Pagine

venerdì 17 gennaio 2014

IL MONDO PRIVATO DELL’ELITE: L’ORDINE DEL SERPENTE,PARTE TERZA







L’Ordine del Serpente   
-L’iniziazione-


histoire_do_corinne_clery_just_jaeckin_003_jpg_cztn


Si sostiene negli scritti degli storici della massoneria che sempre i rappresentanti maschili dell’aristocrazia e dell’alta borghesia hanno pensato di offrire alle proprie mogli le loro stesse esperienze nel campo della massoneria. E come fu nella seconda metà del ‘600 che nacque e sviluppò la massoneria maschile, così avvenne per la meno conosciuta massoneria femminile: la massoneria d’adozione. Tante furono le logge e i più stravaganti nomi dati agli Ordini in ogni parte d’Europa, ma come è per massoneria ufficiale maschile, possiamo considerare quest’Ordine Iniziatico ben più antico: anche questa consorteria femminile può aver avuto origine molto prima dell’epoca dei lumi, affondando le sue origini nella tradizione esoterica rivelata a pochi, ai riti misteriosofici dell’antica Grecia e dell’Egitto.
Questa massoneria storica femminile fu considerata dai fratelli massoni inferiore e irrilevante, poco più di un gioco da dare alle proprie mogli aristocratiche per farle star buone, in realtà è parte integrante degli ordini superiori dell’alta massoneria.  Poiché il culto della Dea, nelle sue forme di Diana Lucifera e in seguito nel culto della Madonna Vergine, è il fulcro della stessa organizzazione dell’Élite denominata comunemente massoneria.
Le feste che in ville isolate o in ricchi alberghi si sono tenute e si tengono, possono richiamare le Fetes Galante dei quadri di Watteau che nell’apparente leggerezza dei giochi amorosi di corte  nascondono tra i soffusi colori delle tele e nei boschi dove cavalieri e dame s’incontrano i segreti simboli del culto di Diana Lucifera.
Le feste e gli innocui corteggiamenti nel bosco sacro delle fetes galante di Watteau nascondono il rito di iniziazione a Diana
In questi umidi giardini e selve delle tele di Watteau, tra statue di fauni nascosti nella fitta vegetazione, o tra le maschere d’Arlecchini, ipostasi carnevalesca e innocua di Dioniso, dio della stregoneria,  l’aristocrazia, e in seguito l’alta borghesia ed ora i burattini della politica e i lacchè dell’informazione, imbastiscono i loro giochi amorosi, che sotto la copertura dell’eleganza (gli abiti delle donne sono forgiati dagli eunuchi della moda femminile) nascondono, quando le danze sono finite (vedi il ballo delle debuttanti), i riti d’iniziazione, che trovano nel libertinaggio del settecento e nei libri di de Sade la loro ultima e più precisa descrizione. Nel ‘900 due libri di narrativa, Histoiere d’O e Emmanuelle, hanno descritto questo mondo privato dell’Elite, con le sue regole e i luoghi di riunione. Uomini dell’alta finanza che trovano nella sottomissione femminile l’apogeo del loro Potere e Dominio. In questo mondo, vedi il Castello di Roissy del secondo capitolo de Histoire d’O, vigono precise regole, tipo non mettere il pane rovesciato sulla tavola o indossare per le ‘novizie’ del Castello degli abiti neri e casti che ricordano le vesti di un convento, ma che basta poco per renderli seducenti. Gli uomini di potere che frequentano il Castello di Roissy sono esponenti dell’alta finanza o della politica, dei partiti che guidano le sorti delle nazioni e che trovano nel credo religioso la loro più potente forza di controllo sociale. Il mondo di Roissy è l’inverso di un universo conventuale. Quegli uomini hanno invertito la loro ideologia cattolica. Al centro del loro mondo c’è la donna, che a differenza della verginità di una suora è una prostituta. Astarte al posto di Maria Vergine.
Ritornando a questa muliebre massoneria, il noviziato per una giovane dell’aristocrazia o dell’alta borghesia che decide di entrare nell’ordine (l’affiliazione è libera, ma non è possibile uscirne) è lungo (almeno vent’anni) poi sulla soglia dei quaranta potrà, se ha superato le prove, salire di grado da novizia ad anziana, e quindi affrancarsi dalla schiavitù. E da anziana avrà gli stessi diritti di un 33° grado della Massoneria maschile del Rito Scozzese.
L’Anziana a tutti gli effetti sarà entrata nel Centro Occulto del Potere.






ambasciatiri 4 
Le feste e le colonne del serpente




amba 13
C’è sempre un’Anziana che accompagna una novizia (ci devono essere legami di sangue: madre e figlia, nonna e nipote) e la introduce nel ‘mondo’…




amba 14 
 La donna anziana presenta e offre la giovane novizia




amba 18

 Scopo dell’ordine del Serpente è il risveglio dell’anima della  novizia assopito dalla prigione della carne e dei sentimenti attraverso la più completa sottomissione e quindi abbandono dell’IO.  E’ la Dea che deve risvegliarsi…
 
 


amba 19 
 L’abito delle feste della novizia.

Stringe in mano la coppa, il Graal, il contenitore del piacere che deve donare. La maschera serve ad annullare la sua identità: nell’Ordine si venera un’unica donna, e unico è il suo volto… La novizia non ha più identità, è solo un corpo che deve dare piacere all’uomo, a Dioniso, come nelle tregende delle streghe che attendevano e si donavano nelle orge, dove nella coreografia dei corpi svanisce ogni identità, a Belial…
 

amba 26 
Sempre i preliminari nelle feste devono essere svolti con eleganza



amba 8  
Non sono solo feste, ma sacra offerta al dio, antichi riti che da millenni si ripetono


amba 9
Il ballo delle debuttanti

ambasciatori 1
 La prescelta

amba 16

La novizia deve essere introdotta al piacere e alla sottomissione  da un uomo anziano d’alto grado massonico


0298A_38  
Per la donna anziana la lunga pratica della prostituzione è l’apertura del terzo occhio: piena coscienza dell’anima



amba 28

Da aristocratica a prostituta: la degenerazione fisica come parte del disvelamento dell’anima con l’abbandono della materialità


amba 6 
 I  simboli della colonna del serpente, dell’uccello e del bosco sacro delle fetes galante di Watteau e del bosco di Diana


  amba 33  
 La verità nuda
  Alla fine del primo noviziato la giovane si offre come la verità nuda al 26° grado della Massoneria dell’Antico Rito Scozzese

 0298_ 014 
 La novizia diventa danzatrice: il risveglio del serpente

411001909


Dopo la facciata di eleganza delle feste borghesi, ci si riunisce per le orge



tumblr_lgv1nv9OJK1qbpz0co1_r2_500  
Il puro piacere libertino del primo noviziato


foto31
La fustigazione per accedere al secondo noviziato



 images999
 
Nel secondo noviziato la completa sottomissione: perdita dell’identità nell’umiliazione e nell’essere sottoposta ad ogni genere di imposizioni, diventare un puro oggetto sessuale: come nella carta dell’appeso dei Tarocchi la novizia deve abbandonare l’Io, il razionale, e immergersi nel flusso astrale, recuperare le antiche percezioni medianiche che la condurranno a divenire Dea. Con la più completa sottomissione, la volontà viene piegata e dissolta. Da qui nascerà, annientato il dominio della materia,  lo spirito…


Desade 

La novizia diventa puro oggetto fisico da usare in  riti blasfemi – come se non avesse più anima, sarà usata come altare, statua…


marquis-de-sade.juliette.1797.02 

Ed infine, se la novizia sarà uscita indenne da tutte queste prove, potrà conoscere la sua anima nascosta: si osserverà per la prima volta senza più i veli dell’Io

Marchese_DE-SADE_0
Il premio di tutte le prove superate sarà per la novizia poter partecipare attivamente ai riti orgiastici con le prostitute del popolo, avrà così trasformata la sua femminilità in mascolinità, secondo i dettami della Grande Opera: dell’unione del maschile, del Sole, e del femminile, della Luna, divenendo l’androgino primordiale.

Fonti:
L’Ordine delle Tenebre, M Ferrante
Governi occulti, Serge Hutin
Massoneria universale, Bino Bellomo
 

Immagini:
Affreschi di Guido Cadorin, 1926





2 commenti:

  1. http://www.daemuk.ch/ebooks/il-nuovo-ordine-mondiale-ebraico-smascherato-zioncrimefactory.pdf

    White Wolf, ti segnalo questo importantissimo eBook.

    RispondiElimina