier bulgaro trasmettendogli gli ordini di Washington. Subito dopo Plamen Oresharski annuncia il blocco dei lavori del South Stream.
      Una vicenda emblematica: un progetto di grande importanza economica per la Ue viene sabotato non solo da Washing-ton, ma anche da Bruxelles. Ci piacerebbe sapere che cosa ne pensa il governo Renzi, dato che l’Italia – come ha avvertito Paolo Scaroni, numero uno dell’Eni – perderebbe contratti per miliardi di euro se venisse affossato il South Stream.
      Con l’annessione della Crimea, La sua popolarità interna è aumentata enormemente. C’è da sperare che non gli dia alla testa è visceralmente contraria a ogni secessione. . All’ONU, non ha appoggiato Mosca per la Crimea. Londra cerca di salvaguardare il deposito degli ingenti capitali russi nelle sue banche. La Germania, appoggiata “sottovoce” dall’Italia, propone un compromesso Non potendosela prendere più di quel tanto con la Germania, da cui sono economicamente dipendenti, i Paesi dell’Europa centrorientale se la prenderanno con l’Italia, creare le condizioni per insurrezioni e nuove annessioni, sono carte negoziali del Cremlino nei suoi rapporti con l’Occidente. Potranno piacere a Grillo, tanto sensibile alle preferenze della “gente comune” (manipolata dalla rete con soldi di dubbia provenienza), ma sono strutturalmente pericolose. Putin conosce la storia. Sa che la “strategia del carciofo” può avere un successo solo temporaneo e limitato. Quella hitleriana ha portato la Germania al disastro Le rendite di posizione di cui gode la Russia e che costituiscono anche efficaci strumenti di pressione sull’Occidente, sono destinate a erodersi l’impossibilità per l’Europa di far a meno del gas russo. La sua sostituzione con quello liquefatto (LNG) dagli USA richiederà un paio di decenni. Inoltre, esso costerà almeno un terzo più del gas russo, trasportato in Europa da gasdotti. Mosca non può permettersi una nuova guerra fredda. La prospettiva di un conflitto nucleare ha certamente raffreddato in Occidenti i – per fortuna pochi -“bollenti spiriti”, che proponevano una risposta militare per “punire” la Russia per l’annessione della CrimeaLa prospettiva di un conflitto nucleare ha certamente raffreddato in Occidenti i – per fortuna pochi -“bollenti spiriti”, che proponevano una risposta militare per “punire” la Russia per l’annessione della Crimea Putin rimpiange il collasso dell’URSS. Sa però benissimo che la Russia non può permettersi il costo di un impero. Con il loro potere di attrazione, gli USA attirano il risparmio da tutto il mondo. La Russia no. Anziché sfruttare le sue colonie, come hanno sempre fatto gli imperi seri, le finanzia abbondantemente. Putin teme poi che gli USA potrebbero rifare alla Russia lo “scherzetto” che fecero all’URSS negli anni Ottanta. Allora, la speculazione al ribasso del prezzo del petrolio diede il colpo di grazia all’agonizzante economia sovietica. Aumenterà in ogni caso l’influenza tedesca. Per l’Italia non sembra esservi altra soluzione che salire sul carro della Germania. carlo jean

      Elimina
    7. Per noi è d’importanza vitale», sottolineava il vicepresidente della commissione parlamentare per l’energia, Kuiu-mgiev. E il presidente della Camera dei costruttori, Glossov, dichiarava che «il South Stream è una boccata d’ossigeno per le imprese bulgare».
      Il momento decisivo è quando, domenica scorsa a Sofia, il senatore Usa John McCain, accompagnato da Chris Murphy e Ron John-son, incontra il premier bulgaro trasmettendogli gli ordini di Washington. Subito dopo Plamen Oresharski annuncia il blocco dei lavori del South Stream.
      Una vicenda emblematica: un progetto di grande importanza economica per la Ue viene sabotato non solo da Washing-ton, ma anche da Bruxelles. Ci piacerebbe sapere che cosa ne pensa il governo Renzi, dato che l’Italia – come ha avvertito Paolo Scaroni, numero uno dell’Eni – perderebbe contratti per miliardi di euro se venisse affossato il South Stream.
      Con l’annessione della Crimea, La sua popolarità interna è aumentata enormemente. C’è da sperare che non gli dia alla testa è visceralmente contraria a ogni secessione. . All’ONU, non ha appoggiato Mosca per la Crimea. Londra cerca di salvaguardare il deposito degli ingenti capitali russi nelle sue banche. La Germania, appoggiata “sottovoce” dall’Italia, propone un compromesso Non potendosela prendere più di quel tanto con la Germania, da cui sono economicamente dipendenti, i Paesi dell’Europa centrorientale se la prenderanno con l’Italia, creare le condizioni per insurrezioni e nuove annessioni, sono carte negoziali del Cremlino nei suoi rapporti con l’Occidente. Potranno piacere a Grillo, tanto sensibile alle preferenze della “gente comune” (manipolata dalla rete con soldi di dubbia provenienza), ma sono strutturalmente pericolose. Putin conosce la storia. Sa che la “strategia del carciofo” può avere un successo solo temporaneo e limitato. Quella hitleriana ha portato la Germania al disastro Le rendite di posizione di cui gode la Russia e che costituiscono anche efficaci strumenti di pressione sull’Occidente, sono destinate a erodersi l’impossibilità per l’Europa di far a meno del gas russo. La sua sostituzione con quello liquefatto (LNG) dagli USA richiederà un paio di decenni. Inoltre, esso costerà almeno un terzo più del gas russo, trasportato in Europa da gasdotti. Mosca non può permettersi una nuova guerra fredda. La prospettiva di un conflitto nucleare ha certamente raffreddato in Occidenti i – per fortuna pochi -“bollenti spiriti”, che proponevano una risposta militare per “punire” la Russia per l’annessione della CrimeaLa prospettiva di un conflitto nucleare ha certamente raffreddato in Occidenti i – per fortuna pochi -“bollenti spiriti”, che proponevano una risposta militare per “punire” la Russia per l’annessione della Crimea Putin rimpiange il collasso dell’URSS. Sa però benissimo che la Russia non può permettersi il costo di un impero. Con il loro potere di attrazione, gli USA attirano il risparmio da tutto il mondo. La Russia no. Anziché sfruttare le sue colonie, come hanno sempre fatto gli imperi seri, le finanzia abbondantemente. Putin teme poi che gli USA potrebbero rifare alla Russia lo “scherzetto” che fecero all’URSS negli anni Ottanta. Allora, la speculazione al ribasso del prezzo del petrolio diede il colpo di grazia all’agonizzante economia sovietica. Aumenterà in ogni caso l’influenza tedesca. Per l’Italia non sembra esservi altra soluzione che salire sul carro della Germania. carlo jean

      Nella nuova visione russa Rosneft deve diventare il colosso petrolifero, la più grande compagnia al mondo per produzione al giorno di barili, e Gazprom il suo contraltare nello stesso business energetico

      Elimina
  2. Qualche accenno su Ariani , Alieni e Caucaso.
    cosiddetti alieni nordici o semplicemente nordici (o plejaren o pleiadiani dalla loro presunta provenienzaPuò darsi che nelle prime battaglie, i cristiani (degli eserciti romani di Costantino, per esempio) siano stati aiutati da flotte invisibili di UFO pleiadiani. Attualmente, il medium che dice di ricevere messaggi telepatici dai pleiadiani della Federazione galattica sarebbe Greg Giles.
    I Pleiadiani farebbero parte della razza mammifera, di cui anche l'Homo Sapiens Sapiens farebbe parte, secondo Zecharia Sitchin attraverso gli Anunnaki di Nibiru, secondo altri ufologi attraverso colonie dei tempi di Atlantide che sarebbero confluite nella sola etnia caucasica
    I Pleiadiani dicono di essere 22 milioni di anni più avanti di noi dal punto di vista spirituale/evolutivo, e circa 4,5 milioni di anni più avanti da quello di vista tecnologico. finché i Pleiadiani rinunciarono al dominio sulla nascente Atlantide e alle sue preziosissime risorse. I Siriani vinta la guerra, popolarono Atlantide con la loro razza progenitrice Precetacea, originaria dalla Lyra.
    Tuttavia esisteva ancora il terzo ceppo dei Pleiadiani, gli Anunnaki che non avevano partecipato alla guerra, ma anzi si erano alleati alla Fratellanza Oscura di Orione. Essi costruirono la micidiale e invincibile Astronave/Pianeta Nibiru, e il loro capo Anu, venne considerato ribelle a tutti gli effetti dal Consiglio Pleiadiano
    Contattista che nel 1921 in Germania sostenne di ricevere messaggi telepatici dai Pleiadiani di Aldebaran fu Maria Orsitsch. Conseguenza nefasta di questo contattismo fu, a quanto pare, il Nazismo. C'è da dire che i contatti della medium Orsitsch potrebbero essere stati rettiliani che si spacciavano per Pleiadiani. Sarebbe il caso di approfondire, ma forse la verità non si saprà mai.
    I Pleiadiani hanno avuto in passato molti contatti con i terrestri ma di recente hanno sospeso le loro visite alla Terra a causa di una legge spaziale che vieta loro di interferire nel destino delle altre razze, a meno che queste non mettano in pericolo le altre specie della galassia
    Probabilmente le sfere di luce sono state mandate dai pleiadiani in quanto sono loro che probabilmente stanno dietro alla nascita del cristianesimo nel 0 d.
    http://www.ufopedia.it/Alieni_nordici.html
    Aldebaran è il nome di uno dei demoni citati dal Libro di Enoch.
    L'Impero di Orione o Lega di Orione è uno dei due imperi famosi (o famigerati) della galassia (l'altro è l'Impero draconiano).
    Razza mammifera (affine ai delfini) stanziata sulla Terra a Lemuria. Sarebbero stati originati dalla razza precedente dei Felinoidi, che crearono i Cetacei Lyriani, che colonizzarono anche la Terra.
    http://www.ufopedia.it/Precetacei_Lemuriani.html
    sua volta, Yang Paenk - ricercatore dalla Polonia, sosteneva che sul nostro pianeta, nelle sue profondita' vi era una rete di gallerie, attraverso le quali si poteva accedere in qualsiasi parte del mondo. Questi tunnel sono stati letteralmente rasi al suolo, e le loro pareti erano costituite da una roccia congelata, qualcosa di simile al vetro di un bicchiere.
    Questi tunnel sono stati trovati in Australia del Sud, Ecuador, Nuova Zelanda e Stati Uniti. Secondo Paenka in questi percorsi sotterranei volavano degli UFO, che solcavano l'interno della terra. In Nuova Zelanda, Yang Paenk era riuscito a contattare un minatore, che gli disse che i minatori locali si erano imbattuti in due gallerie, ma qualcuno dall'alto diede l'ordine di chiudere urgentemente l'ingresso con del cemento. Nel 1942 i servizi segreti della Germania nazista, furono incaricati da Himmler e Goering di cercare civiltà sotterranea tra il Mar Baltico e l'isola di Rügen attraverso l' invio di una spedizione, che comprendeva le menti più avanzate. A capo della spedizione vi era il professor Heinz Fischer



    RispondiElimina
  3. Non è noto se i nazisti, siano riusciti ad individuare con certezza le tracce di una antica razza sul nostro pianeta vecchia di milioni di anni, e se esiste ancora. In questi miti, questi esseri verrebbero descritti infinitamente saggi,sviluppati,e molto avanzati nel campo scientifico e culturale. Un terribile disastro li portò negli inferi, senza condividere con noi la propria civiltà, poiche' non volevano avere nulla a che fare con gli esseri umani che considerati sporchi, e selvaggiAsgarti veniva descritto come una sorta di paradiso sotterraneo. Si ritiene che in Asgarti sarebbe tenuto segreto un sacro testo, Sutra "Prajnaparamita", imposto dall'antica terra di Nagarjuna.
    La possibile esistenza di mondi sotterranei viene avvalorata da altri fatti.
    Nel 1977, su diverse riviste furono pubblicate delle foto scattate dal satellite "ESSA-7" e che mostrano una macchia scura con una forma regolare, molto simile a un enorme buco. Questa macchia scura si trova in un luogo in cui ci dovrebbe essere il Polo Nord. Foto analoghe sono state catturate dal satellite stesso, nel 1981. Se questo sarebbe l'ingresso al mondo sotterraneo, chi sarebbero gli abitanti del mondo sotterraneo?
    Tuttavia, ci si pone la domanda: che cosa è successo a questa civiltà, e perché dopo il cambiamento climatico gli abitanti sotterranei non sonto tornati sulla superficie della terra? forse il motivo era dovuto alla prolungata residenza sotterranea con un diverso peso e clima diverso.
    La pressione gravitazionale sotterranea metropolitana era significativamente diversa dal solito. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che sotto la terra è completamente assente qualsiasi sorgente di luce solare, anche debole.
    Dato che tutto questo stava avvenendo per migliaia di anni, si può presumere che la civiltà superstite si era evoluta nel sottosuolo.
    Gli studi, che sono stati condotti da esperti della NASA, insieme a scienziati francesi hanno confermato l'esistenza delle città sotterranee, e una vasta rete di gallerie e tunnel che si estende per migliaia di chilometri negli Altai, nella regione di Perm, negli Urali, nel Tien Shan, il Sud America e il Sahara .
    In questo caso, questo non sarebbero le più antiche città, che era vennero distrutte, e con il tempo furono ricoperte da foreste e strati di terreno.
    No, queste sono le strutture sotterranee e le città a noi sconosciute.
    L'antropologo Argentino Maurice è stato uno dei primi che ha iniziato ad esplorare i tunnel in Sud America. Nella localita' di Morona-Santiago in Ecuador, aveva trovato e mappato un misterioso sistema di gallerie che si snodavano per centinaia di chilometri. Questi tunnel si estendevano in profondita' nel sottosuolo, creando un gigantesco labirinto, che era chiaramente di origine artificiale. Nella roccia violata da un enorme buco nelle cui viscere lungo il declivio e su piattaforme orizzontali consecutive, ad una profondità di circa 240 metri ci sono delle gallerie rettangolari che si piegano piatte ad angolo retto.
    Nelle gallerie, le pareti e soffitti sono lisci, lucidi e perfettamenti allineate, come se fossero stati verniciati. Vicino ad una camera, dalle dimensioni di un teatro, sono stati trovati un tavolo e sette sedie, fatte di un materiale simile alla plastica. In questo luogo Juan Moritz aveva trovato un gran numero di lastre di metallo incise con delle iscrizioni, alcune delle quali mostravano viaggi nello spazio e concetti astronomici. Tutte le piastre erano fatte esattamente su misura composte da unmetallo, realizzato con alta tecnologia.
    Juan Moritz, senza dubbio, solleva il velo sul mistero su chi avesse scavato i tunnel, il loro livello di conoscenza e la loro età.
    Un'altra spedizione - anglo-ecuadoriana - venne organizzata nel 1976 per esplorare a Los Tayos al confine tra Ecuador e Perù uno dei tunnel sotterranei.

    .




    RispondiElimina
  4. In quell'occasione venne trovato un tavolo con delle sedie dalle dimensioni di più di due metri. Ma la cosa più interessante era stata un'altra stanza, nella quale le pareti erano arredate da scaffali pieni di tomi antichi che avevano circa 400 pagine ciascuno.Questa vasta rete di gallerie si trova nella regione del Volga sulla cresta del famoso Medveditskaia. Ci sono tunnel che hanno una sezione trasversale a forma di un cerchio ad una profondità di 30 metri sotto la superficie. E 'probabile che la cresta di Medveditskaya sarebbe un nodo, un crocevia, dove si congiungono i tunnel provenienti da diverse parti.
    I ricercatori hanno concluso che questa intersezione potrebbe raggiungere la Crimea nel Caucaso, la Russia a nord, la Nuova Terra, e anche gli spazi aperti del continente nordamericano. Gli speleologi in Crimea hanno registrato un enorme cavità sotto l'Ai-Petri, inoltre, sono state trovate delle gallerie che collegano il Caucaso e la Crimea. Nel Caucaso, vicino a Gelendzhik, il canyon si trova a una profondità di più di 100 metri come un pozzo verticale.
    Ha una caratteristica - le pareti lisce.
    I ricercatori hanno concluso che le pareti di roccia cosi' lisce sarebbero impossibile da eseguire escludendo la particolarita' a fenomeni termici e meccanici. E' probabile che questo sarebbe uno dei condotti, che conducono ad una galleria orizzontale, al di là della cresta Medveditskaia.

    Molti scienziati e ricercatori provenienti da diversi paesi ritengono che sul nostro pianeta Terra probabilmente ci sia un mondo unificato con molti sottoservizi che si trova ad una profondità di decine di chilometri sotto la superficie e composto da gallerie, piccole comunità, e città enormi con un perfetto sistema di supporto vitale.
    Ad esempio, il sistema di fori realizzati per la ventilazione, potevano essere strutturati nei sotterranei permanenti e altamente vitali per la temperatura e la vita di esseri viventi. Inoltre, secondo i ricercatori,che nel corso degli anni avevano raccolto i dati i quali suggeriscono che sul pianeta terra molto prima di noi era esistita l'umanita, o civiltà che avevano un alto livello tecnologico.
    Alcuni dei moderni ricercatori ritengono che queste gallerie sotterranee, sono state abbandonate da queste civilta' molto antiche, ed ora vengono utilizzate molto spesso per i movimenti sotterranei di oggetti volanti non identificati, così come la vita sulla Terra che coesiste con altre civiltà.
    http://architetti-del-tempo.blogspot.it/2012/11/sotterranei-e-tunnel-intercontinentali.html
    Questa informazione, quando sara' il momento, sarà rivelata affinché l'essere umano ascolti il suo vero passato e ritovi le sue origini, per comprendere il suo presente, e su questa base costruire un futuro di pace e armonia sulla Terra, grazie all'aiuto di altre civiltà dell'Universo. Dopo che i 32 Maestri extraterrestri giunsero nel deserto dei Gobi, approssimativamente 12.000 anni fa, essi continuarono quello che potremmo denominare la "seconda generazione" della Fratellanza Bianca, questa volta composta dai sopravvissuti dell'Atlantide - e da altre civiltà scomparse - che si erano stabiliti in rifugi sotterranei in diverse parti del mondoLa Fratellanza Bianca lavora intensivamente con i nostri sonni, le sincronicita' e la natura, pertanto dovremo stare attenti ad ogni segno che potrebbe condurci davanti alla presenza dei Maestri che vestono di Bianco.
    http://architetti-del-tempo.blogspot.it/2012/11/la-fratellanza-bianca.html
    La Società Vril era iniziata come la Società Thule quando Karl Haushofer fondò il" Bruder des Lichts ", che significa Fratelli della Luce. Questa organizzazione a volte veniva indicata come la"Luminous Lodge".
    Questo gruppo è stato poi rinominato Vril- Gesellschaft come è aumentato il numero dei suoi adepti e dopo essersi unito a tre grandi società:




    RispondiElimina
  5. • i Signori della Pietra Nera, gruppo Teutonico emerso nel 1917
    • i Cavalieri Neri della Società Thule.
    • il Sole Nero, più tardi identificato come l'élite delle SS di Heinrich Himmler.
    • Una donna locale di nome Maria Orisc aveva iniziato a ricevere messaggi in una lingua sconosciuta che non riusciva a trascrivere, così ebbe inizio l'incontro con i membri chiave di queste società, insieme con un altro intermediario di nome Sigrun.
    • Di conseguenza, i messaggi provenivano da un essere originario dalla stella Aldeberan, che ha due pianeti che formano la 'Sumeran Empire'. Nell'impero Sumeran vi erano due classi di persone - la razza ariana o master, e una razza servile che si era sviluppata in maniera negativseguito di una mutazione provocata dai cambiamenti climatici.Peter Moon racconta nel suo libro ' Il Sole Nero ', a pagina 172: "Mezzo miliardo di anni fa, gli Ariani (noti come Elohim o Razza antica) ha cominciato a colonizzare il nostro sistema solare appena Aldebaran divenne inabitabile. Nibiru che per gli antichi Sumeri era il corpo celeste associato al dio Marduk esisteva in quella che è oggi la fascia degli asteroidi, è stato il primo ad essere colonizzato, quindi Marte.
    • Quando giunsero sulla Terra, questi ariani erano conosciuti come i Sumeri.
    • Nota: Qui si nota la coincidenza con l'opera di Zaccaria Sitchin).
    • Queste ed altre domande vengono esplorate in questo scioccante film documentario che rivela la storia interna circa la Società Vril che divenne il cerchio interno del Thule Society,
    http://architetti-del-tempo.blogspot.it
    Eventi UFO in Russia cominciarono scaldarsi seriamente alla fine dell’anno scorso (2010), quando il presidente Dmitry Medvedev ha avviato un’inchiesta su un presunto incontro alieno che coinvolge il Presidente della Repubblica Calmucchia, Kirsan Ilyumzhinov, che affermava di aver abbordato una nave spaziale e chiacchierato con ricercatori alieni in visita sulla terra per raccogliere campioni.


    comunicazione in quello che è stato descritto da un dipendente della torre di controllo come “Cat Language” Lngua gatile).
    Non molto tempo dopo questo evento un UFO gigante è stato visto da migliaia di testimoni sfrecciare verso la Terra nella regione di Irkutsk in Siberia. Questo evento ha provocato centinaia di funzionari del governo a convergere sulla zona. Poi il cadavere di un alieno morto è stato trovato nella regione, costringendo il ministero dell’Interno di avviare in modalità di controllo dei danni, in modo da nascondere l’entità di una presenza aliena in Russia.
    Negli hangar adiacenti erano custoditi altri reperti di natura extraterrestre e tra questi un disco volante a forma di “manta”, rinvenuto nel 1978 nella regione di Uralsk, a nord del Kazakstan. Sicuramente c’erano due o tre dischi volanti ritrovati a Likhano, nella regione di Sverdlovsk, nel 1979 ed infine un oggetto rinvenuto il 16 Agosto 1989 nella regione di Perm, nella Siberia centrale, a ridosso dei Monti Urali. Dalle informazioni ricevute, abbiamo appreso che la base di Kapustin Yar ha rappresentato il più importante centro di accumulo e di studio degli oggetti volanti non terrestri; questo sin dal 1945
    http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=6149

    RispondiElimina
  6. Anu, la divinità suprema dei Sumeri, l’equivalente dell’Elyon biblico (l’Altissimo), si dice provenisse da Aldebaran (la stella alfa della costellazione del Toro), mentre i Nefilim (i giganti della Bibbia) sembrerebbero arrivare dalla costellazione di Orione, identificata dal termine aramaico nefilà, mentre Allah per il Corano proviene da Sirio, «è Lui il Signore di Sirio», dalla Sura LIII – An-Najim (la stella), come l’Oannes babilonese o Nommo della tribù africana dei Dogon del Mali. di Luca Bitondi

    tratto da X-Times
    http://ununiverso.altervista.org/blog/antichi-alieni-identikit-degli-elohim/
    gli ariani alti, biondi dagli occhi azzurri e "razze degenerate geneticamente" (da notare
    il linguaggio chiaramente rispettoso delle altre etnie e tipico di popoli "angelici" e "superiori" come i pleiadiani di Aldebaran).
    La Società Vril combinava gli "ideali" politici dell'Ordine degli Illuminati di Baviera con il misticismo Hindù, la Teosofia di Hlelena Petrovna Blavatsky e la Cabala Ebraica. Fu il primo gruppo nazionalista Germanico ad usare il simbolo della svastica come un emblema di collegamento tra l'occultismo Orientale con quello Occidentale. La Società Vril presentava l'idea di un matriarcato sotterraneo, un'utopia socialista governata da esseri "superiori" che avevano padronanza sulla misteriosa energia chiamata Forza Vril. Per il momento erano nascosti e vivevano in caverne, tunnel e grandi cavità al centro della Terra. Ma presto sarebbero emersi per regnare su di noi (il noi non si capisce se si riferisce ai soli tedeschi o a tutti gli uomini sulla Terra, chi ha letto questa perla della letteratura ne sa di più, ma probabilmente quelli della società Vril avranno pensato di vendere l'umanità a questi iperborei sotterranei per diventarne i vicerè sulla superfice, insomma hanno pensato di tradire l'umanità per sopravvivere, assoggettarsi ai nuovi padroni iperborei e comandare sugli altri terrestri [4], ndr).

    Nel 1941, Adolf Hitler per impedire che altri potessero acquisire conoscenze esoteriche superiori alle proprie, sciolse apparentemente le società segrete, tra cui la Thule, che però continuò la sua attività sotto l'unità segreta SS E-IV (Entwicklungsstelle 4), Nucleo di Ricerca Tecnica E-IV delle SS. Si disse, per seminare fumo, che alcuni appartenenti alla società finirono in campo di concentramento, mentre è assodato che molti alti gerarchi nazisti (tra cui Himmler) provenivano proprio dalla società Thule. Gli adepti della Vril e della Thule continuarono ad agire a livello sotterraneo, attribuendosi il nome occulto di Die Kette (La Catena), indicando con questo termine l'anello, l'uroburo, che univa medianicamente le menti di Maria Orsic e Sigrun e, per riconoscersi tra loro, utilizzavano un piccolo disco raffigurante l'unione delle loro menti.
    In effetti alcuni ufologi ipotizzano la discendenza della etnìa caucasica dai Pleiadianiattraverso i Germani (cultura del vaso campaniforme e cultura della ceramica cordata) e gli Slavi (cultura kurgan e cultura della ceramica cordata). Probabilmente il nazismo è stato un tentativo dei Pleiadiani di sottrarre il controllo della Terra ai Siriani. Screzi all'interno della Federazione galattica. Probabile che i progressi nazisti nella costruzione della bomba atomica fossero anche quelli originati da suggerimenti dei pleiadiani di AldebaranTra gli adepti si diceva che grazie ai messaggi ed ai disegni trasmessi da Aldebaran e ricevuti dalla Orsic e tradotti dal sumero da Sigrun, venne costruita una macchina volante interdimensionale a forma di disco, la Jenseitsflugmaschine (JFM).



    RispondiElimina
  7. Questa macchina sarebbe stata composta da tre dischi con un'unità centrale che fungeva da generatore. I due dischi superiore ed inferiore, ruotando in direzioni contrapposte, generavano un campo magnetico sempre più forte. Al culmine si creava un "buco bianco" che avrebbe permesso il passaggio dimensionale del mezzo fino a raggiungere la flotta di Aldebaran. Gli esperimenti sarebbero continuati fino al 1924. Dopo di allora, La JFM sarebbe stata smantellata ed infine distrutta. Verso la fine della Guerra, essendo ormai chiara la sconfitta, la Vril avrebbe progettato il trasferimento di tutta la tecnologia avanzata ottenuta dai contatti con gli alieni ariani nella base segreta nazista in Antartide, la Base 211, mentre tutti i membri della Vril, in particolare le preziose medium, si sarebbero recati ad Aldebaran tramite l'Andromeda Gerät, ennesimo mezzo costruito tramite le informazioni degli Aldebarani. In una (presunta) comunicazione del marzo 1945 la Vril Gesellschaft annunciava la decisione di utilizzare tale mezzo per abbandonare la Germania ormai assediata dagli alleati e raggiungere Aldebaran. Sembrerebbe che, fin dal 1943 l'unità speciale SS E-IV, con la collaborazione delle medium, lavorasse alla costruzione dell'Andromeda Geräte. Il prototipo venne chiamato Freya ed esisterebbero delle testimonianze che affermano il successo del progetto. Quindi la comunicazione del marzo '45 sarebbe veritiera. L'astronave avrebbe avuto una lunghezza di 140 metri e 30 metri di diametro, potendo contenere al suo interno una Haunebu IV e due Vril 2.
    Alcune foto pervenute proverebbero l'esistenza di questa Raumschiff (Nave Spaziale), anche se, ovviamente, sulla loro genuinità nessuno può esprimere un parere sicuro. Il mezzo avrebbe avuto una velocità prossima a quella della luce, sfruttando la spinta dovuta al controllo di campi magnetici, una tecnologia che non poteva ovviamente essere terrestre, ma frutto delle comunicazioni degli Aldebarani. Il volo non poteva che avere un'unica destinazione: Aldebaran. Il fatto sarebbe confermato da Jan Van Helsing, "Sembra che almeno un VRIL-7 da caccia ed un VRIL-7 da trasporto siano partiti da Brandenburg - dopo la distruzione dell'area dei test - verso Aldebaran con alcuni degli scienziati della Vril e membri della Loggia". Comunque sia andata, sulla Terra, delle medium della Vril Gesellschaft non si è più avuta notizia alcuna. Questi sono i miti neonazisti; ma è più probabile che i tedeschi non siano riusciti a realizzare dei prototipi funzionanti e abbiano solo realizzato una decina di prototipi che non si sono mai alzati in volo. Questo anche con i consigli tecnici dei pleiadiani di AldebaranQuindi o le medium sono state prelevate da navi di Aldebaran che sono venute da 65 anni luce fino a qui solo per questo, oppure tutta la storia del viaggio delle medium su Aldebaran è solo fumo e le naziste in questione saranno più prosaicamente fuggite in ArgentinaQuesta società segreta fu fondata, letteralmente, sulla novella di Bulver Lytton [3] “The Coming Race” (la razza ventura), scritta nel 1871. Il libro descrive una razza di uomini psichicamente molto più avanzata della nostraQuesti era membro del gruppo dei 144 dignitari massoni che nel 1867, alla guida di Wentwort Little, avevano costituito la sedicente Società Rosa-crociana inglese, da cui nel 1887 si sarebbe staccata la "Golden Dawn".
    4^ "Il mondo cambierà", scriveva Bulwer-Lytton, "i nostri Signori usciranno dal centro della Terra. O noi facciamo un’alleanza con loro, diventando così Signori noi stessi, o ci troveremo tra gli schiavi, nel mucchio di letame che nutrirà le radici delle nuove città che sorgeranno".
    www.usac.it/articoli/Nazismo_complotto_alieno.
    archeologo russo sostiene di aver trovato i resti ben conservati di una "Stonehenge caucasica" costruita da una sconosciuta civiltà dell'età del bronzo nella Russia meridionale.


    RispondiElimina
  8. Andrey Belinskiy ha detto che insolite formazioni circolari di pietra sono state trovate in uno dei circa 200 insediamenti che risalgono al 1600 a.C. e si trovano sulle montagne del Caucaso del Nord. Gli insediamenti sono stati scoperti negli ultimi cinque anni da una spedizione russo-tedesca diretta dallo stesso Belinskiy.
    Egli ha fatto riferimento alla struttura come una "Stonehenge
    Valentina Kozenkova, professoressa di storia del Caucaso presso l'Accademia Russa delle Scienze, ha detto che il ritrovamento è "unico e senza pari".

    Gli storici russi hanno trovato diverse strutture dell’Età del Bronzo in Russia e in Asia centrale, che erano utilizzate come calendari ed erano circondate da un paesaggio rituale.
    Il Caucaso del Nord è una delle regioni etnicamente più differenziate del mondo, situato tra il Mar Caspio e il Mar Nero. La regione ha avuto contatti millenari con le civiltà della Mesopotamia, dell'Asia centrale e dell’Iran.
    "Erano supercoltivatori, che non hanno lasciato neppure un fazzoletto di terra incolto", ha detto Belinskiy, "ma che hanno portato a un disastro ambientale, e l'area fu recuperata solo secoli dopo".

    http://nemsisprojectresearch.blogspot.it/2010/10/una-stonehenge-in-caucaso.html
    In generale, circa il 40% della popolazione europea possiede il fattore RH-. Solo il 3% degli africani e circa l'1% degli asiatici e dei nativi americani è RH-. Sulla scorta di tali informazioni statistiche, non è difficile intuire dove il fattore RH- potrebbe essere stato introdotto, originariamente, nel codice genetico umano. Stiamo parlando della regione caucasica. Dunque, è possibile che esistano due tipologie di esseri umani, simili ma geneticamente diverse? E' possibile che una specie aliena abbia manipolato la vita preesistente sul pianeta per creare l'uomo moderno? In altre parole, è possibile che le discendenti femmine di Victoria, portatrici sane del gene della emofilia, unendosi in matrimonio con numerosi componenti di stirpi reali di mezza Europa, siano state usate per sabotare le future stirpi reali, contaminando i discendenti maschi della linea di sangue concorrente?

    Il Sangue Blu.
    Concludiamo con una curiosità. L'espressione 'sangue blu' con cui si usa definire gli individui sprovvisti del fattore RH, deriva dallo spagnolo sangre azul, che indica l'appartenenza ad una stirpe nobile, e si riferisce al fatto che nei nativi spagnoli dalla pelle più chiara le vene si staglino visibilmente sul corpo pallido come linee di colore azzurro, attributo non posseduto da quelli di discendenza araba
    1. www.anticorpi.info/2013/01/il-mistero-del-gruppo-sanguigno-rh.html
    2.
    3. Non è che il Mistero di Agarthi costituisce forse uno dei ricordi più chiari di quando gli Ariani giunsero sulla Terra fondando le loro prime colonie su questo Pianeta?
    4. Nell’antica mitologia germanica, specie tra i VICHINGHI, vi erano due tribù divine. Gli ASI, fra i quali Wotan-Odino e suo figlio Thor, erano i veri e propri “Dei del Cielo”, che incarnavano le potenze cosmiche; venivano poi i VANI, o “Dei della Terra”, che rappresentavano le forze della Natura più terrene, con particolare riferimento alla fertilità, sia “agricola” che “umana”. La matrice originaria di tutte le divinità è comunque, per stessa definizione, il cielo. Dunque gli “Dei della Terra” vivevano sulla Terra, ma in origine vivevano altrove… I VANI erano forse dei COLONI, venuti dalle
    5.
    6.
    7. stelle, dove governavano gli ASI, cioè coloro i quali ancora vivevano nel Cosmo e comunque su altri mondi che non fossero la Terra?
    8. Gli ASI erano però originari di ASALAND, cioè proprio l’Asia, la “Terra degli Asi”, la cui capitale era ASGARD, il “Recinto degli Asi”, un concetto per esprimere l’immagine di una cinta muraria e quindi di una città cinta da mura. ASGARD, AGARTHI: l’assonanza dei due termini è solo una banale coincidenza, oppure esprimono la stessa cosa, la stessa città?




    RispondiElimina
  9. 9. La MITOLOGIA NORDICA ci dice che un giorno Asi e Vani vennero a guerra fra loro. Gli Dei del Cielo e quelli della Terra si scontrarono in un conflitto disastroso, che portò al crollo delle mura di Asgard e che minacciò in modo serio l’intero Universo.
    10. La MITOLOGIA SEMITICA ci dice la stessa cosa: “Satanàel”, l’Avversario, si ribellò agli “Elohim”, i “Signori del Cielo”, il mal tradotto “Dio”, dal momento che i testi ebraici non usano mai il singolare “Eloha”, ma sempre e solo il plurale “Elohim”, appunto… al che la stessa idea secondo cui la religione degli antichi Ebrei fosse il primo esempio di Monoteismo andrebbe radicalmente riveduta e corretta
    La formazione di tali protorazze dovrebbe essersi verificata non solo in un lunghissimo arco temporale, ma dovrebbero essersi via via fuse, in un certo senso “omogeneizzandosi” soprattutto in senso culturale, senza MAI venire a contatto con le altre razze umane della Terra. …in effetti non è proprio preso a caso, ma “costruito” dal Sanscrito, la più antica Lingua indoeuropea nota: “Arya” significa infatti “Ariani” o “Bianchi”, mentre “anda” significa “uovo”, “luogo da cui qualcosa ha origine e fuoriesce”, e quindi, in sostanza, “Aryanda” (italianizzato in “Arianda”) significherebbe proprio “luogo, pianeta, mondo di origine dei Bianchi ossia degli Ariani”…
    Si noti, fra l’altro, che in Sanscrito “arya” significa anche “nobile”, mentre “arjuna” significa anche “bianco”.
    Dovettero ricominciare tutto daccapo, praticamente da zero. I superstiti di ASGARDIA iniziarono a lasciare l’attuale Mongolia, espandendosi lentamente verso l’Asia centrale, in un lungo processo che un giorno avrebbe portato i loro lontani discendenti in Europa e quindi a noi.
    La prospettiva era quella di una futura ricostruzione ma, per il momento, si era alla FINE DELLA PRIMA FASE DELLA CIVILTÀ ARIANA SULLA TERRA
    ATLANTIDE ed ASGARDIA erano impegnate in un imponente confronto militare per il dominio dell’Europa e del Nordafrica, quando una catastrofe naturale di vaste proporzioni, e non, stavolta, la mano dell’Uomo, pose fine al mondo di quell’epoca.
    Di quanto accadde ebbe modo di occuparsi in modo assai approfondito uno studioso viennese che durante l’ultimo conflitto mondiale lavorò alla costruzione dei razzi V1 e V2 a Peenemuende, a fianco di Werner von Braun.
    Questo illustre scienziato si chiamava OTTO HEINRICH MUCK, che prima della Seconda Guerra Mondiale era stato allievo di Sommerfeld, già insegnante del noto fisico Heisenberg.
    LA GRANDE ISOLA DI ATLANTIDE aveva all’incirca una forma a triangolo isoscele, con l’altezza e il suo vertice distesi in direzione Ovest-Est verso Gibilterra e la base distesa parallelamente al continente americano. Da Nord a Sud si estendeva per circa 1.100 chilometri, mentre il vertice meridionale era smussato secondo una costa curva la cui proiezione era di circa 370 chilometrFu dunque così che, dopo una parziale ripresa, EBBE FINE ANCHE LA SECONDA FASE DELLA CIVILTÀ ARIANA SULLA TERRA, aprendo la scena sull’attuale fase, la TERZA, che iniziata col DILUVIO, portò fino ai giorni nostri.
    Prima però di terminare questo tragitto ideale nella nostra Storia più remota, voglio approfittare dell’occasione per illustrare UNA SCOPERTA CHE CREDO DI AVER FATTO ALCUNI ANNI FA analizzando questi problemi.
    Tutta la MITOLOGIA NORDICA, come emerge da antichi Poemi come il “Völuspà” o “Profezia della Sibilla”, trascritto per la prima volta in Islanda sul finire dell’Era Vichinga poco prima dell’avvento del Cristianesimo, è pervasa da UN SENSO DI CATASTROFE UNIVERSALE IMMINENTE ED INCIPIENTE
    È il concetto del RAGNARÖK, erroneamente tradotto in Età Romantica con il “Crepuscolo degli Dei” di wagneriana memoria.
    Ma che cos’è questo RAGNARÖK? Secondo la versione corrente rappresenta il futuro del mondo, sarebbe quindi un concetto ad alto CONTENUTO ESCATOLOGICO, una sorta di APOCALISSE in versione “ASATRU”, l’antica religione pagana dei Popoli germanici.

    RispondiElimina
  10. È il concetto del RAGNARÖK, erroneamente tradotto in Età Romantica con il “Crepuscolo degli Dei” di wagneriana memoria.
    Ma che cos’è questo RAGNARÖK? Secondo la versione corrente rappresenta il futuro del mondo, sarebbe quindi un concetto ad alto CONTENUTO ESCATOLOGICO, una sorta di APOCALISSE in versione “ASATRU”, l’antica religione pagana dei Popoli germanici.
    Ma la mia conclusione personale è assolutamente opposta a questa visione: a mio parere IL PESSIMISMO PROFONDO DELL’ANTICA CULTURA GERMANICA DERIVA DAL TERRORE ISPIRATO DAL RICORDO DELLA CATASTROFE ATLANTIDEA
    C’è poi la circostanza assai interessante che per i Greci il re di Atlantide era Kronos, corrispondente al Saturno degli Italici: non si può non notare la somiglianza dei termini “Surtur” e “Saturno”, per altro collegabili, in un diverso contesto, anche all’egizio “Seth” o all’ebraico “Satanàel”… il puzzle si sta forse ricomponendo?
    Anche la Bibbia parla del mondo dei Giganti che fu precedente al Diluvio. Tali giganti in Ebraico erano detti “Nefelim”. Qualche rapporto con la “Nifleheim” vichinga?
    Sempre nel Cosmo germanico c’era poi MIDGARD, la terra degli Uomini, ovvero, direi, la massa continentale dell’Eurasia, nel cui estremo oriente stava la mitica ASGARD, la terra degli ASI di cui abbiamo già parlato. Nello schema apocalittico del Ragnarök le forze distruttive dell’Universo si scatenano nel bel mezzo del conflitto che oppone gli dei di Asgard, con a capo Odino (Wotan), al traditore e luciferino LOKI, divenuto sovrano ed alleato dei Giganti di Muspellsheim.
    Anche qui troviamo dunque traccia della guerra fra Asgardia ed Atlantide, tanto più che il dio Loki è caratterizzato da componenti nettamente sataniche, che fanno trovare la sua stessa radice linguistica nel Latino LUXIFER e quindi in Lucifero, Satana, Seth e Saturno… Evidentemente si tratta di termini diversi per indicare lo stesso concetto, ovvero lo stesso “re” e quindi lo stesso “regno” di ATLANTIDE (che fu, per altro, la stessa AVALON dei Celti).
    Nel Ragnarök si descrive con dettagli incredibili la catastrofe diluviana ed atlantidea studiata e riferita da Muck. Qui sarebbe troppo lungo citarli per filo e per segno ma voglio puntare l’attenzione su un dettaglio quanto mai rivelatore.
    Nel Ragnarök si riferisce che la FINE DEL MONDO E DEGLI DEI avvenne allor quando IL SERPENTE DEL MONDO, o MIDGARDSÖRM, da epoche immemorabili legato sul fondo del GINNUNGAGAP (l’Atlantico) riuscì a liberarsi inondando la Terra di fuoco, fiamme e tenebre.
    Ma che cos’era questo SERPENTE DEL MONDO? Facile: LA DORSALE MEDIOATLANTICA che si snoda sul fondale dell’Oceano, come ho detto, che in effetti ha proprio l’aspetto di un lungo serpente… e furono proprio i vulcani, in buona parte sottomarini, di quella dorsale, risvegliati dal terrificante impatto dell’asteroide di cui ho detto, a giocare un ruolo non indifferente nel disastro quaternario
    Meier nei suoi contatti incontrava una certa SEMJASE, una splendida donna pleiadiana di evidente razza ariana che a suo dire comandava la missione di pattugliamento della Terra in quel periodoSEMJASE ci avrebbe lasciato lunghi racconti circa la Storia Galattica della nostra Gente, tali da combaciare in un modo assolutamente incredibile col quadro che ho fin qui tracciato.
    Ne voglio citare soltanto un paio, però:
    “Ci chiamate Extraterrestri, o Abitatori delle Stelle e, pur non conoscendoci, ci attribuite poteri sovrumani. Invece siamo Uomini come Voi, ma possediamo conoscenze e capacità, specie in campo tecnologico, di gran lunga superiori alle Vostre.”
    Ed ancora, per finire:
    “Anche noi siamo tuttora ben lontani dalla perfezione e, come Voi, ci evolviamo costantemente. NON SIAMO ESSERI SUPERIORI, né sovrumani e neppure missionari… Ci sentiamo moralmente impegnati nei confronti dei Cittadini della Terra, PERCHÉ DISCENDIAMO DAGLI STESSI PROGENITORI…”
    E così sia!
    NOTE
    http://fabiosiciliano.wordpress.com/1995/03/16/16031995-gli-antichi-ariani-erano-alieni/

    RispondiElimina
  11. Ci sono resoconti storici che suggeriscono che Hitler può aver incontrato uno di questi ibridi. Quelli che seguono sono le sue parole di Hermann Rauschning il governatore nazista di Danzica:

    6 "L'uomo nuovo vive tra di noi ora! Egli è qui! Vi dirò un segreto. Ho visto l'uomo nuovo. Lui è intrepido e crudele. Avevo paura di lui".

    Sembra che Hitler credeva che aveva visto un super membro di una razza "ariana" , che credeva provenire dalla Terra interiore, un alieno "nordico" ispiratore ideale della sua razza bionda dagli occhi azzurri . In riferimento alla "terra interiore" avrebbe potuto essere la descrizione di luoghi sotterranei e sottomarini, dove gli avvistamenti UFO hanno indicato la possibilità che velivoli alieni che sono in attesa, forse pronti ad emergere quando è il momento giusto?

    Hitler aveva legami intimi con la società Thule. I membri della società Thule sarebbero stati il primo primo gruppo a tentare il back-engineering di un'astronave extraterrestre. Nella sua biografia di uno dei membri fondatori della società Thule, il dottor Guglielmo Dahm ha scritto:’’il nome thule ha origine dalla mitica thule un equivalente nordico della cultura di atlantide ‘’. David Reich, genetista all'Università di Harvard, afferma: "Alla ricerca di una variante genetica che influenza la fertilità è davvero sorprendente, e solleva un sacco di domande tipo: perché non tutti hanno questo?" Se ci sono stati tre milioni di anni per una simile caratteristica vantaggiosa per diffondere, è ancora più sorprendente che non lo abbia ha fatto. Karl Stefansson, direttore generale del CODE, offre una possibilità straordinaria. Egli suggerisce che è stato introdotto "un incrocio con le precedenti specie." Quindi, l'inversione era nativa di qualche altra specie di umana, ma è arrivato alla nostra specie soltanto circa 50 mila anni fa. Stefansson dice che: "Non c'è tutto quello che per molti versi si può spiegare se non con la reintroduzione nella popolazione umana moderna". Questo gruppo di ricerca ha involontariamente scoperto il ceppo genetico che è stato colto con attenzione circa 50000 anni fa da alieni intercettando la genetica della nostra specie? A tal fine essi stanno cercando di ibridarsi con noi stessi. Sono prodotti composti organico-biologici robot con i computer quantistici per le menti. Attraverso il loro processo di ibridazione con l'umanità che sono alla ricerca di una capacità di vivere che permetterà loro di nascere come una specie vivente distinta come quelle naturali che si sono evolute con la creazione dell'Universo.
    Credo che l'intero centro misterioso degli UFO, sia il segreto intento di queste
    macchine roboidal per raccogliere la forma più evoluta dell'umanità sul nostro pianeta e usarli come i meccanismi di ibridazione. Questa forma è stata scelta da una selezione di genotipi lo hanno fatto all'inizio della loro esperimentazione più di duecentomila anni fa.

    Il loro più grande ostacolo è stato il pigmento la melanina. Questo gli ominidi originali ne avevano in abbondanza per proteggerli dalle alte radiazioni solari in Africa. I Grigi hanno scoperto che la membrana nucleare proteggie l'accesso dei cromosomi che erano rivestiti con granuli di melanina in persone dalla pelle scura e hanno cessato la loro luce violetta dal taglio delle sequenze di base per le alterazioni del gene adatto.

    RispondiElimina
  12. Nel suo affascinante libro Nel Sangue-Dio Geni e Destino, il biologo e genetista Steve Jones, professore del Laboratorio Galton dell'University College di Londra delinea un fatto biologico che, a mio parere, può essere un motivo plausibile per cui la stragrande maggioranza dei rapiti sono di colore bianco. Jones fa notare che sebbene il numero dei melanociti è lo stesso in bianchi e neri, "In pelle nera sono molto più attivi e il cluster di granuli di melanina intorno ai nuclei delle cellule in cui si trovano, suggerendo che essi svolgono un ruolo vitale . nel proteggere il DNA dai danni da raggi ultravioletti.
    "12 In un articolo sul Journal of Investigative Dermatology, Glynis Scott, MD, scrive:" Questo posizionamento dei melanosomi al di sopra del nucleo funge da meccanismo di protezione squisita schermatura del nucleo dei cheratinociti dai raggi ultravioletti dannosi . "13 Questi sono conosciuti come" tappi sopra-nucleare "o" microparasols ". Questo meccanismo integrato di protezione assorbe la luce, che impedisce l'uso della luce ultravioletta (un metodo standard) per modificare l'orientamento gene all'interno della membrana nucleare.
    Loro ci hanno creato per i loro scopi e siamo felici ballando alle loro melodie, abbracciando la loro intelligenza artificiale, la loro realtà virtuale. Insidiosamente e apparentemente inevitabilmente ci stanno tirando le nostre corde e a noi non interessa - forse presto saremo in grado di prenderci cura di noi.
    Spero di sbagliarmi su tutto questo. Dopo tutto è una speculazione. Ma è quello che ho riflettuto accuratamente con molti anni di accurate ricerche una copia di backup. Credo che sia un supporre che si adatta tutti i fatti. Se mi sbaglio, può servire come un avvertimento di quello che potrebbe solo accadere quando una specie superiore tecnologica incontra una inferiore. In ogni singolo caso questo è successo fino ad ora su questo pianeta il più tecnologicamente avanzato ha sfruttato, sottomesso, schiavizzato e distrutto il meno. Basta guardare a ciò che l'uomo bianco ha fatto per i popoli indigeni nel corso della storia. Si tratta di un universo di applicazione
    http://ningizhzidda.blogspot.it/2011/07/il-caucasico.html
    "Tre alpinisti SS si.arrampicarono sulla cima dell'El'brus, montagna sacri ariani, cima magica detta setta degli Amici di Lucifero. Essi piantarono la bandiera con la svastica, benedicendo secondo il rito dell'Ordine Nero delle SS. La benedizione della bandiera sulla cima dell'El'brus doveva segnare l'inizio della nuova Era". Giorgio Galli, nel suo li "nazismo magico", in cui spiega quali fossero le radici esoteriche della dottrina nazista, riporta una pagina del diario di Albert Speer, architetto e strettissimo collaboratore di Hitler, che così riferisce l'episodio: "Anche un profano poteva capire che l'offensiva si era esaurita. Giunse la notizia che un reparto di truppe alpine tedesche aveva conquistato, piantandovi la bandiera di guerra germanica, la vetta dell'El'brus. Impresa inutile e certo di scarso rilievo, da giudicarsi soltanto come frutto dell'entusiasmo di un manipolo di scalatori. Ma mi è accaduto spesso di vedere Hitler furibondo; mai, però, come in quell'occasione. Strepitò per ore, come se tutti i suoi piani di battaglia fossero stati rovinati da quell'impresa. Ancora molti giorni dopo lo si sentiva lanciare maledizioni contro quegli 'alpinisti pazzi' che 'meritavano la corte marziale' . Quegli sciagurati, diceva, si lasciano trascinare dalle loro sciocche vanità e vanno alla conquista di una stupida montagna, nonostante che egli avesse ordinato che tutti gli sforzi fossero concentrati su Suchumi. Ecco una prova lampante di come si eseguivano i suoi ordini".

    RispondiElimina
  13. Perché Hitler si infuriò tanto? Perché quei soldati non avrebbero dovuto rendere omaggio all'El'brus, se quel monte aveva davvero un significato simbolico importante per i nazisti? Ma, soprattutto: perché proprio l'El'brus aveva questo significato simbolico? Alle prime due domande risponde Giorgio Galli, alla terza cercheremo di rispondere noi. L'episodio si inquadra nella persistenza della cultura 'occultista' che accompagna il vertice del Terzo Reich nel declino. Altre tracce andrebbero approfondite". Cercando di rispondere alla terza domanda abbiamo trovato una risposta, che, per quanto singolare, ci sembra degna di attenzione. Ci riferiamo alla tesi di uno studioso di nome Deni Baksan. Baksan è un giovane ricercatore ceceno di religione islamica che nel 1995, a Groznyj ha scritto un libro "Le tracce di Satana sui sentieri segreti della Storia" uscito solo nel 1998 con una tiratura limitatissima. Il libro scritto in russo e mai stato tradotto in nessuna lingua occidentale è praticamente sconosciuto anche al pubblico di lingua russa.
    L'opera di Baksan abbraccia la storia umana dai primordi fino all'attualità del conflitto in Cecenia. Vorremmo riportare qui alcune riflessioni del cap.13 "Asgard sui monti del Caucaso". L'autore, cercando di spiegare la deportazione forzata dei Ceceni e degli Ingusci ordinata da Stalin, riporta una leggenda cecena: Hitler sarebbe stato a conoscenza della storia segreta dei Ceceni e Stalin, informato di questo segreto, avrebbe ordinato l'immediata deportazione dei due popoli. Quale era questa storia segreta? Innanzitutto, Baksan ci illustra il senso della parola "Caucaso". Questa parola in russo suona "Kavkaz", in arabo "Qaf, "Qabh", "Qabk" (la forma più moderna e completa è "Quqaz"). Questo termine deriva dalla radice semitica "qf", che significa "fine", "estremità", "compimento". Già per gli antichi navigatori fenici questo termine indicava l'estremo limite settentrionale delle terre abitate, ed il "Paese di Qaf" era per loro il luogo dove dimorava la divinità più antica, Baal-Qafon. Il "Paese di Qaf" è appunto il Caucaso. Gli Armeni diedero a questo nome la forma "Kafaz". Anche i Persiani ritenevano che il "Paese di Qaf" fosse il limite estremo del mondo, anche se sapevano che al nord di esso c'erano altre terre. Una convenzione quale limite "mitico" e non geografico. Il Caucaso è anche il luogo da cui, secondo il Corano, partiranno prima del Giorno del Giudizio i terribili Yadzoudz e Madzoudz (i Gog e Magog della Bibbia) per sterminare l'Umanità. Tuttavia, il Caucaso non è legato solo alla fine dell'Umanità, ma anche all'inizio di quella stirpe il cui capostipite fu Noè. La Bibbia dice che l'Arca di Noè si fermò sull'Ararat, nel Caucaso. Con questo termine, probabilmente, non veniva indicato l'attuale Monte Ararat (situato in Turchia, ma sacro agli Armeni), ma tutta la regione comprendente il Caucaso e la zona fra Turchia, Siria, Iran e Iraq, detta "Urartu" nei testi cuneiformi. I Greci ritenevano che sul Caucaso fosse incatenato Prometeo, a cui un'aquila, per ordine di Zeus, gli divorava il
    fegato. E' curioso notare che, secondo le leggende cecene, sul Caucaso era incatenato il grande "nart" Pch'armat, a cui il "Re di tutti gli Uccelli", Idu, divorava il fegato.

    RispondiElimina
  14. Ciò conferma che il Caucaso è sacro nelle antiche tradizioni perché è il luogo dove è rinata l'Umanità dopo la catastrofe del Diluvio, e dove ha mosso i primi passi verso la civilizzazione (o la ricivilizzazione?) grazie al fuoco donatole da Prometeo, e dove inizieranno gli eventi che (secondo la tradizione islamica) faranno da preludio al Giorno d Il el Giudizio simbolo 'Qaf, ovvero il simbolo esoterico del Caucaso, nella scienza segreta viene usato come un confine sul quale si incontrano le forze buone e malvagie, divine e sataniche sul nostro pianeta. [...] Non vogliamo concordare con questa spiegazione o confutarla: constatiamo che è così che l'esoterismo definisce il ruolo del Caucaso". Per ricapitolare, possiamo dire che, per alcune correnti esoteriche, a cui si è ispirato anche il nazismo, il Caucaso è il punto geografico e mistico di inizio e di fine dell'attuale umanità, il luogo di incontro e scontro delle forze positive e negative, l'Asse del Mondo. Come si applicano queste idee ai Tedeschi? Fu probabilmente per questo che Hitler si infuriò. La conquista dell'El'brus rappresentava l'avvicinarsi della Battaglia Finale. Un'ulteriore risposta si trova negli studi del grande antropologo tedesco Johann Friedrich Blii-menbach (1752-1840), che per primo definì la razza bianca, o ariana, o indoeuropea, come "caucasico" (termine che si è conservato anche in America: nei formulari statunitensi dove bisogna indicare l'appartenenza etnica, il tipo bianco è indicato come "Caucasian"). Il termine di "razza caucasico" fu utilizzato anche dalla scienza russa e poi sovietica
    ma della sua presa del potere, l'Islam era apprezzato. Lo apprezzava Hess, che era nato ad Alessandria d'Egitto. Sebottendorf, il fondatore della "Thule-Gesellschaft" (Società Thule), era vissuto in Turchia, era diventato cittadino turco, e si era fatto iniziare alla tradizione islamica della confraternita sufica "Bektashiyyah", sincretistica e molto vicina alla setta sciita degli Halawiti siriani.
    Inoltre, per la tradizione islamica, la "Montagna Qaf" è anche la "Montagna dei Santi" che si innalza sul Centro del Mondo. Del resto, già nell'antichità il Caucaso veniva ritenuto da alcune credenze l'Asse del Mondo, il limite geografico e mistico fra il Nord e il Sud e fra l'Europa (Ovest) e l'Asia (Est) simbolo 'Qaf, ovvero il simbolo esoterico del Caucaso, nella scienza segreta viene usato come un confine sul quale si incontrano le forze buone e malvagie, divine e sataniche sul nostro pianeta. [...] Non vogliamo concordare con questa spiegazione o confutarla: constatiamo che è così che l'esoterismo definisce il ruolo del Caucaso". Per ricapitolare, possiamo dire che, per alcune correnti esoteriche, a cui si è ispirato anche il nazismo, il Caucaso è il punto geografico e mistico di inizio e di fine dell'attuale umanità, il luogo di incontro e scontro delle forze positive e negative, l'Asse del Mondo. Come si applicano queste idee ai Tedeschi?
    Fu probabilmente per questo che Hitler si infuriò. La conquista dell'El'brus rappresentava l'avvicinarsi della Battaglia Finale. Un'ulteriore risposta si trova negli studi del grande antropologo tedesco Johann Friedrich Blii-menbach (1752-1840), che per primo definì la razza bianca, o ariana, o indoeuropea, come "caucasico" (termine che si è conservato anche in America: nei formulari statunitensi dove bisogna indicare l'appartenenza etnica, il tipo bianco è indicato come "Caucasian"). Il termine di "razza caucasico" fu utilizzato anche dalla scienza russa e poi sovietica, fino a che, negli anni '20, fu sostituito dal termine "razza europeoide"..

    RispondiElimina
  15. ". Ma a metà degli anni '50, dopo la morte di Stalin (avvenuta nel 1953), gli studiosi georgiani A. N. Natisvili e M. G. Abduselisvili introdussero di nuovo un termine simile: "tipo caucasiionico"'.
    Ma c'è di più: lo studioso B. Brent'es ha notato che i nomi delle città sumere sono quasi tutti 'non sumeri', cioè pre¬sumeri. Questo vuoi dire che, nonostante si ritenga comunemente che la civiltà sumerica sìa la più antica del pianeta, qualcuno ha preceduto i Sumeri in Mesopotamia. Ebbene, Brent'es ha determinato che questi termini presumeri sono Hurriti, cioè appartenenti a quella lingua che ha dato origine alle lingue cecena e ìnguscia.
    E qui Baksan ci fornisce un interessante particolare: i Ceceni non si autodefìniscono Ceceni, bensì "Naèhi" (leggi "Nazi"), termine che deriva dalla parola "nac" che significa "gente". Ora, il nome di Noè in arabo è "Nuch". In Turchia e nel Caucaso ci sono vari luoghi denominati "Nachcevan" o "Nachicevan" (che è una parte della Repubblica dell'Azerbajdzan). Il nome egiziano dell'antico impero hurrita di Mitanni era "Naharin". Ancora nel medioevo un principato dell'antico regno armeno si chiamava "nate" (pronuncia Naze). Insomma, nel Caucaso vivrebbero i popoli più arcaici, i più antichi rappresentanti della razza bianca discesi da Jafet, figlio di Noè. Sangue puro
    Ma abbiamo visto che i Ceceni non sono Indoeuropei: perché Hitler doveva interessarsi tanto al luogo dove abitavano, se essi non erano "Ariani puri"? La spiegazione ci viene data da German Rauschning, uomo politico tedesco che, fedelissimo di Hitler, era stato nominato Presidente del Senato della Città Libera di Danzica nel 1932, ma che nel 1938 aveva rotto bruscamente con il Fùhrer e si era rifugiato in Francia. Qui scrisse vari libri in cui svelava la vera, orribile natura del nazismo: il più famoso fu il libro "Hitler mi ha detto...". Il volume fece sensazione, ma non fu compreso a fondo. In esso Rauschning svelava che la vera idea di Hitler era quella di fondare una religione del "Sangue Puro", il cui dio sarebbe stato il vecchio dio germanico-scandinavo Odino/Wotan, e la cui ideologia sarebbe stata custodita e applicata da un'aristocrazia guerriera le famigerate SS. Ora, Rauschning ci spiega che queste nefaste idee dovevano essere attuate da un certo Richard Walter Darre. Chi era costui? Agronomo, Darre era stato incaricato di fondare un'associazione di produttori agricoli nel 1933. In seguito, Hitler lo aveva nominato "Reichsbauenfùhrer" (ovvero "Dirigente imperiale dell'agricoltura") e "Reichsernerungsministr" ("Dirìgente imperiale agli approvvigionamenti"}, ma lo aveva fatto anche diventare "Gruppenfuhrer SS" (generale luogotenente delle SS), ed in questa veste Darre divenne il capo della "Direzione Centrale delle SS per i problemi della razza e dell'emigrazione
    Ma cosa aveva a che fare un agronomo con la razza? Darre doveva selezionare la nuova razza pura usando i sistemi che si usano in agricoltura e in biologia per la selezione delle piante e degli animali, e, con l'approvazione di Himmler, cominciò a raccogliere una cartoteca con i dati biologici ed ereditati dell'aristocrazia nazista, a cominciare dalle SS. Darre disse a Rauschning: "Qui nasce la nuova aristocrazia. Raccogliamo il sangue migliore. Certamente, è ben difficile che riusciamo a purificare il sangue di tutto il popolo tedesco. Ma la nuova aristocrazia germanica sarà di razza pura nel senso letterale della parola" . Abbiamo notato che Darre riteneva difficile far sì che tutti i tedeschi divenissero Ariani puri. Ma che caratteristiche dovevano avere questi famosi Ariani puri?

    RispondiElimina
  16. La risposta ci viene data da Hitler stesso: gli Ariani puri dovevano essere i portatori del "carattere nordico". Nel definire questo "carattere nordico", Hitler usò i seguenti termini: "In tutte le nazioni, anche in quelle più antiche e solidamente organizzate, si svolgono processi di decadenza e ridistribuzione. La parte attiva della nazione, nordica, pronta alla lotta, si solleverà di nuovo e diventerà l'elemento che dominerà questi spregevoli commercianti e pacifisti, que¬sti puritani e faccendoni". . Per essere più esatti, "Asgard" vuoi dire "Giardino degli Asi" . Nella mitologia germanico-scandinava, gli "Asi" sono gli dei buoni, opposti ai "Vasi", i malvagi, che furono spodestati dagli Asi guidati da Odino. Da Asgard, nel Caucaso, gli Asi erano emigrati in Germania e in Scandinavia: dunque nel Caucaso si trovava il mitico giardino da cui si era diffusa la "nordica" razza ariana, che si identificava a livello di sangue coi propri antenati divinizzati. Ora cominciamo a capire cosa Hitler cercasse veramente sul Caucaso, oltre al petrolio per le sue armate! Ora comincia a chiarirsi il motivo di una incomprensibile impresa alpinistica in tempo di guerra! Era fondata l'idea di Hitler di cercare la terra d'origine della razza ariana e patria dell'archetipo Wotan/Odino? Non è un mistero che, prima delle grandi invasioni barbariche che fecero crollare l'Impero Romano, i Visigoti e gli Ostrogoti (due gruppi del popolo dei Goti) siano vissuti in Ucraina e Russia meridionale, tant'è vero che in Crimea si conservò sino al XVI secolo la lingua Crimeo-Gotica, derivante dal dialetto ostrogoto. Secondo i risultati della scienza storica ufficiale, i Goti erano arrivati in Ucraina e Russia meridionale dalla foce della Vistola, dove si erano stabiliti all'inizio dell'era cristiana. Ma da quale luogo erano giunti alle foci della Vistola? Non esiste una risposta univoca a questa domanda, ma l'autore medioevale Saxo Grammaticus e le saghe irlandesi ed islandesi indicano proprio nel Caucaso la patria primigenia dei Vichinghi e dei popoli germanici. Appunto per ritrovare le tra¬ce perdute dell'eredità ariana . La radice "As" non è indoeuropea, e nelle lingue germaniche non vuoi dire nulla : però in ceceno "Asar" significa "ispirazione divina", ed in antico germanico il termine che indica l'intelletto e l'ispirazione è "Woda", relazionabile proprio al dio "Wotan/Odino" (interessante notare che "Asar" è anche il nome che gli egizi davano ad Osiride, il loro corrispondente di Odino N.d.R.). Ecco il significato del nuovo nome dato al dio "Sigge". Ma anche il nome "Sigge" deriverebbe dall'unione di due parole cecene: "zie" ("indagare", "cercare") e "ga" ("vedere"). In tutti e due i casi, il nome di Sigge/Odino corrisponde alle qualità che gli venivano attribuite: mago, stregone e grande guerriero. Ma Hitler riteneva ugualmente i Ceceni indoeuropei, esprimendosi così: "Là, in Oriente, si è conservato un resto dell'antica germanizzazione del Caucaso settentrionale. I Ceceni sono una tribù ariana". Hitler lo credeva perché lo storico J. Karst, nel 1931, aveva scritto che i Ceceni erano un ramo della "grande tribù iperborico-paleoasiatica", che aveva occupato gli spazi dal Turan [Asia centrale e Turkestan cinese] fino a Canaan attraverso la Mesopotamia settentrionale



    RispondiElimina

  17. Scrive Baksan: La fede nell'Asgard del Caucaso si rivelò fatale [per Hitler]. Dopo il raggiungimento di una delle due vette di Asgard, l'El brus, Hitler scagliò le sue truppe contro Stalingrado, senza vestiti pesanti, senza lubrificante invernale, senza i dovuti rifornimenti e le dovute riserve. Come finì quest'attacco, lo sanno tutti". Venuto a conoscenza della sconfitta subita dal feldmaresciallo von Paulus a Stalingrado, Gobbels scrisse: "Cercate di capire! E' l'Idea stessa, il concetto stesso dell'Universo che viene sconfitto. Le forze spirituali saranno sbaragliate e si avvicina il momento del Giudizio Universale". In effetti, il 2 febbraio 1943 il giudizio sul nazismo era stato già emesso senza appello. E Asgard? Sono state trovate nella regione del Caucaso tracce archeologiche dell'antica presenza dei popoli germanici in quel territorio? Fino ad ora, no, sebbene poco prima di morire l'esploratore norvegese, Thor Heyerdahl ha lavorato sulla stessa convinzione di Hitler. Con l'archeologo russo Sergei Lukyashko, Heyerdahl ha trovato nei pressi del Mar Nero, proprio grazie alla saga dell' "Edda", insediamenti antichi che egli attribuiva ai precursori dei vichinghi nordici.

    http://www.thule-italia.net/dossier/nazismo7.html

    ps ho postato una domanda nel post la via iniziatica sempre relativo a ariani - vril

    RispondiElimina
  18. Nel 1920 una certa Anna Anderson sostenne di essere Anastasia Romanov, scampata alla furia dell'esercito bolscevico. Fu internata per 18 mesi in un manicomio. Intraprese un'azione legale per dimostrare di essere la granduchessa. In effetti, Anna e Anastasia avevano lo stesso colore di capelli e di occhi, e perfino la stessa deformazione del piede. Ma il tribunale decise che non esistevano sufficienti elementi per stabilire che la Anderson fosse la figlia di Nicola II.
    Nel 1991 fu permesso agli scienziati di eseguire degli scavi a Ekaterinburg per ritrovare i resti della famiglia imperiale. Furono individuati nove scheletri. In base alle caratteristiche antropometriche si concluse che fossero 4 maschi e 5 femmine. Lo studio del DNA mitocondriale, trasmesso solo per via materna, permise di definire che nel sito erano stati ritrovati i resti dello zar, della zarina e di tre granduchesse, mentre gli altri scheletri appartenevano ai servitori della famiglia imperiale. Insomma all'appello mancavano lo zarevic e una granduchessa, presumibilmente Anastasia.
    Era allora possibile che Anna Anderson non fosse altri che la granduchessa Anastasia? Lo studio del DNA mitocondriale estratto dall'intestino della Anderson ha permesso di escludere una sua discendenza dalla famiglia imperiale russa.

    RispondiElimina
  19. @ anonimo 14 giugno 2014 00:34

    se non succedera niente,e speriamo sia cosi,perderanno il controllo,perchè la massa critica di energia creata da chi si sta ribelando a questo sistema,prendera forma nella realtà,e le masse di conseguenza saranno spinte verso il cambiamento,potremmo dire che lo piglieranno in culo comunque,il problema che ha questi sodomiti godono nel prenderlo nel culo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo e' ovvio, e purtroppo a quelle merde piace anche il culo dei bambini, da qualche giorno dal cilindro hanno fatto uscire una nuova stronzata-minaccia questo gruppo di "terroristi" ISIS, sono tornati al loro primo grande amore, l'iraq. Prima la siria, poi l'ucraina e ora di nuovo l'iraq, io non capisco se stanno facendo tentativi in questi paesi, o stanno disponendo gli scacchi per una eventuale mossa. Intanto milioni e milioni di persone stanno canalizzando le energie utili per quella PUTTANATA dei mondiali, rimaniamo positivi, ma personalmente continuo a vederla dura

      Elimina
    2. Purtroppo è cosi,questa dei bambini la tengono nascosta il più possibile,perché se mai uscisse fuori in modo da arrivare alle masse sarebbero fottuti,e per questo motivo,questo tema deve avere ampia diffusione,oltre a rendere giustizia a queste povere vittime.Bisogna anche organizzarsi,inutile rivolgersi alle autorità, dato che sono state create per difendere loro stessi,le famiglie devono unirsi e difendere i propri bambini da queste bestie schifose.La questione dei terroristi è gestita da loro da sempre,ma bisogna capire che questi tramite l'immigrazione clandestina stanno arrivando in massa in Europa,tra cui persone programmate con il monarch,
      Se la gente si ribellerà ai dictat dei banchieri usurai scateneranno l'inferno,quello che succede in Iraq,o in Siria o in Ucraina,potrebbe avvenire qui domani stesso.Bisogna cominciare a pianificare a livello strategico,unitario e organizzato,siamo noi che dobbiamo cominciare a muovere guerra a questa gente,e difenderci,oppure dovremo affidarci allo stato gestito da loro?o pensare agli idioti che come giustamente affermi, pensano ai mondiali,alla soglia di una guerra mondiale?Questa è la realtà dei fatti,se noi non ci organizziamo ora che lo possiamo fare non lo fara nessuno per noi.

      Elimina
    3. Personalmente sono ben disposto organizzarmi, in piccolo pero' perché oltre ai miei familiari conosco poche persone avendo un carattere molto introverso. Ma secondo me gia' il fatto che io e le altre persone che ti leggono e leggono altri siti che parlano di questo abbiamo avuto una "spinta" di riguardo dal destino rispetto alla massa, spesso da anni mi chiedo perché proprio io dovevo avere queste informazioni e un mio compagno di scuola no ad esempio, ma anche con altri, se c'entra il destino o no, io penso proprio di si. Per gli altri mi dispiace, ma hanno sto benedetto libero arbitrio, so solo che questa vita in questo ciclo e' bella che difficoltosa sotto ogni aspetto, a fare l'esperienza le nostre anime le stanno facendo eccome, percio' dopo morto me ne voglio tornare da dove sono venuto anche con tutte le cazzate che ho combinato ma in questo pianeta non ci torno piu' !

      Elimina
  20. @Anonimo14 giugno 2014 06:53

    concordo in parte con il tuo discorso,perchè le forze spirituali in campo rispecchiano perfettamente la dualita terrestre,e ci sono forze negative ma anche positive.Ancora non si è capito,che l'epoca che stiamo vivendo è la fine della guerra tra agarti e shanballa,tra le forze oscure e quelle di luce,il ciclo iniziato dopo la caduta di atlantide,questa è la fine di questo grande ciclo,sia a livello simbolico che spirituale,e anche fisico.Se questi interverranno non è che vegono a salvare qualcuno,perchè la salvezza puo avvenire solo a livello di scelta personale,le cazzate new age sono in questo senso un imbroglio,perchè mirano a deresponsabbilizzare le masse,quindi continuarle a tenerle come bambini bisognosi di aiuto,mentre è importante percorrere la via della ricerca interiore per esaltare l'io superiore insito in ognuno di noi,ma se l'umanità arrivera al punto di elevarsi spiritualmente,e si formera questa massa critica,a loro non sarà permesso di fermare questo naturale percorso,e per quanto possiamo parlare,se questi iniziano una guerra mondiale,chi riuscira a fermare la distruzione della terra?se tutti noi avessimo delle particolari armi che possano fermare questo massacro lo faremmo,ma non le abbiamo,è quello il punto,per questo devono per forza intervenire.

    RispondiElimina
  21. però ne avete di fantasia,vi illumino lasciando perdere il vostro mondo fantasy, l'italia in realtà e manovrata da un governo dei puffi. la politica che adesso segue l'america è quella di creare guerre a destra e sinistra con il tacito accordo dei russi, si no achi venserebbero le loro armi? vi ricordo che USA e Russia detengono rispettivamente il primo e secondo posto come produttori di armi, e tale produzione riguarda una bella fetta del loro Pil. In secondo luogo non credo che lo scudo statunitense sia poi così efficace, in quanto i russi e cinesi oltre agli icbm posseggono sia navi e sommergibili equipaggiati con testate nucleari, dunque perfettamente in grado di contrattacare in caso di attacco nucleare, e poi ci sono altre 2 punti da considerare, punto 1 non credo che se gli statiuniti attaccassero per primi, il resto del mondo non appartenente all'alleanza atlantica (india, pakistan, corea del sud, cina, e america latina, (che oltretutto da un bel pò sta volgendo lo sguardo a oriente)se ne stiano inermi. punto secondo l'aria gira, e visto i danni fatti da cernobyll, credo fortemente che saranno più fortunati coloro che moriranno subito, in uanto non vi resterà altro che un pianeta bruciato dalle radiazioni (compreso gli stati uniti) vedere fallout.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il tuo discorso non fa una piega, ma pecchi di aver tralasciato una parte importante del discorso, e cioè che tu come molti ragioni in modo razionale e logico,qui invece siamo in mano a dei pazzi furiosi e psicopatici,parlo della parte USA naturalmente,dell'elite che guida i loro fantocci nei vari governi, quindi il discorso è che tu e la maggior parte della gente non farebbe mai questo, ma questi signori sono gente deviata mentalmente e il potere li ha resi ancora più corrotti, quindi se tu pensi che non faranno mai una guerra nucleare ti sbagli, e ti ricordo che lo hanno gia fatto,Hiroshima e Nagasaki ne sono l'esempio, le miriadi di ordigni nucleari fatti esplodere come test in svariati localita distruggendo tutto ne sono un altro esempio. Quindi non paragonarti come se tu fossi loro, questi non sono esseri umani come noi.

      Elimina